Come comprare e investire in Azioni Philip Morris

Le azioni Philip Morris (Ticker PM, codice ISIN US7181721090) sono quelle dell’industria americana operante nel settore del tabacco conosciuta anche come PM. La società si occupa innanzitutto della produzione e commercializzazione di sigarette, distribuite in oltre 180 nazioni al di sotto di numerosi marchi tra i più notori del settore: Lark, Fortune, Marlboro, Bond Street, L&M, Sampoerna A, Chesterfield, Parliament, Philip Morris, Dji Sam Soe ed altri. Le radici del titolo Philip Morris sono molto antiche infatti la società è stata fondata nel 1847 quando l’omonimo signore ormai famoso ovunque fondò una piccola tabaccheria. Anni dopo nel 1881 l’azienda si fuse con la Joseph Grunebaum e nello stesso anno fece il suo debutto in borsa. In seguito all’ingresso dei nuovi soci di maggioranza americani, l’azienda inizialmente venne denominata Philip Morris & Co., Ltd., Inc., con sede in Virginia, per poi trasformarsi nella Philip Morris International.

philip morris azioni previsioni quotazioni titolo

Nell’arco dei decenni successivi, l’azienda continuò il lungo processo di espansione a livello internazionale, trasformandosi in uno dei maggiori produttori e distributori al mondo del tabacco. Per questo oggi il trading su azioni Philip Morris è molto ambito da numerosi operatori di mercato.

Per trarre profitto dalle azioni Philip Morris serve iscriversi ad una piattaforma regolamentata di trading. Tra le più quotate c’è sicuramente LiquidityX, che concede ai nuovi trader della piattaforma di iniziare subito con un deposito ridotto di soli 200 euro. L’iscrizione è semplice, veloce e gratuita. Per aprire il tuo conto su LiquidityX, clicca qui.

Apri un Conto Gratis con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 200€

Licenza: HCMC

  • Demo Gratis
  • Trading Central gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

74% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: XTB

Deposito: Nessun Minimo Richiesto

Licenza: CySEC/KNF/FCA

  • Demo Gratis
  • 0% Commissioni su Azioni

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

79% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capex.com

Deposito: 100€

Licenza: CySEC

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

69% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

78% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Comprare azioni Philip Morris: cosa analizzare per conoscere l’azienda?

La Philip Morris International Inc è una multinazionale statunitense, leader nel settore del tabacco.
L’azienda produce e vende i suoi prodotti in oltre 180 paesi, e il suo marchio di maggior successo è Marlboro.
Le operazioni della società e di tutte le concorrenti che operano nello stesso settore vengono costantemente contrastate da nuove legislazioni promosse dai governi per via dell’effetto dannoso del tabacco sulla salute. Per questo, la compagnia ha dichiarato di concentrare i suoi sforzi sulla ricerca e lo sviluppo di prodotti che siano meno rischiosi. Il progetto più importante è legato ai prodotti funzionanti tramite tabacco riscaldato invece che bruciato, e il più famoso è denominato IQOS.
Prima di comprare azioni Philip Morris occorre conoscere chi amministra l’azienda, cosa ne pensano i lavoratori e bisogna studiare il bilancio aziendale. In questo articolo andremo ad approfondire tutti gli aspetti più importanti, necessari per scegliere se investire o meno nel titolo Philip Morris.
I punti che andremo ad osservare sono:

  1. Il modello di business dell’azienda;
  2. Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali;
  3. Studio dei competitor dello stesso settore;
  4. Le persone chiave collegate all’azienda (i c-level);
  5. Il sentimento dei lavoratori dell’azienda;
  6. Livello d’indebitamento dell’azienda;
  7. La Roadmap societaria;

Il modello di business dell’azienda

La Philip Morris International Inc produce e vende sigarette, e prodotti a base di tabacco e nicotina in oltre 180 paesi, al di fuori degli Stati Uniti.
Nello specifico, la società opera in:

  • Unione Europea
  • Unione Orientale
  • Medio Oriente
  • Africa
  • Asia
  • America Latina
  • Canada

I marchi più conosciuti di proprietà della società sono:

  • Marlboro
  • Merit
  • Parliament
  • Virginia Slims
  • L&M
  • Bond Street
  • Chesterfield
  • Lark
  • Muratti
  • Next
  • Red&White

In aggiunta, la società ha anche dei marchi che vengono commercializzati solo localmente, come:

  • Indonesia: Dji Sam Soe, Sampoerna, U Mild
  • Filippine: Champion, Fortune, Hope
  • Russia: Apollo-Soyuzand Optima
  • Pakistan: Morven Gold
  • Colombia: Boston
  • Canada: Canadian Classics, Belmont, Number 7
  • Germania: F6
  • Messico: Delicados
  • Grecia: Assos
  • Repubblica Ceca e Slovacchia: Petra

Dal 2014, la Philip Morris produce e commercializza anche l’IQOS, un dispositivo capace di riscaldare il tabacco invece di brucialo e che dovrebbe essere meno dannoso per la salute, anche se ad oggi non ci sono abbastanza dati scientifici per stabilirlo.
Nel 2021, i prodotti IQOS hanno rappresentato il 30% delle vendite della compagnia.

Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali

Grazie al bilancio aziendale e l’andamento economico degli ultimi anni è possibile stabilire le potenzialità di crescita di una determinata compagnia.
Nel caso di Philip Morris, il bilancio aziendale mostra entrate stabili dal 2014 al 2021, pari a circa 30 miliardi di dollari.
Rispetto agli anni precedenti, il fatturato dell’azienda ha subito un calo importante, in parte dovuto alle varie leggi contro il consumo del tabacco, che comprendono il divieto di fare pubblicità.
Il reddito netto della società varia tra i 6 e 9 miliardi annuali, e non ci sono perdite.
Di seguito possiamo osservare i fatturati di Philip Morris, a partire dal 2010 ad oggi, in miliardi di dollari:

  • 2010 – 67.71
  • 2011 – 76.34
  • 2012 – 77.39
  • 2013 – 80.02
  • 2014 – 29.77
  • 2015 – 26.79
  • 2016 – 26.68
  • 2017 – 28.75
  • 2018 – 29.63
  • 2019 – 29.80
  • 2020 – 28.69
  • 2021 – 31.41

Studio dei competitor dello stesso settore

Lo studio dei competitor è essenziale per capire al meglio il mercato sul quale opera l’azienda.
Negli ultimi anni, la competizione tra le varie compagnie di tabacco è diventata particolarmente complicata, per via delle nuove leggi che sono state introdotte in molti paesi, che non permettono alle aziende di mostrare il loro logo o i loro colori sui pacchetti di tabacco e sigarette. Tutti i prodotti hanno lo stesso identico packaging e non è permesso alle società di pubblicizzare i propri prodotti.
Per questo motivo, le varie aziende hanno dovuto reinventarsi e trovare il modo di promuovere la propria merce aggirando le varie restrizioni.
Lo studio dei competitor, in questo caso, è essenziale per capire se l’azienda sulla quale si desidera investire riesce a trovare soluzioni creative che possano mantenere i fatturati stabili.
I più grandi competitor della Philip Morris sono:

  • Japan Tobacco
  • Reynolds American
  • British American Tobacco
  • Altria

Le persone chiave collegate all’azienda (i c-level)

Il CEO della Philip Morris è Jacek Olczak, uomo d’affari polacco nato nel 1965.
Laureato in Economia presso L’università di Lodz in Polonia, ha iniziato la sua carriera da BDO a Londra.
La sua prima esperienza lavorativa all’interno della Philip Morris è stata nel 1993 nel dipartimento finanziario della filiale polacca. Nel 1995 è entrato a far parte del gruppo dei controlli interni in Svizzera e nel 1996 è stato promosso a direttore delle vendite per Philip Morris Polska, e successivamente della filiale rumena. A partire dal 1999 ha iniziato a ricoprire varie posizioni di rilievo nei Paesi baltici, in Ungheria, in Germania e in Austria.
Nel 2009 è diventato presidente del settore operante nell’Unione Europea, nel 2012 è stato promosso a direttore finanziario e sei anni dopo è diventato direttore operativo.
Nel 2021, Olczak è diventato amministratore delegato prendendo il posto di Andrè Calantzopoulos.

Il sentiment dei lavoratori dell’azienda

Dati, statistiche e informazioni generali sono sicuramente importanti, ma per conoscere l’azienda nel dettaglio occorre analizzarla dall’interno. Per farlo, bisogna attenersi al parere dei dipendenti, che conoscono la leadership e il modus operandi interno meglio di chiunque altro.
La Philip Morris conta circa 70.000 dipendenti. Chi ha avuto modo di lavorare per l’azienda afferma che la cultura aziendale e la qualità del management varia a seconda del dipartimento.
Gli stipendi e i benefit sono buoni e chi lavora in sede può godere di pranzi gratuiti e accesso alla palestra. In aggiunta la compagnia distribuisce sigarette gratis.
Il sentiment generale dei lavoratori è positivo e la maggior parte di loro parla bene dell’azienda e del management.

Livello di indebitamento dell’azienda

Il debito della Philip Morris International si è ridotto del 4.18% rispetto al 2021, arrivando a 48.12 miliardi di dollari.
Di questi, 21.76 sono debiti a lungo termine.

La Roadmap societaria

Tra i progetti futuri più importanti della Philip Morris International troviamo la trasformazione dello stabilimento di Otopeni in un’unità di produzione di materiali di consumo per l’IQOS. Il progetto è partito nel 2017, e da allora sono stati investiti 500 milioni di dollari per lo sviluppo dello stabilimento e dei macchinari, la formazione dei dipendenti e l’implementazione di soluzioni sostenibili. Durante il 2022 e il 2023 l’azienda prevede di investire altri 100 milioni di dollari sia per sviluppare la catena di produzione, che per ridurre al minimo la propria impronta ambientale. Infatti, l’azienda punta a raggiungere zero emissioni entro la fine del 2023.
Guardando ad un futuro più lontano, la Philip Morris vorrebbe arrivare a sviluppare e produrre nuove tecnologie alternative come L’IQOS, e renderle disponibili in almeno 100 mercati.

Investire in Azioni Philip Morris

Il grafico sottostante mostra l’andamento storico del titolo Philip Morris.

Grafico azioni Philip Morris aggiornato in tempo reale

Previsioni titolo Philip Morris

Per fare previsioni sulle azioni Philip Morris bisogna tenere in considerazione i principali dati economici e finanziari riguardanti il titolo. La multinazionale conta 53 stabilimenti di produzione mentre la forza lavoro è composta da più di 90 mila dipendenti. I ricavi si aggirano intorno ai 90 miliardi di dollari annui. La holding statunitense è quotata alla Borsa valori di New York, sullo Standard & Poor’s 500, con il simbolo PM.

Storico quotazioni Philip Morris

Lo storico delle quotazioni delle azioni Philip Morris mostra la crescita del titolo che ormai va avanti da anni anche se una forte posizione di ipercomprato nella metà del 2018 ha portato il titolo a saggiare di nuovo il supporto a quota 30 dollari, quota che si è confermata solida.

Dividendi azioni Philip Morris

I dividendi societari di Philip Morris sono piuttosto allettanti e vengono distribuiti annualmente tra gli azionisti.

Trading su Azioni Philip Morris

Il trading online su CFD Philip Morris viene ampiamente praticato negli Stati Uniti dove sono molti gli operatori che scelgono questo settore grazie alla sua alta volatilità.

Il nostro voto
Sommario
Come comprare e investire in Azioni Philip Morris
Nome Articolo
Come comprare e investire in Azioni Philip Morris
Descrizione
Come comprare e investire in azioni Philip Morris! ✅ Scopri le previsioni sul titolo e i dividendi, lo storico delle quotazioni e il grafico.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore