L’XRP di Ripple non si è scrollata di dosso le polemiche recenti, con la società attualmente coinvolta in una questione che ha visto gli investitori scontenti accusarla di vendere titoli non registrati. Ora, il sostenitore dei bitcoin e l’analista di criptovaluta Tone Vays ha appesantito la causa, marchiando l’XRP di Ripple come una truffa e avvertendo la Commissione di sicurezza e scambio degli Stati Uniti (SEC) che porterà l’attenzione sull’azienda.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

BROKER VANTAGGI DEPOSITO MINIMO APERTURA CONTO
Corsi e Webinar Gratis
Indicatori Gratis
Segnali in piattaforma e via sms
Demo Gratis
250 EURO
Demo Gratis
2000+ Asset Disponibili
Spread agevolati
Piattaforma professionale
100 EURO

Accuse di truffa per Ripple

All’inizio di questo mese, un nuovo reclamo modificato contro Ripple è stato presentato alla SEC, usando le stesse parole della commissione per suggerire a Ripple di vendere illegalmente titoli non registrati e probabilmente istituire una resa dei conti tra la società e gli investitori infelici. Ripple deve ora presentare una risposta entro metà settembre. Jake Chervinsky, consigliere generale della startup di prestiti crittografici Compound Finance, ha detto a Coindesk che quella presentazione sarà la prima volta nella già lunga storia di questo contenzioso in cui Ripple risponderà in modo sostanziale alle accuse relative a XRP.

L’XRP di Ripple è attualmente la terza più grande criptovaluta dietro Bitcoin ed Ethereum, con una capitalizzazione di mercato di $ 11,4 miliardi. In passato è stato posto lo stesso quesito anche sulle altre criptovalute, però è già stato appurato che Bitcoin non è una truffa.

Ripple controlla circa il 60% dei token XRP

Il prezzo XRP è attualmente scambiato ai minimi da inizio anno , in calo del 25% circa nel 2019. Il prezzo dell’XRP di Ripple è diminuito nell’ultimo anno, nonostante le promesse della società che è pronta a firmare accordi con alcune delle più grandi banche del mondo per utilizzare la sua tecnologia. Ripple sta combattendo la causa da maggio dell’anno scorso quando l’investitore Ryan Coffey ha presentato la prima di numerose cause contro Ripple, la sua sussidiaria XRP II e il suo amministratore delegato Brad Garlinghouse.

Coffey è stato successivamente affiancato da altri investitori di Ripple, Vladi Zakinov, Avner Greenwald e David Oconer, con Bradley Sostack nominato attore principale. Nel frattempo, Ripple ha annunciato questa settimana il suo braccio di investimento, Xpring, ha concesso una sovvenzione XRP di 1 miliardo (del valore di circa $265 milioni a prezzi correnti) all’avvio per l’elaborazione dei pagamenti basata su browser per aiutare a costruire una comunità di creatori, consumatori e partner strategici.

Altri articoli dello stesso autore:

Condividi l'articolo con i tuoi amici
error
Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.