Meno di due mesi fa, la Fed era per lo più unita nel dire che l’economia americana era in buona forma. Questo mese, la Fed ha abbandonato il proprio impegno a essere paziente con il mese successivo e poco meno della metà dei membri votanti ora vede due tagli di tassi quest’anno . Le controversie commerciali sono il principale responsabile di questa inversione di tendenza in uno spazio di tempo relativamente breve.

La Fed prende posizione

Sembrava che Stati Uniti e Cina fossero sulla strada per risolvere i loro problemi, fino a quando i negoziati non si sono sciolti a maggio e Washington ha scatenato una nuova serie di tariffe. I prezzi di mercato sono stati colpiti dall’evento. I mercati stanno scontando una probabilità del 71,9% di un taglio a luglio , rispetto al 68,5% precedente all’incontro. È generalmente accettato che alla Fed piaccia vedere i prezzi di mercato pari o superiori alla soglia del 70% prima di apportare una modifica.

Le attese per il secondo taglio di settembre sono salite al 62,4%, in rialzo rispetto al 50,6% precedente all’incontro. La probabilità di un terzo taglio entro dicembre è pari al 41,2%. Al momento è ritenuto che si tratti di un’opportunità esterna, quindi il 41,2% potrebbe essere ottimisticamente accomodante. Naturalmente, queste aspettative dovranno essere confermate dall’azione della Fed. In caso contrario, si potrebbe osservare un’inversione delle tendenze attuali, sebbene l’azione dipenderà anche dagli sviluppi della guerra commerciale poiché un accordo a sorpresa dopo il G20 potrebbe vedere la Fed tornare a una posizione più neutrale, e i mercati dovrebbero adeguarsi di conseguenza. A seguito della riunione il mercato ha avuto diverse reazioni più o meno inaspettate

La discesa delle azioni e la crescita dell’oro

I rendimenti sono diminuiti con gli US10Y che hanno provato il 2% in Asia, il rendimento più basso da novembre 2016 (quando Trump è stato eletto). L’anno US2 ora ha raggiunto solo l’1,73%, il livello più basso da novembre 2017.

Le azioni si sono mosse più in alto e rimangono sostenute, anche se il rialzo è stato piuttosto limitato nel complesso. DJIA e S & P500 hanno raggiunto solo un nuovo margine marginale prima di rientrare nel massimo della sessione precedente. L’oro è scoppiato sopra $ 1350 e ora è scambiato a poco meno di $ 1360, con un massimo intraday che ha toccato il livello più rialzista dall’aprile 2018: ottima notizia per chi fa trading sulle materie prime

Il USD rimane stabile

La coppia USD / JPY è scesa a un minimo infragiornaliero di -0,5%, stabilendosi infine intorno allo 0,35% entro la fine della sessione. Ciò mantiene il pregiudizio ribassista delineato martedì con la zona di resistenza che ha svolto il suo lavoro e lo slancio ribassista che punta ancora più in basso.

Da qui ci aspetteremmo che i trader svaniscano in piccoli rally per raggiungere il target 107,51 ma, se le guerre commerciali dovessero intensificarsi ulteriormente, potremmo essere molto più bassi. L’USD / CHF è crollato dell’1% a uno e ha prodotto un di candela di engulfing al di sotto della parità, stabilendo infine un -0.7% a chiusura del gioco.

Aveva faticato a fare progressi sopra la parità e ha trovato resistenza tra 1.0000 / 16 prima di ribaltarsi. Dato lo slancio ribassista, il percorso di minor resistenza sembra essere più basso e ci aspetteremmo di svanire in rally intraday per raggiungere il minimo di giugno. Una rottura sotto 0.9855 apre una corsa per i minimi del 2019.

Altri articoli dello stesso autore:

Piattaforma: 24option

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

Recensione

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

Recensione

*Terms and conditions apply

Condividi l'articolo con i tuoi amici
error

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.