Come comprare e investire in Azioni Banca Intermobiliare

Le Azioni Banca Intermobiliare (BIM, Codice ISIN IT0000074077) sono emesse dalla società Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni SpA. L’istituto, con sede in Italia, opera nei servizi di private banking, wealth management e corporate finance. La Banca struttura le sue attività in tre segmenti principali: Client, Finance and Corporate Center. Attraverso il segmento clienti, l’azienda è attiva nella fornitura di servizi di private banking, intermediazione di titoli, distribuzione di prodotti di gestione patrimoniale e concessione di credito, tra gli altri. Attraverso il settore finanziario, l’istituto è coinvolto nel commercio e nella mediazione di strumenti OTC (over-the-counter), tassi di cambio e attività di tesoreria. Il segmento Corporate Center include i servizi di corporate finance e la gestione del portafoglio di attività immobiliari. Attraverso le sue filiali, la Banca è anche impegnata nel brokeraggio assicurativo, comprese polizze assicurative sulla proprietà, responsabilità civile, veicoli, vita e salute. Tra le sue filiali vi sono Symphonia SGR SpA e Bim Immobiliare Srl.

banca intermobiliare azioni previsioni quotazioni titolo

Il titolo Banca Intermobiliare è quotato sul mercato italiano dai primi anni ‘90, registrando il suo massimo storico nel 2000. La banca è quotata anche nel mercato dell’Euro Zone dal 2011. Per chi desidera fare trading sulle azioni Banca Intermobiliare è d’obbligo prendere come riferimento il settore di attività dell’azienda che è quello bancario. Il trader dovrà anche valutare le eventuali partnership o acquisizioni dell’Istituto, nonché gli obiettivi dei vari piani annuali e triennali.

In Italia attualmente sono presenti molti broker online su cui è possibile investire in azioni, anche se pochi hanno un grande numero di asset azionari italiani. Questo perchè gli italiani tendono a investire sulle azioni internazionali, che offrono spesso più possibilità di guadagno. Il broker LiquidityX però è uno dei pochi che investe molto nel mercato italiano e per questo è possibile trovare molte azioni quotate alla borsa di Milano. Per chi vuole investire sui titoli quotati in Italia è infatti il broker migliore e consigliato. Per investire sulle azioni italiane con LiquidityX clicca qui.

Apri un Conto Gratis con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 200€

Licenza: HCMC

  • Demo Gratis
  • Trading Central gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

74% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: XTB

Deposito: Nessun Minimo Richiesto

Licenza: CySEC/KNF/FCA

  • Demo Gratis
  • 0% Commissioni su Azioni

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

79% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

68% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capex

Deposito: 100€

Licenza: CySEC

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

69% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capital.com

Deposito: 20€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Spread Competitivi

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

83% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Comprare azioni Banca Intermobiliare: cosa analizzare per conoscere l’azienda? 

Comprare azioni Banca Intermobiliare è sicuramente un ottimo investimento ed è oggi alla portata di tutti ma lo studio dei vari parametri vitali di un’azienda ci permetterà di confermare o smentire la nostra tesi andando a confrontare i possibili pro e i possibili contro di comprare tali azioni. Nel seguente articolo in particolare tratteremo i seguenti punti:

  1. Il modello di business dell’azienda; 
  2. Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali; 
  3. Studio dei competitor dello stesso settore; 
  4. Le persone chiave collegate all’azienda (i c-level); 
  5. Il sentiment dei lavoratori dell’azienda; 
  6. Livello di indebitamento dell’azienda; 
  7. La RoadMap societaria. 

L’analisi dei nostri 7 punti chiave ti permetterà di capire meglio l’azienda e come comprare azioni Banca Intermobiliare in maniera sicura!

Il modello di business dell’azienda

Banca Intermobiliare è un gruppo italiano fondato nel 1981 attivo nel settore bancario. La sua particolarità sta nel fatto di essere indipendente il suo modello di business è quello che possiamo definire di private banking. L’azienda offre varie tipologie di servizio e divide le sue aree di interesse commerciale in:

  • Servizi di consulenza per gli investimenti
  • Negoziazione
  • Risparmio Gestito
  • Risparmio Assicurativo
  • Gestione del patrimonio non finanziario
  • Servizi Fiduciari

In particolare il gruppo Banca Intermobiliare si rivolge alla gestione dei patrimoni familiari ed ha in gestione oltre 14 miliardi di euro ed è presente con 29 filiali.

Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali

Con una gestione da ben 14 miliardi di euro di risorse patrimoniali Banca Intermobiliare domina le scene finanziarie. I fatturati aziendali ci dovrebbe aiutare a chiarire questo punto in quanto spiegano nel dettaglio quali siano i flussi più remunerativi del gruppo e quali aspetti vadano potenziati in chiave futura per ottenere capitalizzazione e far così crescere la singola azione di valore. Nel caso specifico di Banca Intermobiliare, il gruppo nel 2020 ha vissuto un periodo di forte crisi con un rosso di 11 milioni di euro che però nel tempo è riuscita a colmare e riportare su livelli accettabili. 

Studio dei competitor dello stesso settore

La competizione che caratterizza il sistema bancario è da sempre molto serrata. Banca Intermobiliare ha saputo fare delle sue differenze i suoi punti di forza proiettandoli poi nell’attività. La concorrenza da una spinta notevole al lavoro in quanto se non ci si adegua a chi offre servizi analoghi in maniera analoga significa soccombere. Il nostro interesse nel comprendere quali siano gli altri gruppi operanti è inerente alla comparazione atta a definire quali siano i punti di forza e le lacune altresì da colmare per rendersi adeguatamente competitivi su un mercato così dinamico. I vari competitor principali sono:

  • Bank of America
  • Banca Generali
  • Chemung Financial
  • Banca Finnat Euramerica
  • Fideuram Intesa San Paolo Private Banking
  • Intesa Sanpaolo Private Banking
  • Unicredit Private Banking
  • Banca del Gottardo

Le persone chiave collegate all’azienda

Da sempre le società si affidano a dirigenti o personaggi di alto valore professionale per la gestione accurata della propria attività. In alcuni casi specie quelli di società giovani possiamo trovare gli stessi fondatori ai vertici. Comprendere da vicino quale sia la loro funzione e ottica di leadership è un indizio straordinario per comprendere i valori aziendali e su quale politica interna siano basate le attività intraprese, per accrescerne il valore finanziario tali figure apicali devono rispecchiare dei canoni che siano quelli aziendali ma soprattutto avere ampio controllo sulla gestione e sui dipendenti. Nel caso di una compagnia come Banca Intermobiliare la cui storia inizia oltre 40 anni fa nel 1981 varie sono state le figure che nel corso del tempo hanno contribuito a renderla l’azienda leader del settore che è oggi. Prendendo però in esame un lasso temporale più recente possiamo definire sicuramente come figure chiave del gruppo il presidente Alberto Pera e l’amministratore delegato Claudio Moro.

Alberto Pera è un dirigente d’azienda romano laureato in giurisprudenza. In passato è stato consigliere d’amministrazione di Enel S.p.A. poi presidente del consiglio di amministrazione di Banca Apulia. Dal 2016 al 2017 invece è stato consigliere di amministrazione e componente del comitato strategico di Veneto Banca. 

Claudio Moro è un dirigente di azienda italiano classe 1968 è stato in precedenza amministratore delegato di Banca Leonardo ricoprendo poi varie cariche tra cui membro del consiglio di amministrazione. Ha lavorato in grandi aziende come Unione Fiduciaria, PIMS Associates e con il Politecnico di Milano in qualità di collaboratore alla ricerca. 

Il sentiment dei lavoratori dell’azienda

Per un’analisi completa e totalitaria degli aspetti essenziali che caratterizzano una compagnia c’è sicuramente anche da chiarire la condizione lavorativa delle persone che compongono lo staff di Banca Intermobiliare. Vedere con i nostri occhi come i lavoratori descrivono l’azienda ci offre la possibilità di misurarci con il loro stato d’animo e chiedere direttamente cosa non vada come deve. L’analisi comparativa di questo dato è fondamentale per mettere in luce i meccanismi interni che alimentano le attività del gruppo giornalmente.

Nel caso specifico del gruppo i lavoratori sono in totale 900 e in generale parlano di un ambiente di lavoro produttivo e stimolante con un management pronto ad aiutare ed incoraggiare la crescita professione oltre ad essere un posto di lavoro stabile con una retribuzione in linea con le mansioni e la media degli altri competitor. 

Livello di indebitamento dell’azienda

Una volta fatto fronte alle spese iniziali per l’avvio di attività mediante lo strumento della raccolta economica quello che poi resta da gestire è il debito contratto con gli investitori a cui in cambio vengono concesse le obbligazioni societarie. Questo fattore crea uno squilibrio finanziario che nel tempo deve essere colmato.

Nel caso del gruppo Banca Intermobiliare come detto nel 2020 ha passato un periodo vicino al default riportando un rosso di 11 milioni di euro che nel tempo è stato risanato mediante un’operazione di rebranding da poco è stato infatti dato il via libera dagli azionisti ed il gruppo diventerà Banca Investis. 

La RoadMap societaria

L’azienda sta attraversando un momento di transizione e di cambiamento radicale cambiando nome in Banca Investis. L’agenda del gruppo è dunque fitta di impegni e appuntamenti. Recente ad esempio è la notizia dell’acquisto del 100% da parte di Banca Investis del gruppo Fante. Nel complesso possiamo dire che l’azienda sta tornando ora a nuova vita e dunque le prospettive future sono senza dubbio interessanti visto anche il prezzo contenuto delle azioni al momento dell’offerta pubblica iniziale.

Investire in Azioni Banca Intermobiliare

Il titolo Banca Intermobiliare è quotato al Mercato Telematico Azionario gestito da Borsa Italiana. Negli ultimi 5 anni, il prezzo ha perso il 95,89% del suo valore. A Luglio 2020, la Banca ha lanciato un nuovo aumento di capitale. L’istituto ha precisato che l’attività aziendale potrà proseguire solo a fronte della piena realizzazione del piano strategico e del rafforzamento patrimoniale previsto.

Il grafico sottostante evidenzia l’andamento storico del titolo Banca Intermobiliare.

Grafico azioni Banca Intermobiliare aggiornato in tempo reale

Previsioni titolo Banca Intermobiliare

Per fare delle previsioni sulle Azioni Banca Intermobiliare coerenti con l’andamento della Borsa, occorre fare riferimento anche alla storia della società. Una storia che vede gli anni migliori dall’ingresso a Piazza Affari, fino al 2008. Nel 2009, Veneto Banca Holding ne acquisisce il 40%, assumendone poi il controllo totale nel 2011. Dal 2017 al 2018 gli investitori hanno assistito alla liquidazione coatta della società. Poi, nel settembre 2018, un aumento di capitale di 90 milioni, interamente sottoscritto da Trinity Investments Company e dal mercato.

Nel complesso, un’azienda che sembrava destinata alla chiusura, ma che è comunque riuscita a mentenere, in qualche modo, un certo numero di clienti. Non è escluso che, negli anni futuri, i trader possano assistere ad una nuova crescita societaria.

Storico quotazioni Banca Intermobiliare

Lo storico delle quotazioni delle azioni Banca Intermobiliare mostra un Titolo che ha esordito con un prezzo di circa 0.5 per azione. Attualmente, la quotazione viaggia attorno al valore di 0.070 euro per azione. Nei primi mesi del 2000, il valore del Titolo si è spinto vicino ai 13 euro, raggiungendo il suo massimo storico, mai più nemmeno sfiorato. Ad ogni modo, la situazione in Borsa è stata abbastanza buona fino al 2008. Dopodiché, la concorrenza ha superato la banca sotto ogni punto di vista. A seguito di una diminuzione di clienti e di sedi, il prezzo delle azioni è sceso costantemente, fino ai valori di oggi.

Dividendi azioni Banca Intermobiliare

I dividendi societari di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni SpA sono stati emessi e pagati annualmente, dal 2000 al 2008. Dopodiché la distribuzione si è fermata e non ci sono state comunicazioni ufficiali in merito a quando la banca ha intenzione di riprendere le emissioni e i pagamenti.

Trading su azioni Banca Intermobiliare

Il trading online su CFD Banca Intermobiliare può rivelarsi proficuo, soprattutto se il trader ha come obiettivo la diversificazione del proprio portafoglio di investimento. Investire sulle Azioni di una grande banca è sempre un investimento a basso rischio. Non è il caso di Banca Intermobiliare; tuttavia, quando il settore bancario sale in borsa, anche il titolo dell’istituto potrebbe beneficiarne, nella maggior parte dei casi.

 
Il nostro voto
Sommario
Come Comprare e Investire in Azioni Banca Intermobiliare
Nome Articolo
Come Comprare e Investire in Azioni Banca Intermobiliare
Descrizione
Come Comprare e Investire in Azioni Banca Intermobiliare! ✅Scopri le previsioni sul titolo e i dividendi, lo storico delle quotazioni e il grafico in tempo reale.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore

Il 63-79% dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo con la nostra cookie policy che puoi leggere qui.