Il gruppo di Novara, con sede a Rozzano, ha dichiarato poco fa che il suo consiglio di amministrazione non sta esaminando alcuna operazione straordinaria a livello commerciale. Si tratta di una smentita rispetto a quanto trapelato precedentemente da un quotidiano nazionale che aveva riferito di una possibile partnership con il rivale svizzero Dufry. Le azioni Autogrill sono schizzate al 5% nelle prime contrattazioni, salvo poi ritracciare e stabilizzarsi attorno ad un rialzo di circa il 30%, a quota 6.500 euro per azione.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

68% of investor lose money

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

72% of investor lose money

Piattaforma: IQ Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

73% of investor lose money

Autogrill e Dufryf, cosa è accaduto

Il quotidiano Milano Finanza (MF) ha riferito, durante le prime ore del mattino, che Autogrill stava valutando una possibile partnership con Dufry, tra le varie opzioni di crescita futura.

In una nota ufficiale in replica alla notizia lanciata da MF, l’azienda ha affermato che:

Sebbene Autogrill sia sempre aperta a valutare ogni opportunità che il mercato potrebbe offrire per perseguire i propri obiettivi strategici, ad oggi nessuna operazione straordinaria è all’esame del consiglio di amministrazione della società.

Le azioni Autogrill sono aumentate del 2,7% alle 09:20 GMT dopo essere salite fino al 5% nelle prime contrattazioni. Il titolo ha sovraperformato l’indice all-share della Borsa di Milano che viaggia lievemente al rialzo.

Autogrill, che gestisce ristoranti e bar su autostrade e aeroporti, ha lanciato a metà giugno un aumento di capitale da 600 milioni di euro, interamente sottoscritto.

La famiglia Benetton, che possiede il 50,1% della compagnia, ha fornito metà della liquidità per sostenere il gruppo, con l’obiettivo di tagliare l’indebitamento.

A causa dell’impatto della pandemia di COVID-19, il valore di mercato di Autogrill si è ridotto a 2,5 miliardi di euro, che è meno della metà dell’attuale valore di mercato di Dufry, affermato rivale svizzero.

Nei dettagli forniti da Milano Finanza, anche la possibilità che, in caso di una partnership con Dufry, i Benetton potrebbero ridurre significativamente la loro partecipazione per fare spazio a nuovi investitori.

D’altro canto, il mese scorso, la stessa Autogrill aveva affermato che, in base agli accordi firmati con i creditori per allentare le clausole sul debito, la spesa è prevista solo per eventuali fusioni o acquisizioni, a partire dal 2023.

Terzo giorno di rialzo consecutivo per le Azioni Autogrill

Più in generale, gli scambi di trading online di questa settimana registrano un rialzo delle azioni autogrill per il terzo giorno consecutivo. Il titolo ha guadagnato terreno soprattutto sulla scia del successo dell’aumento di capitale.

Ma i catalizzatori positivi per la società italiana sono da ricercarsi anche altrove. Nel dettaglio, spicca l’aumento del traffico aeroportuale USA. I ristoranti Autogrill riprendono dunque ad essere maggiormente frequentati, dopo il lungo stop causato dalla pandemia di coronavirus.

Nel complesso, su 12 mesi, il titolo autogrill è cresciuto del 53,45%. La società ha una capitalizzazione di mercato attuale di 2.49B con quasi 380 milioni di azioni in circolazione. Per quanto riguarda i dividendi, l’ultimo pagamento registrato rimane quello di giugno 2019. Neanche quest’anno, dunque, la società ha ripreso l’emissione del premio, dopo lo stop deciso nel 2020.

Altri articoli dello stesso autore:

Il nostro voto
Sommario
Autogrill smentisce partnership con Dufryf, il titolo vola poi cade
Nome Articolo
Autogrill smentisce partnership con Dufryf, il titolo vola poi cade
Descrizione
Azioni Autogrill in rally dopo la notizia di una possibile partnership con Dufryf. Poi l'azienda smentisce e il titolo scende: i dettagli.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore