Come comprare e investire in Azioni Mattel

Le azioni Mattel (Ticker MAT, codice ISIN US5770811025) sono di uno dei maggiori produttori di giocattoli al mondo, proprietario di marchi quali Barbie, UNO, Monster High, etc. Fondata nel 1945 da Elliot Handler e Harold Matson, prende il nome dalla combinazione dei loro cognomi. Dopo un ventennio di assestamento sul mercato, la fortuna della Mattel Inc. arrivò con la diffusione del marchio Barbie, divenuto uno dei simboli della cultura pop, e dalla distribuzione in Europa e in Canada dei prodotti NES. Nel 1993 si fuse con la Fisher-Price e nel 1996 acquisì la Tyco Toys, all’epoca terza casa produttrice di giocattoli al mondo, imponendosi definitivamente nel settore. Il titolo Mattel è caratterizzato da una volatilità giornaliera molto elevata, in parte riconducibile alla crisi del settore e in parte al grosso scandalo del 2007, ove il rinvenimento di vernici al piombo nei prodotti della Mattel Inc. causò il ritiro dal mercato di più di venti milioni di pezzi. Questo rende il titolo Mattel Inc. estremamente interessante per operazioni di speculazione, promettendo rapidi e cospicui profitti a fronte di un’operatività orientata al brevissimo periodo.

mattel azioni previsioni quotazioni titolo

Fare trading sulle azioni Mattel si presenta come un’operazione ottimale per investitori non avversi al rischio e intenzionati ad investimenti veloci. Con un fatturato nel 2017 di 4,88 miliardi di dollari e una percentuale di piccoli afflussi di capitale(30,10%, di contro al 19,41% dei medi e 2,17% dei grossi), il titolo Mattel Inc. presenta un forte appeal speculativo.

Per fare trading sulle azioni Mattel è fondamentale trovare un broker affidabile sul quale aprire un conto. Una delle piattaforme più quotate è LiquidityX grazie ai suoi conti trading a commissioni zero sulle azioni. Affidarsi ad un broker che non richiede alcuna commissione e ridurre al minimo le spese è infatti la chiave per massimizzare il profitto sugli investimenti fatti. In aggiunta, il sito propone vari corsi online per imparare a fare trading in modo professionale. Per attivare il conto trading è necessario depositare un capitale iniziale che può essere di soli 200 euro. Per godere subito dei vantaggi di LiquidityX clicca qui.

Apri un Conto Gratis con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 200€

Licenza: HCMC

  • Demo Gratis
  • Trading Central gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

74% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: XTB

Deposito: Nessun Minimo Richiesto

Licenza: CySEC/KNF/FCA

  • Demo Gratis
  • 0% Commissioni su Azioni

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

79% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capex.com

Deposito: 100€

Licenza: CySEC

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

69% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capital.com

Deposito: 20€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Spread Competitivi

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

83% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

78% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Comprare azioni Mattel: cosa analizzare per conoscere l’azienda?

Mattel è un’azienda americana produttrice di giocattoli che possiede i più famosi brand sul mercato. Considerata fra le principali al mondo e preceduta solo da Lego, la sua è una storia fatta di successi che si sono susseguiti nel tempo rendendolo un gruppo saldo e quotato. Per comprare azioni Mattel occorre comprenderne prima il come fa impresa e tutta quella serie di ingredienti che la hanno resa il colosso di mercato che tutti conosciamo. Fra gli elementi più indicativi del modo di fare business del gruppo andremo ad analizzare da vicino:

  1. Il modello di business dell’azienda;
  2. Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali;
  3. Studio dei competitor dello stesso settore;
  4. Le persone chiave collegate all’azienda (i c-level);
  5. Il sentiment dei lavoratori dell’azienda;
  6. Livello di indebitamento dell’azienda;
  7. La RoadMap societaria.

Gli aspetti che compongono un’azienda storia come Mattel sono tantissimi ma saper filtrare quelli maggiormente rappresentativi è fondamentale per un’analisi mirata e che attraversi in modo esaustivo i 7 punti chiave del gruppo!

Il modello di business dell’azienda

Mattel è una compagnia fondata nel 1945 attiva nella produzione di giocattoli. Tra i prodotti più noti venduti dal gruppo Mattel abbiamo:

  • Barbie
  • Monster High
  • Big Jim
  • Hot Wheels
  • Matchbox
  • Masters of the Universe
  • UNO

Il gruppo produce inoltre console e videogiochi per il settore videoludico. Mattel adotta un modello di business che possiamo definire come mass market per la sua volontà di rivolgere i propri prodotti a chiunque non operando distinzioni particolari se non in termini di linee prodotti e mercati di riferimento di diversa provenienza geografica.

Profitti e perdite presenti negli ultimi bilanci aziendali

Una profilazione finanziaria accurata in fase iniziale consente di determinare molteplici aspetti che possono nel tempo indurre un apprezzamento azionario del titolo. Acquistare azioni vuol dire sperare che il valore cresca nel tempo consentendo all’investitore di rivenderle in seguito ad un prezzo migliore così da generare un profitto. I flussi di soldi che hanno segnato gli anni di lavoro del gruppo sono un primo tassello dell’indagine che consente di determinare il giro d’affari del segmento e la capacità del gruppo di generare introiti. Le prestazioni finanziarie possono essere consultate attraverso i report di bilancio che consentono di consultare una forma rendicontata di entrate e uscite. Vediamo i ricavi realizzati dal gruppo Mattel dal 2009 al 2021 espressi in milioni di usd:

  • 2009 – 5.431
  • 2010 – 5.856
  • 2011 – 6.266
  • 2012 – 6.421
  • 2013 – 6.485
  • 2014 – 6.024
  • 2015 – 5.703
  • 2016 – 5.453
  • 2017 – 4.881
  • 2018 – 4.515
  • 2019 – 4.505
  • 2020 – 4.588
  • 2021 – 5.458

Studio dei competitor dello stesso settore

Le aziende produttrici di giocattoli sono molte e sono considerabili competitor del gruppo Mattel. Comprendere quale sia la concorrenza a cui è esposta la compagnia su cui si intende investire è fondamentale per determinare aspetti di valore commerciale e il ruolo nel comparto di riferimento. Lo studio dei competitor consente dunque di esaminare molteplici approcci allo stesso mercato e determinare sulla base dei risultati quale sia il più efficace. Inoltre in questo modo è possibile conoscere le caratteristiche di riferimento e per mezzo di un confronto comprendere quali siano i punti migliori e quelli peggiori. Vediamo quali sono i principali competitor del gruppo Mattel:

  • Lego
  • Hasbro
  • VTech
  • Leapfrog Enterprises
  • GTX
  • Spin Master
  • Funko
  • The Walt Disney Company
  • Moose
  • Playmobil
  • Jakks

Le persone chiave collegate all’azienda (i c-level)

Ogni giorno leggiamo notizie che riguardano compagnie senza effettivamente comprendere il filo logico e il target. Ogni decisione viene presa nel contesto più ampio di strategie commerciali ben pianificate dalla struttura di governane del gruppo. Comprendere quale modello abbia adottato il gruppo in base alle proprie esigenze specifiche e chi siano i top manager che ne fanno parte è molto utile per la nostra indagine di mercato in quanto ci consente di andare più in profondità dei dettagli chiave e delle dinamiche interne al gruppo. Conoscere i C Level e chi abbiano rappresentato in passato inoltre è un potente rivelatore di valore professionale e etica del lavoro che consentono ancor più di comprendere determinati passaggi strutturali del ciclo vitale della compagnia. Nel caso del gruppo Mattel possiamo selezionare come figure chiave il CEO e Chairman Ynon Kreiz e il direttore operativo (COO) Richard L. Dickson.

Ynon Kreiz è un imprenditore e dirigente israeliano nato nel 1965 a Tel Aviv. Ha conseguito una laurea in economia e management presso l’Università di Tel Aviv e un MBA presso la Anderson School of Management dell’UCLA. All’inizio della sua carriera ha la fortuna di incontrare il magnate dei media Haim Saban con il quale si unisce nel 1994 in una partnership commerciale. Nel 1996 trasferitosi a Londra fonda Fox Kids Europe e dal 1997 al 2002 ne è stato presidente e CEO. Dal 2007 al 2007 Ynon Kreiz è stato general partner di VC Benchmark Capital e fatto parte dei consigli di amministrazione di North American Sport Network, Next New Networks, Setanta Sports, Wonga e Codemasters. Ha poi collaborato con Endemol e Maker Studios. Nel 2018 diviene CEO di Mattel facendo aumentare sotto la sua guida le vendite del 19% e il reddito operativo del 95%.

Richard L. Dickson è un dirigente d’azienda americano. Ha conseguito la laurea presso l’Università del Maryland e completato il programma esecutivo della UCLA Anderson School of Management. Prima di entrare a far parte del gruppo Mattel ha ricoperto diversi ruoli dirigenziali in Bloomingdale’s prima di co-fondare Gloss.com acquisita poi nel 2000 dal gruppo Estee Lauder Companies. Dopo questa esperienza entra a far parte del gruppo Mattel dove ha riportato in auge prodotti come Barbie e curato l’evoluzione di Hot Wheels.

Il sentiment dei lavoratori dell’azienda

Il numero di lavoratori impiegati dal gruppo Mattel è ormai in crescita dal 2018 dove i lavoratori erano 27.000 sino ad arrivare agli attuali 36.300 del 2022 emblematico di una crescita costante nel tempo delle attività e del giro d’affari del gruppo. La compagnia viene descritta come ben organizzata e in grado di fornire supporto strategico ai propri dipendenti. Le condizioni sono buone a fronte di una politica inclusiva verso tutte le etnie con particolare attenzione ai benefit dei lavoratori.

Livello di indebitamento dell’azienda

Il debt to equity ratio del gruppo Mattel a marzo 2022 era di 1.44.

La RoadMap societaria

Il gruppo Mattel sta incanalando i propri sforzi nella produzione di Barbie volte a promuovere l’inclusività come Ken “incinto” e Barbie Transgender. L’azienda ha inoltre sviluppato partnership nel metaverso con Nike ad esempio segnale del suo essere al passo con tempi che cambiano senza rimanere ancorata a vecchi retaggi. In prospettiva le azioni del gruppo possono subire apprezzamenti ulteriori visto il controllo capillare del mercato da parte del gruppo.

Investire in Azioni Mattel

Il grafico sottostante mostra l’andamento storico del titolo Mattel.

Grafico azioni Mattel aggiornato in tempo reale

Previsioni titolo Mattel

Per fare previsioni sulle azioni Mattel è necessario innanzitutto guardare al grafico di prezzo qui riportato perché tra le informazioni che offre mostra anche la tendenza di mercato attualmente in essere. Percentuali di crescita positive nel breve periodo fanno prospettare agli analisti una corsa al rialzo che potrebbe arrivare fino ad una quotazione massima di 20 dollari, di contro a una media di 14,85.

Storico quotazioni Mattel

Lo storico delle quotazioni delle azioni Mattel riporta nel lungo periodo una decrescita del titolo del 60,09% in cinque anni e del 6,35% nell’anno 2018. La discrepanza tra gli indici positivi nel breve periodo e quelli negativi nel lungo confermano l’alta volatilità del titolo e allo stesso tempo la sua appetibilità, con prestazioni superiori alle aspettative.

Dividendi azioni Mattel

I dividendi societari di Mattel vengono distribuiti ogni anno agli azionisti della società che possiedono quindi quote della stessa.

Trading su Azioni Mattel

Il trading online su CFD Mattel è ampiamente praticato in Europa, ove il titolo registra un andamento decisamente migliore e più stabile rispetto all’America.

Il nostro voto
Sommario
Come comprare e investire in Azioni Mattel
Nome Articolo
Come comprare e investire in Azioni Mattel
Descrizione
Come comprare e investire in azioni Mattel! ✅ Scopri le previsioni sul titolo e i dividendi, lo storico delle quotazioni e il grafico.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore

Il 69-83% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Considera se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu accetti la cookie policy.