Pechino spavenda il mondo e i mercati mettendo a rischio l’autonomia di Hong Kong. “Un Paese, due sistemi”, ma il sistema adesso è uno solo. Il Parlamento cinese ha infatti annunciato che sull’ex colonia britannica verrà applicata la nuova legge sulla sicurezza nazionale. Stando a quanto dichiarato da Wang Chen, vicepresidente del Comitato permanente del Congresso, diverse potenze straniere stanno minacciando la Cina. Pertanto, è necessario attuare forti misure di sicurezza, soprattutto per evitare le attività separatiste o di infiltrazione a Hong Kong.

Stati Uniti e Europa hanno comunicato pubblicamente la propria preoccupazione rispetto all’iniziativa del Governo Cinese che ha generato immediatamente il Crollo della Borsa di Hong Kong. Tra oggi e domani si prevedono alcune mobilitazioni nella regione speciale, guidate dagli esponenti pro democratici.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Il crollo della Borsa di Hong Kong spaventa gli investitori

Dopo la stretta di Pechino sul territorio autonomo di Hong Kong, l’indice benchmark Hang Seng è crollato del 5,4%. In negativo anche tutte le altre borse asiatiche. Tokyo chiude a -0,80%, mentre Shanghai, Sidney e Seoul hanno fatto registrare, rispettivamente, -1,71%, -0,92%, e -1,72%.

Il caos sui mercati si è verificato subito dopo le parole del portavoce del Congresso nazionale, Zhang Yesui, che ha dichiarato che:

Alla luce delle nuove circostanze e delle nuove necessità, l’Assemblea nazionale del popolo esercità il potere di lanciare e migliorare a livello statale un quadro legale e un meccanismo di rispetto delle regole, al fine di tutelare la sicurezza nazionale.

In sostanza, Pechino prende il controllo del territorio, generando ulteriore caos sui mercati nella già difficile situazione del post Covid19. Chi desidera investire in Borsa adesso, dunque, deve fare i conti anche con la situazione asiatica, più incerta che mai.

La rezione di Washington e UE contro Pechino

La situazione di Hong Kong, inevitabilmente, è diventata un caso mondiale. Mentre Pechino impone alla regione la propria legge sulla sicurezza nazionale, l’America e l’Europa non possono stare a guardare. Inoltre, per la prima volta, il premier Li Keqiang non ha fissato un target di crescita per il 2020.

Immediata la reazione della Casa Bianca. Mike Pompeo, Segretario di Stato degli Stati Uniti, ha condannato l’iniziativa cinese, chiedendo a Pechino di tornare sui propri passi. Trump ha invece ribadito l’intenzione di voler revocare ad Hong Kong il trattamento commerciale privilegiato, qualora la regione perdesse la propria autonomia in favore di Pechino.

La situazione è molto tesa e anche Bruxelles si è espressa sulla questione. l’Alto rappresentante Ue Josep Borrell ha sottolineato che anche il Vecchio Continente, così come gli USA, sostiene l’autonomia di Hong Kong, invitando Pechino a rivedere la propria strategia.

Sulla questione è intervenuto anche Chris Patton, ultimo governatore britannico di Hong Kong, ribadendo che Pechino vede nella regione autonoma tutto ciò non tollera: dalla democrazia alla libertà di stampa, passando per la tutela dei diritti umani.

L’opinione generale è che dietro la mossa del Governo cinese ci sia ben altro che la sicurezza nazionale.

Altri articoli dello stesso autore: