I procuratori generali di numerosi stati degli Stati Uniti stanno aprendo indagini antitrust su Facebook. Un’inchiesta separata su Google dovrebbe essere annunciata lunedì. Le nuove inchieste segnano l’ennesimo colpo per i principali attori della tecnologia, che hanno dovuto affrontare un crescente controllo da parte del governo, soprattutto un’indagine antitrust da parte del Dipartimento di Giustizia.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

BROKER VANTAGGI DEPOSITO MINIMO APERTURA CONTO
Corsi Gratis
Indicatori Gratis
Segnali in piattaforma e via sms
Demo Gratis
250 EURO
Demo Gratis
2000+ Asset Disponibili
Spread agevolati
Piattaforma professionale
100 EURO

Concorrenza sleale?

Le indagini potrebbero aprire grandi aziende tecnologiche ad azioni legali, come Microsoft ha affrontato 20 anni fa. Si potrebbe anche portare a una rottura delle società, come un numero di candidati alla presidenza hanno chiesto negli ultimi mesi. Esistono normative antitrust per impedire alle aziende di detenere un potere troppo centralizzato su un settore. I legislatori a livello statale e federale possono agire per promuovere la concorrenza prevenendo le fusioni, rompendo le grandi aziende e penalizzando le società per comportamenti anticoncorrenziali con multe.

Perché Facebook e Google sono sotto inchiesta?

Le indagini antitrust statali annunciate venerdì esamineranno se Facebook ha soffocato la concorrenza e messo a rischio gli utenti secondo a quanto ha dichiarato il procuratore generale di New York, Letitia James in una nota. Facebook è stato accusato di condotta anticoncorrenziale, incluso l’acquisto di aziende tecnologiche concorrenti e la copia di funzionalità da app concorrenti. Un’inchiesta potrebbe essere molto dannosa per le azioni Facebook, che subirebbero molto probabilmente un ribasso molto forte.

Un’indagine separata su Google sarà condotta da un gruppo bipartitico di circa tre dozzine di procuratori generali dello stato, secondo il Wall Street Journal. I dettagli sono scarsi prima dell’annuncio della richiesta, ma il Journal riporta che gli avvocati si concentreranno sull’impatto di Google sui mercati della pubblicità digitale. Cosa significa questo per i due giganti della tecnologia? Le più recenti indagini antitrust mostrano che il modello di business di base per le più grandi aziende tecnologiche del mondo è sempre più minacciato, secondo Cillian Kieran, esperto di conformità sulla privacy e CEO della startup per la privacy Ethyca .

Facebook sta inoltre affrontando il pushback in Europa, dove il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) è stato approvato nel 2018. Mentre la regolamentazione a livello statale negli Stati Uniti non avrebbe un impatto tanto rilevante quanto le misure federali, gli Stati hanno la possibilità di imporre multe elevate nei casi antitrust. Sicuramente questo significherà un tonfo per il titolo Google in borsa.

Quali altre battaglie legali stanno combattendo Facebook e Google?

Le indagini arrivano dopo un anno caotico per Facebook. A luglio, la società è stata colpita con una multa di $ 5 miliardi, la più grande mai imposta dalla Federal Trade Commission (FTC). Sta inoltre affrontando un continuo controllo e un’indagine sulla sua valuta digitale proposta, la Libra, prevista per il lancio nel 2020. Dopo la multa di $ 5 miliardi, la FTC ha annunciato che stava conducendo un’indagine antitrust separata contro la società.

I legislatori della commissione giudiziaria della Camera hanno anche lanciato una revisione antitrust di Facebook e Google a giugno 2019. Le aziende tecnologiche stanno anche affrontando le pressioni della Casa Bianca, che ha minacciato di indagare sui pregiudizi anti-conservatori su piattaforme di social media come Facebook e Twitter, e ha ospitato un forum sull’argomento a luglio. Facebook è stato colpito da una serie di altre cause, non correlate all’antitrust, tra cui una intentata dal procuratore generale di Washington DC in merito allo scandalo Cambridge Analytica, una causa in Illinois sulla raccolta di dati sul riconoscimento facciale e una causa intentata in California per un Violazione dei dati 2018 di 30 milioni di account. Google, Facebook, Amazon e Apple sono anche sottoposti a un’ampia revisione antitrust aperta dal dipartimento di giustizia degli Stati Uniti a luglio.

Come hanno risposto le aziende?

Facebook ha sostenuto che non monopolizza lo spazio tecnologico e ha detto che continuerà una conversazione con i legislatori sull’argomento. Gli utenti hanno scelte multiple per ogni servizio offerto dalla piattaforma, ha affermato Will Castleberry, vicepresidente delle politiche statali e locali di Facebook. Google non ha ancora commentato.

Altri articoli dello stesso autore:

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.