Lo Spread Trading non è altro che una strategia di approccio al mercato finanziario. Si tratta di una tecnica piuttosto datata, ma anche flessibile. Ciò significa che la sua efficacia è stata provata da migliaia e migliaia di investitori nel corso degli anni. E che puoi personalizzarla in base alle tue esigenze. In questa guida, dunque, ti aiuteremo innanzitutto a capire meglio cos’è lo spread trading, ma anche come puoi utilizzarlo per la tua attività di trading online.

Il mercato dove viene applicata maggiormente questa strategia è quello delle valute. Lo spread trading forex, infatti, ha molti seguaci in tutto il mondo.

Prima di procedere, alcuni consigli. Innanzitutto, se sei un neofita del settore, fai un ripasso di come funziona il trading online prima di dedicarti alle strategie.

Ricorda che puoi accedere a diversi corsi di trading tramite i broker regolamentati, come ad esempio eToro, per acquisire tutte le nozioni necessarie per iniziare.

CLICCA QUI per registrarti gratuitamente al sito di eToro.

Puoi inoltre commentare qui sotto con qualsiasi domanda che ti venga in mente, saremo lieti di aiutarti a muovere i primi passi nel gioco in Borsa.

LEGGI ANCHE: Trading Automatico, cos’è? Tipologie e come farlo

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 250$

Licenza: HCMC

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Spread Trading, che cos’è lo spread in finanza

In ambito finanziario, la parola spread indica la differenza tra due elementi del mercato. Più precisamente, lo spread si riferisce alla differenza tra i prezzi bid e ask di un bene finanziario quotato.

Un prezzo bid rappresenta il prezzo massimo al quale un trader è disposto ad acquistare un bene sul mercato. Al contrario, il prezzo ask è il prezzo massimo al quale un investitore è disposto a vendere.

Facciamo un esempio. Ti rechi al centro commerciale per acquistare una maglietta e ne trovi una che ti piace. Il venditore indica in 20 euro il prezzo della t-shirt, ma si tratta di un prezzo negoziabile. Tu dichiari che vuoi procedere all’acquisto per 17 euro. La differenza tra il tuo prezzo e quello del venditore è nota come spread.

Gli spread sono così importanti nel trading online che, effettivamente, la maggior parte dei broker regolamentati guadagna da questi.

Vedremo di seguito il significato di broker, ma intanto appare già chiaro quanto l’attenzione sullo spread debba essere necessariamente alta, soprattutto quando vai a scegliere l’intermediario per iniziare ad investire in Borsa.

Ci sono poi altre definizioni di spread sul mercato. Ad esempio, nel mercato dei futures, uno spread può essere definito come le differenze tra due periodi. Ovvero, se i contratti di giugno per il greggio sono scambiati a $ 55 e quelli di luglio a $ 60, lo spread, in questo caso, è la differenza dei prezzi tra i due periodi, dunque di $ 5.

CLICCANDO QUI puoi registrarti GRATIS al broker OBRInvest e accedere al Trading Central della piattaforma dove troverai un glossario completo di tutta la terminologia del trading online.

Tipologie di spread sul mercato

Nel paragrafo precedente, abbiamo spiegato quali sono le principali tipologie di spread nel mercato finanziario. Tuttavia, non sono le uniche. Di seguito le altre:

  • Merger Spread. Si tratta di uno spread che emerge quando c’è una transazione di fusione o acquisizione. In questo caso, le azioni della società in fase di acquisizione solitamente aumentano, mentre quelle dell’acquirente tendono a diminuire. Il merger spread è la differenza tra i due valori.
  • Credit Spread. Nella negoziazione di obbligazioni, uno spread di credito è la differenza tra il rendimento di due obbligazioni con una scadenza simile.
  • Inter-Commodity Spread. Questo spread si riferisce alle materie prime e riguarda le attività correlate a tali beni. Un esempio è la differenza tra i semi di soia e i prodotti a base di olio di soia.
  • Intra-market Spread. Si riferisce ai futures di un’attività che hanno un prezzo diverso.
  • Inter-exchange Spread. Questo spread è identificabile quando un bene simile ha un prezzo diverso su diverse borse. Ad esempio, il prezzo del petrolio potrebbe essere di $ 50 presso il broker A e di $ 50,50 presso il broker B.

LEGGI ANCHE: Borsa valori, cos’è e come funziona: storia e punti chiave

Spread Trading su Azioni: come funziona

Dopo aver chiarito alcuni concetti di base riguardanti lo spread trading, entriamo nei dettagli di come funziona questa strategia.

Definito anche Pair Trading, lo Spread Trading consiste, essenzialmente, nel mantenere una posizione neutra sul mercato.

Con questa strategia, il trader va ad aprire due posizioni opposte, una long e una short (o una di acquisto e l’altra di vendita) su due asset correlati.

Chi desidera investire in azioni con lo spread trading, dunque, dovrà fare riferimento a due titoli dello stesso settore.

I trader che utilizzano questa strategia guadagnano dalla differenza di rendimento dei beni finanziari tradati.

In linea generale, sono tre gli approcci possibili per l’utilizzo di questo tipo di strategia.

Spread Trading Divergente

Lo spread trading divergente è la tecnica usata in un contesto in cui un trader rileva che, per due titoli azionari dello stesso settore, il trend di uno è più forte del trend dell’altro.

In questo caso, si va a scommettere sul trend principale, aprendo una posizione di acquisto sul titolo più forte e una posizione di vendita su quello più debole.

Graficamente parlando, la direzione dei due titoli andrà a creare una divergenza, man mano che gli scambi proseguono, poiché i due prezzi si allontaneranno, vista la forza del primo e una maggiore debolezza del secondo.

Spred Trading Convergente

In questo caso, la situazione è opposta alla precedente. Il trader identifica due titoli azionari dello stesso settore, uno il cui prezzo è sopravvalutato, l’altro sottovalutato.

In un simile contesto, invece che sulla divergenza si andrà a puntare su un riallineamento dei prezzi. E infatti, anche graficamente parlando, l’evoluzione del mercato porterà ad una convergenza.

Pertanto, la posizione del trader, qui, sarà di vendita sul titolo sopravvalutato e di acquisto su quello sottovalutato.

Spread Trading Semplice

C’è un terzo approccio di applicazione della strategia di quotazione spread che viene definito spread trading semplice.

In questo caso, il trader andrà a studiare un gruppo di titoli nello stesso settore, individuandone la correlazione.

I calcoli analitici dell’investitore daranno dei risultati compresi tra -1 e 1.

Più il coefficiente di correlazione si avvicina al valore -1, più due titoli tenderanno a muoversi in maniera opposta. Al contrario, un coefficiente più vicino a 1 indica un movimento simile.

Questo approccio ha la funzione di una specie di filtri che permette ai trader di individuare più facilmente i titoli correlati e di scegliere più coerentemente se puntare ad uno scambio divergente o convergente.

Spread Trading esempio pratico

Innanzitutto, devi ricordare che, grazie ai servizi delle piattaforme di trading, puoi testare tutte le strategie tramite conto demo.

CLICCA QUI per aprire un conto demo GRATIS con LiquidityX.

Passiamo ora ad un esempio pratico di spread trading che puoi replicare con la simulazione, per comprenderne più efficacemente le dinamiche.

Mettiamo il caso di voler investire su azioni tecnologiche. In un dato momento, rileviamo una correlazione tra le Azioni Amazon e le Azioni Apple.

In una determinata seduta di mercato, il titolo AMZN sembra più forte di Cupertino, quindi decidiamo di operare con lo spread trading divergente.

Investiamo 100 euro su entrambi i titoli, in acquisto per Amazon e short su Apple.

A fine seduta, tutti e due i titoli hanno registrato un rialzo. Amazon del 10% e Apple del 2%. Quindi abbiamo ottenuto un profitto di 10 euro sulla prima operazione e una perdita di 2 euro sulla seconda. Il nostro guadagno è, dunque, di 8 euro.

La domanda che ti starai ponendo, sicuramente, è questa: quanto si guadagna con lo spread trading?

Diciamo che la risposta è incentrata più sul quando che sul quanto. In sostanza, con questa strategia ci sono più scenari di mercato dai quali il trader può ricavare un profitto.

Infatti, nel caso del nostro esempio, il trader andrà a guadagnare sia dal rialzo che dal ribasso dei titoli, grazie alla posizione neutrale presa.

Ovviamente, con questo tipo di strategia si va un pochino ad abbassare il potenziale profitto a breve termine. Al contempo, tuttavia, è evidente una maggiore gestione del rischio.

Come iniziare a fare Spread Trading

Per iniziare a fare trade con la strategia dello spread occorre innanzitutto aprire un conto di trading presso un broker regolamentato.

CLICCA QUI per aprire un conto reale su eToro.

Per tutti i neofiti che ci leggono, ripassiamo un attimo il significato di broker.

Con la parola broker si intende semplicemente un intermediario tra un cliente e un produttore. I broker esistono in molti settori tra cui, naturalmente, quello finanziario.

A livello generale, l’obiettivo di un broker è offrire ai propri clienti i migliori prezzi per un determinato bene o servizio, giocando sulle quantità dal punto di vista del produttore.

Nel caso del trading online, più clienti ha un broker, maggiori sono le possibilità, per l’intermediario, di offrire prezzi competitivi.

Scendendo nei dettagli pratici, un broker di trading online appare come un sito internet. Il portale permette agli utenti di registrarsi, di depositare e prelevare fondi, di accedere alla piattaforma di mercato e, dunque, di avviare la propria carriera da investitori.

Ad esempio, puoi digitare sul tuo browser l’indirizzo www.obrinvest.com per avere un’idea di come si presenta un broker di trading.

E’ molto importante rivolgersi solo ed esclusivamente a broker regolamentati. Questi intermediari operano sotto licenza e vigilanza di specifiche autorità indipendenti in ambito finanziario, come ad esempio la CONSOB per l’Italia.

Un broker regolamentato ha il vantaggio di operare con l’obbligo alla tutela del cliente. Ne derivano servizi più efficienti e sicuri.

Un broker con licenza UE, ad esempio, gestisce i conti dei clienti in maniera separata rispetto a quelli della propria società. Ciò significa che, in caso di fallimento o altri problemi, i soldi dei clienti sono al sicuro. In caso di broker non regolamentati, invece, le truffe nel trading possono essere molto frequenti e con ben poche vie d’uscita.

LEGGI ANCHE: Recupero soldi trading, è possibile? 2 modi per evitare truffe

Tra i migliori broker regolamentati attualmente operanti in Italia ti consigliamo il sito www.etoro.com, intermediario di fama mondiale, leader nell’ambito del trading automatico.

Conclusioni: i vantaggi dello spread trading

Concludiamo questa guida cercando di rispondere alla domanda: perché fare spread trading?

Effettivamente, questa strategia include una serie di vantaggi.

Innanzitutto, è semplice da imparare. Puoi fare un po’ di pratica con il trading online demo (CLICCA QUI per accedere gratuitamente a LiquidityX).

Si tratta di un approccio al trading che, di fatto, consente all’investitore di proteggere la propria posizione sul mercato. Che cosa significa? Significa che, investendo sia in acquisto che sulla vendita, il trader potrà più facilmente arginare le ondate di oscillazioni che, spesso, travolgono gli scambi finanziari sul mercato.

Lo spread trading, dunque, può essere un ottimo modo per rendere più efficiente la propria strategia di gestione del rischio (risk management).

Grazie ai servizi delle migliori piattaforme di trading online, confezionare una strategia dello spread profittevole è piuttosto semplice. Ad esempio con i grafici di analisi tecnica.

Più in generale, lo spread trading può anche essere utilizzato come metodo per prendere confidenza con i mercati. Senz’altro, è un tipo di approccio meno stressante e difficoltoso rispetto ad altre tecniche.

A livello di svantaggi, la strategia dello spread, come abbiamo visto nel paragrafo dedicato all’esempio pratico, può comportare un profitto limitato. Ma anche dei costi di commissione lievemente più alti, principalmente per la doppia operazione.

Per quanto riguarda, invece, quanto investire con lo spread trading, ti consigliamo di continuare a seguire la tua strategia di gestione del denaro (money management). Generalmente, non è indicato, per un neofita, investire più del 5% del proprio capitale in una sola operazione.

Se sei interessato ad approfondire meglio questo argomento, puoi iscriverti QUI alla community di eToro, per confrontarti con gli altri trader della piattaforma. Puoi anche iniziare con il copy trading, osservando e copiando le operazioni dei professionisti che già utilizzano profittevolmente questa strategia.

Per ulteriori domande, non esitare a contattarci. Puoi anche semplicemente lasciare un commento qui in basso e un nostro operatore prenderà in carico la tua richiesta nel più breve tempo possibile.

 

Altri articoli dello stesso autore:

Il nostro voto
Sommario
Spread Trading, cosa significa: definizione ed esempi pratici
Nome Articolo
Spread Trading, cosa significa: definizione ed esempi pratici
Descrizione
Lo spread trading è un approccio al trading online che consente agli investitori di guadagnare da più direzioni del mercato: i dettagli.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore