Come comprare e investire in Azioni Maire

Le Azioni Maire (Ticker MTCM, Codice ISIN IT0004931058) vengono emesse da Maire Tecnimont SpA, azienda italiana a capo di un gruppo industriale internazionale specializzato nella trasformazione delle risorse naturali (impiantistica in downstream oil & gas). Attraverso la sua controllata NextChem, la società opera anche nel campo della chimica verde e delle tecnologie a supporto della transizione energetica. Il Gruppo Maire Tecnimont è presente in circa 45 paesi del mondo e conta circa 50 società operative. L’azienda ha sede legale a Roma, mentre la direzione generale è a Milano. Il gruppo vanta un fatturato di oltre 3,3 miliardi di euro e un team di oltre 6300 dipendenti.

Il titolo Maire è quotato nell’indice FTSE Italia Mid Cap della Borsa di Milano. La società è sbarcata a Piazza Affari nel 2007, dopo essere stata fondata nel 2005. Il bene finanziario è presente anche sulle Borse di Londra e Stuttgart. Chi desidera fare trading sulle azioni Maire andrà a concentrarsi sull’analisi di una società con una capitalizzazione di mercato attuale pari a 525.17M.

Apri un Conto Gratis con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 200€

Licenza: HCMC

  • Demo Gratis
  • Trading Central gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

74% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: XTB

Deposito: Nessun Minimo Richiesto

Licenza: CySEC/KNF/FCA

  • Demo Gratis
  • 0% Commissioni su Azioni

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

79% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

68% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capex

Deposito: 100€

Licenza: CySEC

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

69% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capital.com

Deposito: 20€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Spread Competitivi

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

83% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Comprare azioni Maire: cosa analizzare per conoscere l’azienda?

Maire è una compagnia italiana del settore petrolchimico il cui impatto nella trasformazione delle risorse naturali è molto significativo e sta destando la curiosità degli investitori. Ma cosa rende speciale la tecnologia del gruppo Maire? L’esigenza sostenibilità è ormai sotto gli occhi di tutti. Le conseguenze del cambiamento climatico si stanno facendo sentire in modo sempre più prepotente con effetti disastrosi sia sulla flora che sulla fauna. Contrastare i cambiamenti climatici non è diventata solo una corsa al tempo dettata dall’esigenza ma anche una grande opportunità di business. Comprendere come operino le aziende del comparto e quali numeri siano in grado di realizzare saranno informazioni molto utili per facilitare il processo decisionale. Fra i principali aspetti di valore commerciale andremo a mettere sotto la lente d’ingrandimento:

  1. Il modello di business dell’azienda;
  2. Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali;
  3. Studio dei competitor dello stesso settore;
  4. Le persone chiave collegate all’azienda (i c-level);
  5. Il sentiment dei lavoratori dell’azienda;
  6. Livello di indebitamento dell’azienda;
  7. La RoadMap societaria.

Conoscere l’approccio al mercato di riferimento del gruppo Maire è fondamentale e può essere illustrato attraverso i 7 punti chiave che meglio raccontano il modo di fare impresa della compagnia!

Il modello di business dell’azienda

Maire è una compagnia italiana fondata nel 2003 attiva nel settore ingegneristico. L’azienda tratta diversi aspetti con particolare attenzione all’impiantistica. Fra i principali settori di rilievo commerciale del gruppo Maire troviamo:

  • Settore Ingegneristico
  • Settore Tecnologico
  • Settore Energetico
  • Settore Chimica Verde
  • Settore Impiantistico
  • Settore Idrocarburi
  • Tecnologie per la transizione energetica

L’azienda Maire è presente in oltre 45 paesi e controlla 50 aziende operative.

Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali

Per comprendere la bontà di un acquisto azionario occorre tenere a mente in modo costante quale sia il target della nostra indagine di mercato al fine di selezionare gli aspetti di interesse e scartare quelli che non lo sono. Sicuramente comprendere il giro d’affari proprio di un dato settore di mercato gioca un ruolo fondamentale per comprendere e ipotizzare i margini di crescita possibili del titolo. Consultando i documenti di bilancio è infatti possibile ricostruire la storia economica del gruppo nel corso degli ultimi anni di attività e di conseguenza constatare l’efficacia del modello di business adottato dal gruppo tradotto in prestazioni finanziarie. Vediamo nella fattispecie i fatturati del gruppo Maire prendendo in esame l’ultimo di triennio di esercizio dal 2018 al 2020 rappresentati in euro:

  • 2018 – 30.202.000
  • 2019 – 21.920.000
  • 2020 – 128.000

Studio dei competitor dello stesso settore

Per disporre di punti di riferimento circa gli standard del settore di riferimento dell’azienda su cui si sta indagando, occorre individuare quali siano le altre realtà commerciali attive. Individuare e studiare la concorrenza ha molteplici utilità fra tutti permette di conoscere diversi tipi di approccio al medesimo mercato e di conseguenza di comprendere quale sia il più efficacie che possa portare risultati tali da rendere l’azienda un top player del settore. Comprender il modo di fare impresa degli altri gruppi operanti consente inoltre di disporre di informazioni per eseguire un ragionamento comparativo che metta in risalto i principali punti di vantaggio e le eventuali criticità del gruppo al fine di allocare un investimento preciso e mirato. Vediamo nella fattispecie chi sono i principali concorrenti del gruppo Maire:

  • Ghella
  • Webuild
  • Saipem
  • Jaguar Overseas
  • Tecnicas Reunidas
  • Fores Engineering
  • Promon Engenharia
  • Burns and Roe

Le persone chiave collegate all’azienda (i c-level)

Gli elementi di valore commerciale inerenti ad un gruppo possono assumere forme e connotazioni diverse. Esistono molteplici tipologie di pregi commerciali che un gruppo può avere uno di questi è senza dubbio nella leadership del gruppo. Tale aspetto di naturale immateriale racconta la disciplina del gruppo e la sua organizzazione nei passaggi chiave. Per comprendere quale modello di governance l’azienda adotti occorre basarsi sul core business e in base a questo sarà più facile dedurre la logica in base alla quale sia stato selezionato quel sistema dirigenziale mettendo in luce anche i C Level che ne fanno parte. Alle figure chiave del gruppo sono attribuite tutta una serie di responsabilità cruciale per la dirigenza puntuale ed efficace dell’azienda, pertanto conoscere chi siano e come la loro visione delle cose basata anche sul percorso accademico e professionale pregresso può essere un potente indicatore delle intenzioni future del gruppo. Nel caso specifico del gruppo Maire possiamo selezionare come figure chiave il Presidente Fabrizio Di Amato e l’Amministratore Delegato Alessandro Bernini.

Fabrizio Di Amato è un imprenditore e dirigente d’azienda italiano nato a Roma nel 1963. Ha conseguito la laurea in scienze politiche presso l’Università La Sapienza e una laurea ad honorem in ingegneria chimica presso il Politecnico di Milano. Ha avviato la sua attività imprenditoriale a soli 19 anni con 3 dipendenti. Nel corso i 30 anni di lavoro ha consolidato il gruppo Maire rendendolo top player di settore per mezzo di importanti acquisizioni come quella di Tecnimont e altre che ne hanno consentito l’espansione sui mercati internazionali.

Alessandro Bernini è un dirigente d’azienda e imprenditore italiano. Il suo percorso professionale inizia nel 1979 in qualità di revisore contabile. Nel 1980 entra a far parte de gruppo Ernst & Young occupandosi della revisione dei principali gruppi azionari come Saipem e Pirelli. Nel 1996 entrerà a far parte del gruppo Eni in qualità di Chief Financial Officer e dal 2002 sarà anche responsabile della segreteria societaria. Alessandro Bernini è inoltre presidente di Eni Insurance e membro del board dell’azienda OIL. Dal 2013 fa parte del gruppo Maire di cui verrà nominato amministratore delegato e CEO nel 2022.

Il sentiment dei lavoratori dell’azienda

Per potersi espandere e avere sotto controllo la puntualità dei cicli produttivi e il raggiungimento degli standard qualitativi richiesti dall’azienda occorre avere un tessuto delle risorse umano saldo e ben organizzato. La cura dei dipendenti è fondamentale per il benessere interno e si traduce in cura dei dipendenti per mezzo di politiche adeguate basate sull’inclusione del lavoratore al fine di fidelizzarlo e motivarne il coinvolgimento. Maire Tecnimont nella fattispecie conta 960 impiegati. L’azienda dispone di un sistema di welfare molto attento alla cura die suoi dipendenti basato sulla valorizzazione professionale delle risorse. I team del gruppo sono multiculturali simbolo di inclusione e politiche anti discriminatorie. Tra il pacchetto benefit offerto c’è anche assicurazione e paghe alte rispetto alla media.

Livello di indebitamento dell’azienda

Il debt to equity ratio di Maire Tecnimont a marzo 2022 era di 1.45.

La RoadMap societaria

Tra le novità più significative che riguardano il gruppo Maire c’è l’avvio dell’acquisto di azioni proprie tramite Intesa Sanpaolo. Tale operazione porterà a un aumento della capitalizzazione del gruppo e un conseguente apprezzamento azionario.

Investire in Azioni Maire

Il titolo Maire rappresenta una società che opera con diverse importanti collaborazioni, ma che deve anche fronteggiare un nutrito gruppo di concorrenti. Nel 2015, il gruppo ha siglato un protocollo di accordo con Eurochem, produttore russo di fertilizzanti, per lo sviluppo di diversi progetti nel lungo termine. Nel 2018, la società ha invece firmato un contratto EPC con Sonatrach, per la realizzazione della 4° linea di GPL nel complesso industriale GPL Zcina. Tra i concorrenti, emergono i nomi di: Arcosa, Concord New Energy, Goldfiend Corporation e il gruppo Dalian East Energy Developement.

Il grafico sottostante evidenzia l’andamento storico del titolo Maire.

Grafico azioni Maire aggiornato in tempo reale

Previsioni titolo Maire

Le previsioni sulle Azioni Maire si basano innanzitutto sull’analisi dei contratti firmati dall’azienda. Come è naturale che sia, se la società riesce ad ottenere un appalto grande, potrà più facilmente riempire le proprie casse, con bilanci finanziari positivi. Tuttavia, i grandi accordi nascondono anche diversi rischi.

Per provare a capire se il titolo salirà o scenderà, il trader dovrà fare riferimento anche ad eventuali nuove acquisizioni o partnership, ai piani industriali, al rilascio dei dati finanziari trimestrali e annuali e, più in generale, alla salute dell’economia italiana e internazionale, con particolare attenzione ai settori energetico e chimico.

Storico quotazioni Maire

Lo storico delle quotazioni delle azioni Maire mette in risalto un Titolo che, attualmente, risulta sottistimato dal mercato. Infatti, la quotazione ha un rapporto prezzo – utili (P/E) di 6.67 punti, ben al di sotto del valore di un prezzo normale, che corrisponde a 15 punti.

La risorsa ha debuttato a Piazza Affari nel 2007, a circa 7,4 euro per azione. Oggi ne vale all’incirca 1,6. Il 2008 è stato in assoluto l’anno più redditizio per il titolo, che ha raggiunto il prezzo di circa 11 euro per azione. Tra la fine del 2008 e gli inizi del 2009, la quotazione è crollata attorno ai 3 euro per azione. Da fine 2009 al 2011, il prezzo si è riportato oltre gli 8 euro per azione.

Da fine 2011 al 2017, il titolo ha viaggiato in un range compreso tra i 2 e i 3 euro per azione. Ad agosto 2017 un nuovo picco oltre i 5 euro per azione non ha però innescato l’atteso rally al rialzo. Al contrario, da quel momento in poi, la risorsa ha intrapreso un trend discendente continuo, fino ai valori attuali.

Dividendi azioni Maire

I dividendi societari di Maire Tecnimont SpA, negli ultimi cinque anni, sono stati emessi e distribuiti regolarmente dal 2017 al 2020. L’ultimo pagamento è stato registrato il 22 Aprile 2020, per un dividendo del valore di 0,116 euro per azione e un rendimento del 7,56%.

Trading su azioni Maire

Il trading online su CFD Maire consente all’investitore un più facile accesso a questa risorsa finanziaria, anche nel breve termine. Tra i vantaggi dei Contratti per Differenza di cui il trader può usufruire, la possibilità di negoziare alti volumi con piccoli importi e con commissioni basse. Con questo tipo di investimento, non si possiedono azioni della società, ma si possono ottenere i dividendi.

Il nostro voto
Sommario
Come comprare e investire in Azioni Maire
Nome Articolo
Come comprare e investire in Azioni Maire
Descrizione
Come comprare e investire in azioni Maire! ✅Scopri le previsioni sul titolo e i dividendi, lo storico delle quotazioni e il grafico in tempo reale.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore

Il 63-79% dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo con la nostra cookie policy che puoi leggere qui.