Dopo aver preannunciato ieri una caduta vertiginosa ma aspettata del nostro indice italiano, la giornata di oggi si è aperta addirittura peggio.

L’obiettivo principale della settimana era sicuramente quello di non scendere sotto i 25,000 usd, ma attualmente se il Mib dovesse mantenersi sopra i 20,000 usd, sarebbe un successo.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

BROKER VANTAGGI DEPOSITO MINIMO APERTURA CONTO
Corsi e Webinar Gratis
Indicatori Gratis
Segnali in piattaforma e via sms
Demo Gratis
250 EURO
Demo Gratis
2000+ Asset Disponibili
Spread agevolati
Piattaforma professionale
100 EURO

Sfiducia e crisi delle banche: ecco cosa sta accadendo

La borsa di Milano si trova a dover combattere la crisi delle banche e la sfiducia di chi fa trading online, diventando così obbligata ad appoggiarsi ai titoli minori, per non crollare ancor più vertiginosamente.

Il titolo bancario che si sta muovendo sicuramente peggio negli ultimi due mesi è Intesa Sanpaolo, che dopo una piccola ripresa da inizio dicembre si trova a dover affrontare una costante discesa che preoccupa notevolmente l’Italia e l’Europa.

Il Gruppo Intesa Sanpaolo non è infatti solo il primo gruppo bancario in Italia, ma è anche tra i primi venti in Europa e la situazione in vista delle elezioni del parlamento europeo è particolarmente tesa.

Ciò che sta accadendo alle azioni Intesa Sanpaolo è sicuramente legato alla notizia del 2 maggio, ufficializzata direttamente dal suo amministratore delegato Carlo Messina, il quale ha dichiarato che non vi saranno ulteriori fusioni con altre banche nei prossimi mesi.

Inizialmente, questa grande notizia doveva essere un’indicazione positiva per il colosso, che pensava così di convincere gli speculatori di non far parte della lista di banche a rischio.

Successivamente a questa però, che ha così escluso definitivamente le voci che sostenevano fosse imminente una fusione con Deutsche Bank e Commerzbank, il titolo ha cominciato a scendere vertiginosamente, portandosi a valori molto bassi perdendo quasi il 25%.

Messina però è convinto che questo sia solamente un momento di normale flessione e che dopo le elezioni vi sarà una risalita molto veloce.

Il valore raggiunto dal titolo, spinge gli analisti a credere a un cambio di rotta imminente e un suo riprezzamento, quindi è importante sfruttare l’attuale situazione speculando a lungo termine a rialzo.

Ferrari stupisce e tiene alto il Mib

Un titolo relativamente piccolo che sta però sorprendendo le aspettative aiutando così l’indice a tenersi sopra i 20,000 usd, è sicuramente Ferrari, che attualmente sta superando il suo valore massimo mai raggiunto, giorno per giorno.

Anche oggi infatti le azioni Ferrari raggiungono i 127 euro, triplicando così il suo valore in poco più di due anni, grazie ai grandi risultati ottenuti e ai miglioramenti dei suoi motori.

La casa automobilistica di Maranello, per il quarto anno consecutivo si aggiudica oggi il prestigioso premio “International engine & powertrain of the year”, importantissimo riconoscimento per il record conseguito grazie al suo nuovo motore V8.

L’incredibile risultato ha così fatto dimenticare molto velocemente la delusione per la sconfitta netta in F1 ai danni di Mercedes.

Il motore V8 ha la particolarità di detenere anche il record come maggior numero di cavalli (720) per numero di litri (3,9).

La grande euforia in casa Ferrari, porta così gli analisti a prevedere un ulteriore rialzo in borsa, poichè la rossa si appresterà anche alla presentazione della nuova vettura, che dovrà rilanciare il brutto risultato ottenuto della precedente.

Altri articoli dello stesso autore:

Condividi l'articolo con i tuoi amici
error
Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.