Gianluca Vacchi, né Marco Baldini, tantomeno qualsiasi altro personaggio del mondo dei Vip potranno mai condividere con i propri fan un metodo infallibile per fare soldi con il Bitcoin. Perché? Perché semplice questo fantomatico metodo non esiste. Si tratta di una delle tantissime truffe bitcoin che hanno invaso la rete già da alcuni anni. Ovvero dal boom delle criptovalute sul mercato.

Il trading bitcoin, come altri segmenti del trading online, ad esempio il Forex, non è altro che una tipologia di investimento che consente a chiunque di investire in Borsa, ma i cui risultati dipendono dalle capacità del trader e dall’importo investito.

Se vuoi cominciare a comprare Bitcoin con una piattaforma regolamentata, la migliore è sicuramente eToro che ti permette di seguire i migliori trader in borsa e copiare i loro investimenti.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Gianluca Vacchi rivela in TV come è diventato milionario con il bitcoin: vero o falso?

Al contrario di quanto si legge su una miriade di siti web, l’imprenditore Gianluca Vacchi non è mai stato ospite del programma televisivo Pomeriggio 5. E non ha mai dichiarato di essere diventato milionario grazie ad un software di trading automatico.

Senza alcun dubbio, Vacchi possiede ingenti capitali e non lo nasconde di certo sulle sue pagine social. Ma la sua villa da sogno, i suoi vestiti firmati, le sue auto di lusso, sono frutto del lavoro di imprenditore del Vip.

Per riconoscere le truffe della rete sugli investimenti in Borsa, basta acquisire un paio di concetti di base sui mercati finanziari.

Le borse funzionano più o meno così: l’investitore deposita un capitale, sceglie uno o più beni finanziari su cui investire, stabilisce il budget da utilizzare per ognuno di questi e attende i movimenti dei mercati. Tutte queste azioni si svolgono secondo criteri e regole ben precise.

Nel trading online, certamente, il processo di investimento è semplificato. Tutto si svolge sul web e il trader può tranquillamente limitarsi a prevedere se il prezzo di un determinato bene finanziario salirà o scenderà. Tutti gli strumenti per fare trading, in genere, sono offerti dai broker regolamentati presso i quali è possibile aprire un proprio conto di investimento, anche a partire da pochi euro.

Trading automatico: di che si tratta?

Le truffe nascono per estorcere denaro a cittadini per bene ignari e, purtroppo, inesperti. Non fanno eccezione le truffe nel trading online.

Qualche anno fa, le criptovalute hanno debuttato in Borsa, con un successo strepitoso. Basti pensare che, in pochissimo tempo, il cambio Bitcoin/Dollaro USA è arrivato ad oltre 20mila dollari. Chi aveva scommesso sulle criptovalute, all’epoca, guadagnò tantissimo.

A quel punto, visto il crescente interesse sul settore delle monete digitali, tanti finti broker hanno pensato di approfittare della situazione, in complicità con la cattiva informazione della rete.

Sono nate così tantissime piattaforme, assolutamente NON regolamentate, sulle quali l’utente può investire i propri soldi, con la promessa che, senza fare nulla, quei soldi aumenteranno automaticamente. Il trading automatico di queste piattaforme si basa su un algoritmo assolutamente inefficace a seguire i reali movimenti del mercato.

Tra i nomi di queste piattaforme illecite, spiccano Bitcoin Era, Bitcoin Revolution e tante altre. Ogni volta prendono un nome sempre diverso, dopo le inevitabili denunce dei malcapitati. E ogni volta, come nel caso di Gianlucca Vacchi, viene loro associato il nome di un Vip, con lo scopo di attrarre più utenti possibili.

 

Altri articoli dello stesso autore: