Per chi decide di investire in Azioni, lo stacco dei dividendi, nonché il loro valore, è naturalmente di grande interesse. Stando agli ultimi dati rilevati, la crisi del coronavirus vedrà le più grandi aziende del mondo tagliare i dividendi tra il 17% e il 23%, quest’anno, fino a $ 400 miliardi. Tuttavia, ci sono settori come quello tecnologico che stanno cercando di combattere questa tendenza.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Borse e dividendi: la situazione attuale

Secondo una ricerca di Janus Henderson, i pagamenti dei dividendi globali sono crollati a $ 382 miliardi nel secondo trimestre dell’anno. Il dato è pari ad un calo del 22% su base annua, il livello peggiore dal 2009.

Nel dettaglio, tutte le regioni globali hanno registrato pagamenti in calo, ad eccezione del Nord America, dove i pagamenti canadesi si sono dimostrati resistenti. A livello mondiale, il 27% delle imprese ha tagliato i dividendi. L’Europa la zona più colpita: due terzi delle aziende ha direttamente e definitivamente annullato i dividendi.

La scomposizione dei vari settori ha evidenziato grosse differenze.

Le banche e altre società finanziarie, a cui è stato ordinato di bloccare il pagamento dei dividendi, hanno rappresentato la metà della riduzione del 45% del calo in Europa, per 77 miliardi di dollari.

Le compagnie del settore petrolifero sono state duramente colpite dall’ampio crollo dei prezzi delle materie prime. Anche le società di beni voluttuari hanno visto le loro operazioni duramente colpite dai blocchi dei governi, con conseguente riduzione dei pagamenti.

Al contrario, i dividendi delle aziende tecnologiche, di telecomunicazioni e sanitarie sono rimasti relativamente inalterati. Il comparto tech ha anzi generato un rialzo dell’1,8%.  

Questa grande resilienza tecnologica ha permesso a Microsoft (MSFT.O) e Apple (AAPL.O) di entrare nella top ten dei pagatori di dividendi mondiali, per la prima volta. Tuttavia, la prima posizione è ancora occupata dalle Azioni Nestlé.

Gli analisti confermano che le tendenze dei dividendi riflettono le tendenze della società e del mercato azionario in questo momento. Nell’area tecnologica si rilevano molti bilanci solidi e, probabilmente, il comparto continuerà a generare rialzi.

Andando avanti, alcuni fattori chiave determineranno quanto forte sarà la ripresa dei dividendi. Il fattore più rilevante, al momento, rimane naturalmente quello legato all’andamento dell’emergenza coronavirus.

Nuovo trattamento per COVID-19 rilancia il mercato

A proposito di coronavirus, la notizia del giorno riguarda proprio il rialzo dei mercati dopo che gli USA hanno autorizzato l’uso del plasma sanguigno di pazienti guariti come opzione efficace di trattamento.

Lo STOXX 600 pan-regionale in Europa è aumentato dell’1,3% e il benchmark globale ha aggiunto immediatamente lo 0,4%, alla riapertura odierna dei mercati.

I rialzi seguono i buoni guadagni in Asia, dove il più ampio indice MSCI delle azioni Asia-Pacifico, escluso il Giappone, è balzato allo 0,8%.

Inoltre, il sentiment positivo del mercato azionario è stato supportato anche da un rapporto del Financial Times. Secondo tale rapporto, l’amministrazione Trump sta prendendo in considerazione l’esclusione dei normali standard normativi statunitensi per accelerare un vaccino sperimentale contro il coronavirus dal Regno Unito, da utilizzare negli Stati Uniti prima delle elezioni presidenziali di novembre.

Altri articoli dello stesso autore: