Come Comprare e Investire in Azioni Azimut Holding

Le Azioni Azimut Holding (Ticker AZM, Codice ISIN IT0003261697) sono emesse dalla società Azimut Holding S.p.A., che si occupa di consulenza e gestione patrimoniale. L’azienda nasce a Milano nel 1988 e può vantare, oggi, un utile netto di oltre 200 milioni di euro. La compagnia gestisce diverse sedi non solo in Italia, ma anche in Europa, in Asia, in Australia e nell’America Meridionale. Il Titolo Azimut Holding è quotato nell’indice FTSE MIB della Borsa di Milano dal mese di Luglio del 2004. L’impresa, dal 2015, è sponsor ufficiale della squadra di calcio del Carpi, mentre nel 2016 ha debuttato nella Superlega di Pallavolo, come sponsor ufficiale del club del Modena Volley. Nel settore finanziario, si tratta di una compagnia molto solida e ancora in crescita, nonostante diverse critiche ricevute, nel corso degli anni, in particolare per le strategie di marketing adottate. Ciò non ha però influito sull’andamento societario.

azimut holding azioni previsioni quotazioni titolo

Gli operatori che vogliono fare trading sulle Azioni Azimut Holding scelgono un prodotto che ben si presta ad investimenti sia a breve che a lungo termine. Vediamo maggiori dettagli.

Per investire in azioni Azimut Holding occorre registrarsi su una piattaforma di trading online. Tra le piattaforme regolamentate più famose c’è LiquidityX. Molti trader scelgono questo broker per via dell’opportunità di aprire un conto con un deposito agevolato di soli 200 euro. Inoltre, gli iscritti possono sfruttare il conto demo gratuito che ricevono una volta effettuato l’accesso, per fare pratica senza utilizzare soldi reali. Per aprire il tuo conto su LiquidityX e ricevere il tuo conto demo, clicca qui.

Apri un Conto Gratis con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 200€

Licenza: HCMC

  • Demo Gratis
  • Trading Central gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

74% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: XTB

Deposito: Nessun Minimo Richiesto

Licenza: CySEC/KNF/FCA

  • Demo Gratis
  • 0% Commissioni su Azioni

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

79% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capex.com

Deposito: 100€

Licenza: CySEC

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

69% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capital.com

Deposito: 20€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Spread Competitivi

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

83% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

78% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Comprare azioni Azimut: cosa analizzare per conoscere l’azienda?

Gli investitori scelgono di comprare Azioni Azimut per diverse motivazioni, ma sempre dopo un attento studio di alcuni fattori che caratterizzano lo stato di salute operativo e finanziario dell’azienda. Vi consigliamo di fare riferimento ai seguenti parametri: 

  1. Il modello di business dell’azienda;
  2. Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali;
  3. Studio dei competitor dello stesso settore;
  4. Le persone chiave collegate all’azienda (i c-level);
  5. Il sentiment dei lavoratori dell’azienda;
  6. Livello di indebitamento dell’azienda;
  7. La RoadMap societaria.

Ogni aspetto sopra indicato si compone di elementi importanti che possono condizionare il prezzo delle Azioni Azimut in Borsa. Vediamo per ogni punto l’attuale situazione della compagnia milanese. 

Azimut: modello di business 

Come sappiamo, l’azienda rappresenta il principale Asset Manager Indipendente con sede in Italia. Senza dubbio, la leadership del marchio nel suo settore di attività è un punto a favore del trading sul titolo dell’azienda. Il business model di Azimut, in particolare, si presenta come un modello unico, basato sull’integrazione tra gestione e distribuzione. Nel dettaglio, il modello di business di Azimut è incentrato sulla vendita, sulla gestione e sulla distribuzione di prodotti finanziari e assicurativi, attraverso oltre 2000 professionisti e diverse società. La Holding opera in Italia, ma anche a livello internazionale, in realtà molto fiorenti nell’ambito dell’asset management, come Lussemburgo, Svizzera ed Emirati Arabi Uniti. 

Tra i prodotti principali venduti e gestiti dall’azienda sono inclusi fondi comuni italiani, fondi alternativi italiani, fondi multistrategia e Assicurazioni sulla vita. Il punto di forza della compagnia è senz’altro la sua rete di distribuzione. L’azienda Azimut investe molto su questo aspetto puntando soprattutto sulla formazione dei consulenti in diversi ambiti della finanza. La coordinazione tra professionisti e società controllate è l’arma vincente di questo business, altamente performante. Grazie al suo modello operativo, la società ha conquistato la fiducia di clienti e investitori, arrivando ad essere un punto di riferimento nel suo settore di attività anche in Borsa. 

 Profitti e perdite di Azimut

Nonostante la pandemia in atto, Azimut ha recentemente ottenuto risultati finanziari record, in particolar modo nel 2021, quando ha realizzato un utile netto più alto del 59% rispetto al 2020. Si tratta senza alcun dubbio di un forte segnale di crescita, con la società che ora può porre ulteriori basi ad un’espansione futura, oltre i territori in cui già opera ed intensificando le operazioni già in atto. Per quanto riguarda la quotazione del titolo della società in Borsa, il prezzo era riuscito ad involarsi, a fine 2021, verso i massimi record del 2015. Tuttavia, l’apprensione globale per la guerra tra Russia e Ucraina ha poi interrotto l’escalation del titolo. Nel complesso, per la società milanese, i profitti superano di gran lunga le perdite, la gestione dei costi è ottimale, il livello di indebitamento sta diminuendo e l’utile tocca picchi record. Tutti questi elementi potrebbero portare gli investitori a puntare su Azimut non solo nel breve e medio periodo, ma anche nel lungo termine. 

Azimut: chi sono i competitor del settore? 

I competitor di Azimut sono principalmente quattro: le statunitensi BlackRock Inc e BNY Mellon, la canadese Brookfiled Asset Management Inc e il Gruppo svizzero UBS. In particolare, la multinazionale BlackRock rappresenta un colosso mondiale nell’ambito dell’Asset Management e attualmente non ha rivali capaci di replicare e/o superare la sua espansione. In Italia, invece, Azimut vanta un’assoluta leadership nel suo settore di attività. 

 Azimut: le figure chiave 

Per investire anche solo 100 euro su Azimut i trader non devono dimenticare le figure chiave dell’azienda. Infatti, per puntare ad una rendita mensile da Azimut, bisogna conoscerne i dirigenti, in modo tale da poter essere sempre aggiornati su eventuali dichiarazioni o nuove strategia in atto. 

Attualmente, il CEO di Azimut è Paolo Martini. Più precisamente, Martini è Amministratore Delegato e Direttore Generale di Azimut Holding, Vice Presidente di Azimut Capital Management e Presidente di Azimut Libera Impresa. Una figura di spicco a cui l’azienda deve gran parte del suo successo e punto di rifermento per gli investitori. Martini ha iniziato la sua carriera con una Laurea in Economia all’Università Cattolica di Milano, lavorando poi nel settore bancario presso Alleanza Assicurazioni, Gruppo ING e Banca Esperia, prima di approdare in Azimut. 

Il fondatore della compagnia è, invece, Pietro Giuliani, Presidente della Holding e delle società operative del Gruppo. Altre figure dirigenziali della compagnia sono Gabriele Blei, Massimo Guiati, Giorgio Medda e Alessandro Zambotti. 

Il sentiment dei lavoratori dell’azienda Azimut

Lavorare per Azimut sembra essere piuttosto soddisfacente. Recenti statistiche mostrano un livello di gradimento attorno all’80% sia per quanto riguarda la retribuzione e i benefit, sia per le possibilità di carriera. Molto apprezzata dai dipendenti anche la cultura aziendale. In linea generale, quello di Azimut è considerato un ambiente molto competitivo, ma anche molto stimolante e meritocratico. L’azienda viene considerata molto seria e viene vista da molti professionisti come un punto di svolta per la propria crescita professionale e personale. Ad ogni modo, le questioni legate alla gestione delle risorse umane non hanno mai influenzato l’andamento del titolo societario in Borsa e sarà difficile che ciò possa accadere in seguito visto l’assetto aziendale incentrato sulla libera professione. 

Livello di indebitamento di Azimut

Il livello di indebitamento di Azimut è basso e la società procede spedita verso il totale risanamento, anche grazie ai guadagni record dell’ultimo periodo. Molti trader che hanno scelto di investire 200 euro su Azimut lo hanno fatto per l’Utile Netto record del 2021, pari a 605 milioni di euro. Un risultato che segna un +59% rispetto al 2020 e che evidenzia il forte momento di crescita dell’azienda. Gli obiettivi finanziari viaggiano ancora verso un utile di almeno 400 milioni di euro e una Raccolta Netta Totale compresa tra 6 e 8 miliardi in condizioni di mercato normali. Rimane l’incognita della guerra in Ucraina di cui potremo conoscere gli sviluppi solo strada facendo. 

La RoadMap societaria

La RoadMap di Azimut è fortemente incentrata sull’innovazione in ambito finanziario, attraverso lo sviluppo del credito alternativo, equity come strumento di crescita e l’utilizzo delle nuove tecnologie applicate alla finanza. L’azienda punta ad espandersi ulteriormente, ampliando la propria rete di professionisti, sia a livello nazionale che internazionale. Ricordiamo che le aree territoriali operative di Azimut, attraverso le sue controllate, sono: Italia, Luxembourg, Irlanda, Hong Kong and Shanghai, Monaco, Svizzera, Taiwan, Brasile, Singapore, Messico, Australia, Cile, Stati Uniti, Egitto, Emirati Arabi and Turchia.

Investire in Azioni Azimut Holding

Il grafico sottostante evidenzia l’andamento storico del titolo Azimut Holding.

Grafico azioni Azimut Holding aggiornato in tempo reale

Previsioni Titolo Azimut Holding

Per fare previsioni sulle azioni Azimut Holding che risultino efficaci, l’investitore dovrà soffermarsi su due fattori chiave. Ovvero le politiche di espansione della società e la situazione economica globale.

In linea generale, la compagnia ha saputo trovare il modo per avere le spalle coperte. Infatti, operando in tutti e cinque i continenti, nel caso di una crisi in Europa, ad esempio, il Titolo potrebbe rimanere a galla grazie ad una migliore situazione negli altri Stati.

Storico Quotazioni Azimut Holding

Prendendo in esame lo storico delle quotazioni delle Azioni Azimut Holding possiamo notare l’evidente costante crescita del Titolo. Il picco più alto è stato raggiunto nel 2015, quando il prezzo del bene finanziario ha toccato gli oltre 29 euro di quotazione. Attualmente, il Titolo vale all’incirca 9,50 euro.

Considerata la posizione d’eccellenza ricoperta dalla società, in ambito finanziario, la crescita è stata caratterizzata da slanci molto decisi. E la stessa prospettiva rimane per il futuro.

Dividendi Azioni Azimut Holding

I dividendi societari di Azimut Holding S.p.A. vengono distribuiti ogni anno, nel mese di Maggio. L’entità dei dividendi è pari, attualmente, a 0,50 euro, dopo il picco di 0,78 del 2015.

Trading su Azioni Azimut Holding

Il trading online su CFD Azimut Holding promette potenziali profitti molto interessanti. Non è difficile puntare su questo titolo, dal momento che, in soli 4 anni, l’azienda è cresciuta del 600%.

Per questo motivo, come accennato precedentemente, l’operazione viene consigliata sia a chi investe a breve termine, sia a chi preferisce la lunga scadenza.

Il nostro voto
Sommario
Come Comprare e Investire in Azioni Azimut Holding
Nome Articolo
Come Comprare e Investire in Azioni Azimut Holding
Descrizione
Come comprare e investire in azioni Azimut Holding! ✅Scopri le previsioni sul titolo e i dividendi, lo storico delle quotazioni e il grafico.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore

Il 69-83% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Considera se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu accetti la cookie policy.