Quando la crisi COVID-19 ha colpito l’Europa, le società si sono rivolte a una banca, più di ogni altra, per accedere a prestiti di emergenza: BNP Paribas (BNPP.PA). L’istituto di credito francese ha approfittato delle ristrutturazioni interne dei rivali europei, in un momento in cui le banche statunitensi erano preoccupate per i salvataggi sul proprio territorio. BNP ha ampliato il suo bilancio del 23%, portandolo a 2,7 trilioni di euro nel primo trimestre. La banca ha concesso prestiti a nomi importantissimi, come il colosso energetico BP e la casa automobilistica Daimler.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

BNP Paribas e la crescita 2020

Confrontando i dati della banca francese con altri istituti di credito internazionali, si nota come concorrenti del calibro di Santander (SAN.MC), Deutsche Bank (DBKGn.DE) e Credit Suisse (CSGN.S) abbiano registrato una crescita di appena il 5%.

BNP è il principale finanziatore della zona euro e ha da tempo l’obiettivo di diventare la banca d’investimento dominante in Europa. L’istituto mira ad utilizzare la piattaforma di prestiti costruita nella crisi per favorire questa ambizione, in una sfida che sembra praticamente vinta.

Al momento, la banca non ha rilasciato dichiarazioni in merito. C’è grande attesa per le trimestrali del 31 Luglio 2020.

Che BNP possa sfruttare la qualità e la resilienza dei suoi profitti per aumentare la quota di mercato europea è opinione diffusa tra molti esperti di finanza, tra cui Francois Chaulet, amministratore delegato di Montsegur Finance, i cui fondi investono in BNP.

Tuttavia, capitalizzare sulla crescita dei prestiti non è così facile e la concorrenza statunitense è ancora molto forte.

Ad aprile, l’istituto è stato l’unico sottoscrittore di una linea di credito da $ 10 miliardi per la BP (BP.L) della Gran Bretagna. Una mossa insolita per una struttura così grande, in particolare in un settore come l’energia che è sotto pressione.

BNP ha sempre dichiarato che il suo primo cliente era l’economia francese. Ora è evidente che la banca si rivolga principalmente all’Europa.

Al contempo, l’istituto ha inasprito le condizioni per i prestiti con garanzia statale alle imprese francesi, come nel caso di Air France. Questo approccio, in parte, riflette una gestione prudente del rischio, in una politica espansionistica che sta aumentando la leadership europea dell’istituto.

Ad ogni modo, BNP è ancora pronta a prestare ingenti somme in patria, avendo ricevuto 17 miliardi di euro di richieste da parte di società francesi, per prestiti garantiti dallo Stato. Una percentuale superiore alla sua normale quota di mercato per tali prestiti.

Quotazione BNP Paribas oggi 20 Luglio

Nonostante queste notizie, la quotazione odierna delle Azioni BNP Paribas è in ribasso dell’1.17%, al prezzo di 37.53 euro per azione, nella seduta odierna di mercato. Sulle Borse europee pesa il caos durante il vertice sul Recovery Fund. I leader UE stanno incontrando grosse difficoltà nell’accordarsi sull’ammontare degli aiuti e sulle condizioni, con uno scontro che vede 22 Paesi UE messi in crisi da un gruppo ristretto di paesi cosiddetti frugali.

Altri articoli dello stesso autore: