Investire in Indici

In molti scelgono di fare trading online investendo sugli indici di borsa. Adesso andremo a chiarire esattamente cosa sono gli indici, come funzionano, quali sono i principali e come fare trading sugli indici azionari.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

BROKERVANTAGGIDEPOSITO MINIMOAPERTURA CONTO
Corsi Gratis
Indicatori Gratis
Segnali in piattaforma e via sms
Demo Gratis
250 EURO
Demo Gratis
2000+ Asset Disponibili
Spread agevolati
Piattaforma professionale
100 EURO

Indici Azionari: Guarda il Video per capire subito cosa sono

Indici di Borsa: cosa sono?

Diciamo subito che il concetto di indice di borsa è davvero molto semplice da comprendere: un indice di borsa rappresenta l’insieme di un gruppo di titoli azionari. La variazione degli indici di borsa quindi dipende dalle azioni presenti all’interno dell’indice stesso.

Dow Jones, Nasdaq, FTSE 100 sono tra i più conosciuti indici azionari.

Le azioni più importanti presenti all’interno di una borsa sono rappresentate proprio dall’indice azionario della borsa stessa (ad esempio il FTSE 100 rappresenta le cento aziende più importanti della borsa di Londra, la London Stock Exchange).

Per fare un esempio pratico riferendoci sempre al FTSE 100, possiamo quindi affermare che se tutte le azioni delle singole aziende presenti all’interno dell’indice londinese aumentassero di valore aumenterebbe allo stesso tempo la quotazione dell’indice che le raggruppa e ovviamente viceversa.

Indici di borsa: quali sono i principali a livello mondiale?

I nomi che farò adesso li avrai sentiti almeno una volta nella tua vita e adesso li andremo innanzitutto a raggruppare a seconda del mercato di appartenenza.

I mercati degli stati uniti sono rappresentati da Dow Jones, Nasdaq e Standard and Poor’s (S&P); i mercati europei vedono tra i principali il FTSE Mib (quello italiano che presenta gli indici di borsa di Milano ), il CAC (francese), il DAX (tedesco), il FTSE 100 (inglese); i mercati dell’Asia e dell’area del pacifico invece vengono espressi attraverso l’indice Hang Seng (cinese), il Nikkei (giapponese) e l’ASX (australiano).

In maniera semplicistica abbiamo detto prima che all’aumentare delle azioni delle società che compongono l’indice quest’ultimo aumenterà ma adesso è bene specificare il concetto di ponderazione per capitalizzazione così da comprenderne meglio l’andamento.

Indici azionari: come funzionano?

La maggioranza degli indici azionari mondiali sono calcolati in funzione di una ponderazione per capitalizzazione delle singole società inserite all’interno di essi. Cosa significa questo?

All’aumentare del valore dell’azienda presente all’interno dell’indice aumenterà la sua influenza sugli andamenti dell’indice stesso.

Esiste però anche una ponderazione basata sul prezzo per cui le società che hanno quotazioni per singola azione più elevata hanno una maggiore influenza sull’indice di riferimento (questo ad esempio avviene nel Dow Jones). Un titolo azionario con un valore di 5 dollari avrà un peso dieci volte minore di un’azione con un valore di 50 dollari.

Indici azioni: diverse tipologie e caratteristiche

Per esser ancora più precisi sul come funzionano gli indici è preferibile fare un ulteriore approfondimento sulle metodologie che vengono utilizzate per il calcolo dell’indice di una determinata borsa.

Quando parliamo di indici equally weighted ci riferiamo al fatto non vengono tenute in considerazione le capitalizzazioni presenti all’interno dell’indice. Gli indici price weighted (il Dow Jones è uno dei pochi esempi rimasti) sono i più semplici da calcolare in quanto il peso della singola azione è determinato dal prezzo per cui, maggiore è il costo del titolo azionario della società maggiore sarà il suo peso all’interno dell’indice. Gli indici value weighted (il FTSE Mib ne è un esempio) possono essere considerati come i più precisi ed equi in quanto considerano sia la capitalizzazione delle società sottostanti sia eventuali frazionamenti del titolo e l’emissione di dividendi.

Trading sugli indici

Come si opera sugli indici azionari? Beh, la risposta è presto detta: visto che gli indici si basano esclusivamente su dei numeri non è possibile acquistare o vendere un indice come faremmo con un titolo azionario per cui, è fondamentale scegliere un prodotto finanziario che ne replica l’andamento.

E’ possibile investire sugli indici attraverso i seguenti strumenti:

Dato che gli indici sono costituiti da tante azioni i prezzi cambiano continuamente per cui è fondamentale comprendere che investire sugli indici finanziari significa investire su un mercato altamente volatilità.

L’aumento della volatilità offre grandi opportunità in termini di guadagno ma allo stesso tempo anche i rischi di non andare a profitto sono egualmente elevati.

Studiare in modo approfondito le società che costituiscono un indice borsistico diventa di fondamentale importanza così come l’applicazione di una strategia di gestione del rischio di perdita. Alle sezione AZIONI trovi delle pagine dettagliate su decine di titoli azionari societari per cui, ti consiglio di approfondirne il contenuto.

Investire sugli indici di borsa: come fare?

Il modo più rapido per poter investire sugli indici di borsa è rappresentato dal trading in CFD sugli indici. All’interno di questo sito trovi broker di trading che consentono di negoziare CFD sugli indici di borsa.

Qui a seguire troverai l’andamento in tempo reale delle quotazioni e quindi dei dati degli indici principali della borsa italiana ma anche gli indici asiatici e delle borse europee e mondiali.

Sommario
Investire in Indici
Nome Articolo
Investire in Indici
Descrizione
✅Scopri gli indici di borsa italiana e mondiali. Le quotazioni in tempo reale e gli andamenti per capire come investire sugli indici principali! ✅
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore