Piazza Affari ha chiuso l’ultima settimana di mercato in rialzo, raggiungendo il primo posto in Europa. La ripresa della maggior parte delle attività produttive in Italia, a partire dal 18 maggio, ha spinto la Borsa di Milano verso l’alto, sostenuta dalla fiducia degli investitori. Secondo la maggior parte degli analisti, ogni cenno di ripresa, attualmente, potrebbe segnare la svolta per i mercati, che ancora non si sono lasciati alle spalle la crisi generata dal Coronavirus.

In questo contesto, brilla il comparto bancario, trainato da Unicredit, che ha chiuso in rialzo del 4,34%. Seguono UBI Banca e Intesa Sanpaolo, rispettivamente a + 2,48% e + 1,59%. Positivo anche l’andamento di Banco BPM e BPER Banca.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Migliori azioni della settimana: DiaSorin sostiene Piazza Affari

Tra i migliori Titoli borsistici della settimana, da considerare anche come punti di riferimento per le prossime sedute, spicca DiaSorin, che ha chiuso l’ultima giornata di mercato in rialzo del 6,23%, raggiungendo quota 202,80 euro. Scegliere di fare Trading su Azioni DiaSorin, adesso, può rappresentare un buonissimo investimento, che ha peraltro già arricchito chi, durante il picco della pandemia, ha puntato sull’azienda di Saluggia.

Basta dare un’occhiata al grafico per notare immediatamente come la quotazione non abbia minimamente risentito del crollo della Borsa di Marzo. Al contrario, dal quel momento in poi, il Titolo ha iniziato una corsa inarrestabile verso l’alto. Infatti, la variazione su 1 anno registra un incredibile +109,4%. Un risultato probabilmente impossibile senza il coronavirus.

L’azienda sta distribuendo su tutto il territorio globale i propri test sierologici e il tampone rapido per rilevare la presenza nell’organismo umano del Covid19. Una produzione alle stelle che però, per un incredibile paradosso, non è rivolta all’Italia, dove la commessa per i test rapidi è stata assegnata all’azienda americana Abbott.

Unicredit e Nexi sul podio del settore azionario

Come premesso, l’ultima settimana di mercato ha visto una buona crescita per il settore bancario. In particolare, il grafico azioni Unicredit aggiornato in tempo reale, mostra per l’istituto milanese l’ottima chiusura a +4,34%.

Tuttavia, complessivamente, il Titolo subisce una perdita sui mercati, su base annuale, di oltre il 30%. La scia positiva di queste ultime sedute non è ancora sufficiente per sostenere il rialzo verso i livelli pre pandemia. Infatti, la quotazione attuale (6,7300) è molto più vicina al minimo di 52 settimane di 6,012 euro per azione, e lontanissima dal massimo di 14,442.

Terzo posto per la società di servizi bancari digitali Nexi, che ha chiuso la settimana di mercato in rialzo del 3,68%, raggiungendo quota 15,35 euro per azione.

Le previsioni sul Titolo Nexi sono piuttosto buone. Anche esaminando i grafici, è evidente come la quotazione abbia ripreso a salire in modo molto più deciso rispetto alle principali concorrenti.

Dopo il tonfo di marzo che ha portato il prezzo Nexi vicina agli 8 euro, il trend è risalito in una sola settimana a quota 12 euro. Da lì, tra piccoli picchi di alti e bassi, l’asset non ha mai mollato la direzione positiva. La variazione su 1 anno segna un ottimo +73,25%.

Altri articoli dello stesso autore: