Come comprare e investire in Azioni Banco BPM

Le Azioni Banco Popolare di Milano, oggi azioni Banco BPM dopo la fusione con la Banca Popolare di Milano (Ticker BPM, Codice ISIN IT0005218380), vengono emesse dal Gruppo Banco BPM S.p.A., società di origine cooperativa operante nel settore bancario dal 2017. L’azienda è attiva principalmente nel Nord Italia. In totale, a livello nazionale, la compagnia gestisce oltre 2000 sportelli e circa 18000 dipendenti. In Lombardia, il Gruppo è il maggiore operatore bancario. Si tratta del terzo gruppo bancario italiano più grande dopo Intesa Sanpaolo e Unicredit. Il Titolo Banco Popolare è quotato in Borsa dal 2007, ancor prima, dunque, della fusione con la Banca Popolare di Milano che ha dato vita al gruppo BPM: oggi quindi ci riferiamo ad esso come come titolo Banco BPM. La sede principale si trova a Verona e lo slogan societario recita: “Io sono Popolare”. Già da questo si evince il forte contatto con il territorio in cui la compagnia opera, tratto distintivo del gruppo, da sempre.

banco bpm azioni previsioni quotazioni titolo dividendi grafico

Fare trading sulle Azioni Banco BPM significa porre fiducia su di un gruppo molto solido che, negli anni, si è dimostrato sempre molto attento alle esigenze di clienti, soci e investitori. Il marchio è dunque simbolo, al contempo, di tradizione e innovazione, nel settore bancario italiano.

Il primo passo per investire in azioni Banco BPM è trovare un broker regolamentato sul quale aprire un conto trading. Una delle piattaforme più conosciute e sicure è senza dubbio LiquidityX. Questo broker permette anche a chi non ha esperienza di fare trading con ottimi risultati, ed è infatti responsabile della formazione di centinaia di traders di successo, grazie alle ottime lezioni che offre direttamente sul sito. Per ottenere l’accesso alla piattaforma è necessario effettuare un deposito che può essere di soli 200 euro. Per iscriverti su LiquidityX e cominciare il tuo percorso formativo di trading, clicca qui.

Apri un Conto Gratis con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 200€

Licenza: HCMC

  • Demo Gratis
  • Trading Central gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

74% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: XTB

Deposito: Nessun Minimo Richiesto

Licenza: CySEC/KNF/FCA

  • Demo Gratis
  • 0% Commissioni su Azioni

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

79% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capex.com

Deposito: 100€

Licenza: CySEC

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

69% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capital.com

Deposito: 20€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Spread Competitivi

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

83% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

78% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Comprare azioni Banco BPM: cosa analizzare per conoscere l’azienda? 

L’ex gruppo Banco Popolare oggi Banco BPM, ha rappresentato in passato una valida opzione bancaria fino ad essere re brandizzata come la conosciamo oggi. Investire su tali azioni è stato per lungo tempo un’opzione remunerativa per gli investitori e capire come essa sia mutata nel tempo e quali caratteristiche nuove abbia acquisito rispetto al passato può essere premonitore del valore di investimento. Nel corso di questo nuovo articolo andremo ad analizzare gli aspetti chiave di Banco Popolare nello specifico:

  1. Il modello di business dell’azienda; 
  2. Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali; 
  3. Studio dei competitor dello stesso settore; 
  4. Le persone chiave collegate all’azienda (i c-level); 
  5. Il sentiment dei lavoratori dell’azienda; 
  6. Livello di indebitamento dell’azienda; 
  7. La RoadMap societaria. 

Per scegliere con cura se le azioni BPM facciano o meno al caso tuo abbiamo preparato una lista dei 7 punti chiave del gruppo per aiutare il tuo processo decisionale!

Il modello di business dell’azienda

Il gruppo italiano Banco Popolare nasce come gruppo cooperativo nel 2007 ed è appunto stato attivo nel settore bancario la sua attività è ormai cessata nel 2016, dalla sua fusione con Banca Popolare di Milano da cui è diventata Banco BPM. Il gruppo distingueva le sue aree di interesse commerciale in:

  • Privati
  • Imprese
  • Corporate Investment Banking

Il gruppo offriva diverse soluzioni e prodotti mantenuti nel tempo anche dal suo successore Banco BPM, i principali prodotti sono:

  • Conti e servizi digitali
  • Mutui 
  • Prestiti Personali
  • Risparmio e Investimento
  • Trading
  • Assicurazioni
  • Mobilità

Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali

Per considerare gli aspetti di valore e le mancanze occorre ragionare attentamente sui fatturati e le perdite registrate dal gruppo nel corso degli anni di attività. Da questo passaggio è possibile estrapolare diverse informazioni utili al fine dell’operatività come i volumi di scambio e quale sia il valore dell’attività in termini di ricavi prodotti. I bilanci delle aziende vengono redatti ogni anno e sono sempre consultabili se messi in ordine forniscono una panoramica ben dettagliata della macro situazione.

Nel caso specifico dell’ex gruppo Banco Popolare ormai Banco BPM il fatturato dichiarato per l’anno solare 2019 è stato di 4,293 miliardi di euro. 

Studio dei competitor dello stesso settore

In passato l’ex Banco Popolare (oggi Banco BPM)è stato come detto una delle principali realtà del circuito bancario italiano. Ovviamente col protrarsi del tempo il comparto bancario si è arricchito di gruppi attivi generando una concorrenza talvolta molto aspra. Per noi tali relazioni e dinamiche possono essere vantaggiose da osservare per delineare in cosa la compagnia sia stata carente e in cosa abile questo ci darà la misura del potenziale attivo e di come ci si possa posizionare in futuro in relazione agli altri. Nello specifico i principali competitor di Banco BPM sono stati:

  • UBI Banca
  • Banco Popolare Società Cooperativa
  • Banca Popolare di Vicenza
  • Intesa SanPaolo
  • Lafarge
  • Holcim
  • Italcementi Group

Le persone chiave collegate all’azienda

Chi rappresenta un gruppo sono le figure di spicco più note nel momento in cui si prende in esame l’azienda. Nel tempo tali figure ovviamente ambiano per ovvie ragioni e sta alla compagnia mantenere lo stesso standard qualitativo al fine di non abbassare anche la qualità dei servizi e dell’azienda stessa. Conoscere più da vicino tali figure ci permette di conoscerne il modo di pensare gli obiettivi che pone per sé e per il gruppo. La figura chiave del gruppo Banco BPM è certamente l’amministratore delegato e CEO Giuseppe Castagna.

Giuseppe Castagna è un dirigente d’azienda italiano ha iniziato la sua carriera professionale nel 1981 presso il gruppo Intesa SanPaolo dove ha lavorato fino al 2013 è stato inoltre consigliere d’amministrazione e membro del comitato esecutivo di gruppi come Intesa Mediofactoring, Leasint e Aicib oltre che consigliere di Société Européenne de Banque Luxembourg. Nel 2020 è stato nominato cavaliere del lavoro dal presidente della repubblica Sergio Mattarella.

Il sentiment dei lavoratori dell’azienda

Il tessuto connettivo di una compagnia è composto dai lavoratori del gruppo. Per mantenere uno standard qualitativo elevato dei servizi offerti occorre monitorare quale sia anche lo stato d’animo che interessa gli impiegati. Se dovessero venir meno ad esempio delle tutele o se l’ambiente di lavoro non fosse consono o addirittura ostile per dinamiche interne questo genererebbe una perdita di produttività e risorse per l’azienda. Ecco perche adottare politiche congrue ai bisogni ragionevoli dei lavoratori è di primaria importanza per assicurarsi una macchina che funzioni in tutti i suoi aspetti. Nel caso specifico dell’ex Banco Popolare oggi Banco BPM il numero dei dipendenti totali è di 22,000. L’attività del gruppo è stata nel tempo oggetto di critiche da parte dei lavoratori che rimproveravano all’azienda una scarsa propensione alla novità e al cambiamento ove occorresse. Il luogo di lavoro e le mansioni richieste sono state descritte tuttavia come proficue da un punto di vista delle competenze acquisite e con l’opportunità di essere promossi a gradi superiore con una logica basata sul merito.

Livello di indebitamento dell’azienda

Fatturare è il motto di ogni azienda. La motivazione la possiamo immaginare ovviamente ma ciò che dobbiamo anche sapere è quale sia il punto di pareggio affinché l’azienda possa iniziare a generare utili. Tale livello può essere determinato per mezzo della comparazione fatturati/livello di indebitamento. Nel caso specifico di Banco BPM grazie ad una gestione attenta e puntuale da parte del suo apparato economico il debito del gruppo nel corso degli anni è rimasto sempre pari a zero. 

La RoadMap societaria

Come specificato il gruppo Banco Popolare così come lo conoscevamo ha cessato la sua attività bancaria nel 2016, dalla fusione con il gruppo Banca Popolare di Milano è nata l’attuale Banco BPM. Nell’ambito di un processo di fusione e quindi non solo di rebranding molti sono stati i cambiamenti strutturali interni che l’azienda ha dovuto affrontare per poi ripartire con una spinta propulsiva in termini di crescita. Una recente notizia che ha generato scompiglio sui mercati è stato il blitz condotto dal gruppo Credit Agricole che ha comprato il 9,2% di Banco BPM. Nel complesso la rinata azienda ha prospettive di crescita nuove e sicuramente molto interessanti da monitorare per il futuro.

Investire in Azioni Banco BPM

Il grafico sottostante evidenzia l’andamento storico del titolo Banco BPM

Grafico Azioni Banco BPM aggiornato in tempo reale

Previsioni Titolo Banco BPM

Per fare le giuste previsioni sulle azioni Banco BPM è fondamentale considerare l’assetto cooperativo della società. Infatti, grazie alla propria rete di istituti bancari, il gruppo si è mostrato capace di far fronte a diversi problemi. Ci si riferisce a nuove normative quanto a questioni legate al recupero crediti.

Naturalmente, quando si investe su un’azienda operante nel settore bancario, è d’obbligo tenere sotto controllo la situazione economica e finanziaria nazionale.

Storico Quotazioni Banco BPM

Lo storico delle quotazioni delle Azioni Banco BPM evidenzia una significativa flessione al ribasso, dal 2007 ad oggi. La principale causa del crollo del titolo è dovuta alla crisi economica globale del 2008.

Dal 2011 al 2015 la quotazione sembrava aver trovato una certa stabilità. Salvo poi il verificarsi di un nuovo trend al ribasso a partire dal 2016, dovuto principalmente alle nuove normative in ambito bancario volute dal Governo Renzi.

Dividendi Azioni Banco BPM

I dividendi societari del Gruppo Banco BPM S.p.A. sono stati distribuiti a fasi alterne, dal 2007 ad oggi. Tuttavia, il nuovo assetto societario dopo la fusione con la Banca Popolare di Milano del 2017 fa supporre qualche cambiamento anche in questo senso.

Gli ultimi dividendi distribuiti risalgono al 2016, la cui entità è stata di 0,15 euro.

Trading su Azioni Banco BPM

Il trading online su CFD Banco BPM ben si adatta ad un approccio di investimento incentrato sul breve e brevissimo termine.

Il nostro voto
Sommario
Come comprare e investire in Azioni Banco BPM
Nome Articolo
Come comprare e investire in Azioni Banco BPM
Descrizione
Come comprare e investire in azioni Banco BPM! ✅ Scopri le previsioni sul titolo e i dividendi, lo storico delle quotazioni e il grafico.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore

Il 69-83% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Considera se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu accetti la cookie policy.