Come comprare e investire in Azioni BASF

Le Azioni BASF (Ticker BASF, Codice ISIN DE000BASF111) vengono emesse da BASF SE NA O.N., un’azienda attiva nel settore chimico e petrolifero, con sede in Germania. La società opera in diversi segmenti produttivi: Plastica, Catalisi, Film, Gas naturale e Petrolio. La compagnia vanta l’invenzione della tecnologia necessaria alla funzionalità dei nastri magnetici per musicassette e videocassette, oltre a diversi altri importanti risultati nella filiera chimica. La sede principale è a Ludwigshafen am Rhein, dove l’azienda è presente con oltre 2000 edifici, su una superficie di oltre 10 km²: si tratta del più grande insediamento chimico al mondo. Il gruppo è attivo in circa 50 paesi in Europa, Asia, Nord e Sud America.

basf azioni titolo dividendi previsioni quotazione

Il titolo BASF è quotato alla Borsa di Francoforte, alla Borsa di Milano, alla Borsa di Londra e in India, sulla Borsa di Bombay.

Chi desidera fare trading sulle azioni BASF andrà a negoziare uno strumento finanziario dalle mille opportunità e sfaccettature. L’attività dell’azienda è correlata con diversi settori, tra cui quello del petrolio. In sostanza, si tratta di un’ottima risorsa per diversificare il proprio portafoglio di investimento, nell’ambito di una strategia incentrata sulla gestione del rischio.

Apri un Conto Gratis con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 200€

Licenza: HCMC

  • Demo Gratis
  • Trading Central gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

74% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50€

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

68% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capex

Deposito: 100€

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

69% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100€

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Spread Competitivi

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

77% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Comprare azioni BASF: cosa analizzare per conoscere l’azienda? 

Il trading azionario ha rappresentato per molti una salvezza nel periodo di forzata interruzione delle attività lavorative dovute al lockdown. Ma è sapere su cosa investire indovinando con anticipo le mode di mercato a consentire che i margini di guadagno siano adeguati. Le azioni della società chimica BASF possono rappresentare una valida opzione se stai pensando di diversificare i tuoi investimenti. In questo articolo troverai spiegati i seguenti argomenti: 

  1. Il modello di business dell’azienda; 
  2. Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali; 
  3. Studio dei competitor dello stesso settore; 
  4. Le persone chiave collegate all’azienda (i c-level); 
  5. Il sentiment dei lavoratori dell’azienda; 
  6. Livello di indebitamento dell’azienda; 
  7. La RoadMap societaria. 

In questo articolo tratteremo in modo approfondito i 7 punti chiave sopra citati per capire se comprare azioni BASF sia una buona occasione! 

Il modello di business dell’azienda

La BASF è una società europea fondata nel 1865 attiva nel settore chimico. Il gruppo è attivo nella produzione e lavorazione di vari materiale come soda e anilina che poi vende alle aziende le quali le impiegano per i loro processi produttivi. Il gruppo BASF distingue le sue aree di interesse commerciale principalmente in cinque segmenti che sono:

  • Sostanze Chimiche
  • Prodotti ad alte prestazioni
  • Materiali e soluzioni funzionali
  • Soluzioni per l’agricoltura
  • Olio e Gas 

I prodotti del gruppo BASF hanno una vasta gamma di impieghi di conseguenza troviamo varie tipologie di settori a cui si rivolge, i principali sono:

  • Agricoltura
  • Automobilistico e trasporti
  • Sostanze Chimiche
  • Energia e risorse
  • Pitture e rivestimenti
  • Plastica e gomma

L’azienda serve a vario titolo più di 300.000 clienti fra cui aziende piccole, medie e grandi.

Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali

Parlando di azioni e business viene in mente di andare a controllare anche i livelli dei fatturati assunti dal gruppo nel corso degli ultimi anni. Fare questa analisi vale la pena per molti motivi. Tra tutti ci dà il reale volume di operazioni e flussi di denaro societari oltre a tracciare una direzione verso la quale il mercato sarà orientato in termini di valore e capitalizzazione.

Nel caso specifico di BASF nel 2018 il fatturato del gruppo ha subito un aumento del1,57% rispetto all’anno precedente chiudendo con 74,019 miliardi di dollari. Nel 2019 invece il fatturato del gruppo ha subito un brusco calo del 10,25% rispetto all’anno precedente chiudendo l’anno con 66,434 miliardi dollari. In fine nel 2020 il fatturato ha registrato un piccolo aumento del 1,7% chiudendo l’anno con 67,566 miliardi di dollari. 

Studio dei competitor dello stesso settore

Il settore chimico, è di impiego quotidiano sia per aziende che utenti privati di conseguenza. Come sappiamo infatti è il mercato a fare l’offerta, di conseguenza più un bene o un servizio sarà richiesto, più valore sarà possibile attribuirgli. Il polo energetico è infatti strategico, in quanto permette una sorta di controllo, dunque molti altri gruppi cercano di entrare in questo segmento, i principali competitor del gruppo BASF sono:

  • AkzoNobel 
  • Clariant Covestro
  • DowDuPont
  • DSM
  • Evonik
  • Formosa Plastics
  • Huntsman
  • SABIC
  • Sinopec
  • Solvay 

Le persone chiave collegate all’azienda

Naturalmente le aziende non sono fatte di solo numeri. Il cuore pulsante di ogni squadra vincente infatti, sono le persone che lo compongono. Da quest’ultimi spesso dipende il successo o l’insuccesso di progetti, jointventures e operazioni finanziarie. Per il gruppo BASF potremmo senza dubbio definire come figure chiave l’amministratore delegato Kurt Bock.

Kurt Bock è un uomo d’affari tedesco classe 1958 presidente dell’associazione dell’industria chimica tedesca dal 2016. Ha iniziato a lavorare in BASF nel 1985 dove ha ricoperto varie cariche fino a quella attuale. Inoltre è vice presidente della Stifterverband für die Deutsche Wissenschaft e membro del consiglio di amministrazione di Allianz.

Il sentiment dei lavoratori dell’azienda

Come sempre cerchiamo di specificare le aziende sono fatte di persone. Non meno importanti dei vertici di un’azienda sono i suoi dipendenti. Essi costituiscono di fatto il motore senza il quale qualsiasi macchina si ferma. Valorizzarli ed avere dei dipendenti soddisfatti delle proprie retribuzioni e condizioni lavorative garantisce da parte loro una fidelizzazione all’azienda e saranno più produttivi ed attenti sentendola anche un po’ loro. Lavorare in BASF può offrire, a detta dei suoi dipendenti, un’opportunità di carriera stimolante. Nel complesso il gruppo BASF conta un totale di 111,000 impiegati ed è a loro che va gran parte del merito del successo dell’azienda. I lavoratori apprezzano in particolar modo come durante la pandemia recente il gruppo sia venuto incontro alle loro esigenze cercando di tutelare tutti nel migliore dei modi. La maggior parte di loro parla di un’azienda solida, che rispetta le norme vigenti di tutela dei lavoratori, con salari equi ed una formazione che li ha resi competitivi dando loro molti spunti commerciali. L’orientamento al futuro e al continuo sviluppo inoltre rende per i dipendenti lavorare in un’azienda come BASF un’opportunità per essere più versatili e al passo con i tempi. Ovviamente il sentiment è stratificato trovandoci in presenza di un numero di dipendenti molto elevato e varia in base all’area geografica presa in analisi.

Livello di indebitamento dell’azienda

Il livello di indebitamento di una società è senza dubbio un altro aspetto chiave da considerare nell’ambito dell’analisi del gruppo BASF. Il debito di una società sarebbero le obbligazioni, le quali costituiscono di fatto un debito contratto dal gruppo nei confronti di chi le ha sottoscritte, quindi che gli obiettivi finanziari vengano raggiunti o meno, la società ha l’onere di rimborsare del capitale e degli interessi che corrispondono. L’attenzione verso un’appropriata gestione del debito è imprescindibile per evitare una sovraesposizione societaria. Nel caso specifico del gruppo BASF nel 2021 il debito dichiarato è stato di 0,37 miliardi di dollari.

La RoadMap societaria

L’azienda BASF come specificato è un colosso del settore chimico. I recenti accadimenti in fatto di invasione russa ai danni del popolo ucraino sta ripercuotendosi in maniera decisa anche sul comparto. A tal proposito il CEO del gruppo BASF si è recentemente detto preoccupato in quanto senza il gas russo l’economia collasserà in breve tempo. Nel complesso riferendoci alle azioni, la nostra analisi ha rivelato un’azienda forte e con una struttura economica salda di conseguenza comprare azioni BASF può rivelarsi sicuramente uno spunto operativo interessante ma da considerare anche in base agli sviluppi socio economici dei segmenti interessati.

Investire in Azioni BASF

Il titolo BASF ha una capitalizzazione attuale di mercato di 631.73M e un valore medio di circa 55 euro per azione. La quotazione è influenzata da diversi elementi, tra cui anche l’andamento della concorrenza.

I competitor vanno ad inserirsi in una classifica dove comunque l’azienda tedesca rimane al primo posto. Tra i nomi da tenere d’occhio, tuttavia, vi sono marchi del calibro di Bayer, anch’essa proveniente dalla Germania, della britannica Shell e del gruppo statunitense Dow Chemical.

Al contempo, l’azienda può vantare anche importanti partnership, come ad esempio le collaborazioni con Technip, Bouygues Construction (leader mondiale dell’edilizia) e addirittura la statunitense Tesla.

Il grafico sottostante evidenzia l’andamento storico del titolo BASF.

Grafico azioni BASF aggiornato in tempo reale

Previsioni titolo BASF

Per fare delle previsioni sulle Azioni BASF che possano rispecchiare l’andamento delle Borse, il trader dovrà valutare un certo numero di elementi. Innanzitutto, gli investimenti della società nello sviluppo di nuovi prodotti e servizi. Il gruppo, da diversi anni, è fortemente focalizzato sulle innovazioni nel settore degli organismi geneticamente modificati.

Tuttavia, alcune limitazioni legali potrebbero influire sulle tempistiche di produzione e commercializzazione dei nuovi prodotti. Il trader dovrà dunque capire quanto e come la società potrà arginare questo tipo di ostacolo.

La concorrenza, che per ora continua ad inseguire la compagnia tedesca, potrebbe comunque influenzare la fiducia degli investitori sul titolo, qualora si prevedesse il sorpasso di un altro brand in un determinato segmento.

Infine, nei settori chimico e petrolifero, il rischio di uno scandalo ecologico è sempre dietro l’angolo. Il trader dovrà pertanto accertarsi che non vi siano rischi in questo senso all’orizzonte, soprattutto se la strategia di investimento attuata si basa sul lungo termine. 

Storico quotazioni BASF

Lo storico delle quotazioni delle azioni BASF evidenzia un titolo che, attualmente, ha all’incirca lo stesso valore della quotazione di esordio nel 2007, ovvero 50 euro per azione.

I maggiori risultati il titolo li ha registrati nel 2017, quando il prezzo si è spinto fino al valore di circa 95 euro per azione. Nel mezzo, diversi ribassi degni di nota, in particolare il calo dovuto alla crisi economica del 2009 che ha spinto il titolo fino al suo minimo storico di circa 20 euro per azione.

Dividendi azioni BASF

I dividendi societari di BASF SE NA O.N. sono stati regolarmente emessi e pagati, una volta l’anno, dal 2015 ad oggi. L’ultimo pagamento risale al 6 Maggio 2016, con la distribuzione di un dividendo del valore di 3.3 euro per azione e un rendimento dell’8,02%.

Trading su azioni BASF

Il trading online su CFD BASF può rivelarsi un’opportunità di investimento particolarmente profittevole, sia nel breve che nel lungo termine. Nel primo caso, il trader andrà a sfruttare le numerose oscillazioni che, storicamente, caratterizzano la quotazione. Nel secondo caso, l’operatore può puntare su un titolo attualmente sottostimato che ha raggiunto diversi picchi, nel corso del tempo, in concomitanza con specifici eventi finanziari direttamente o indirettamente riguardanti la società.

 
Il nostro voto
Sommario
Come comprare e investire in azioni BASF
Nome Articolo
Come comprare e investire in azioni BASF
Descrizione
Come comprare e investire in azioni BASF! ✅Scopri le previsioni sul titolo e i dividendi, lo storico delle quotazioni e il grafico in tempo reale.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore

Il 63-77% dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu sia d'accordo con la nostra cookie policy che puoi leggere qui.