La quotazione Bitcoin è attualmente in calo dell’1,13%, con il cambio BTC/USD a 9,113.6. Tuttavia, nella seduta di ieri, il prezzo si era spinto sotto il livello 8,98. Per i traders che scelgono di investire in Bitcoin si fa sempre più veritiera l’ipotesi di disaccoppiamento da Wall Street, dopo settimane di correlazione. In sostanza, l’economia USA ha ripreso a salire, con i dati sulla disoccupazione in calo, nonostante l’aumento dei contagi da coronavirus nel Paese. Un biglietto dollaro più forte, in questo momento, rende l’oro digitale meno appetibile.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Quotazione Bitcoin e Lavoro USA: il sentimento è di incertezza

Parte dei motivi per cui la criptovaluta non ha seguito il rialzo dell’S&P 500 fanno riferimento ad un problema di fondo sui dati sui posti di lavoro negli Stati Uniti. In effetti, il rapporto ha rilevato un tasso di disoccupazione in calo, dal 13,3% di maggio all’11,1%. Ma di fatto, il numero di lavoratori permanentemente disoccupati è in aumento.

Il Conference Board, un’organizzazione no profit con sede a New York, fa più luce sulla questione. In un comunicato stampa pubblicato giovedì, l’organizzazione ha dichiarato che oltre 1,4 milioni di americani hanno presentato domanda di sussidio di disoccupazione la scorsa settimana.

Il Dipartimento del Lavoro USA è stato accusato di classificare erroneamente i lavoratori, rilevando che il tasso effettivo di disoccupazione è di circa il 12,3% e non dell’11,1%. Un miglioramento, dunque, c’è stato, ma non dell’entità a cui ha fatto riferimento anche il Presidente Doanld Trump.

Secondo gli esperti, ciò non significa che ogni trader di Bitcoin abbia valutato i dati sui posti di lavoro negli Stati Uniti e abbia deciso di vendere dopo la notizia. Tuttavia, il crollo della criptovaluta contro il salto dell’S&P 500 ha mostrato che alcuni trader hanno individuato il suddetto errore prima di Wall Street. O, in parole povere, gli investitori sono semplicemente stufi della tendenza piatta della criptovaluta e hanno voluto dare una scossa alla quotazione.

Cosa accadrà al valore Bitcoin?

Mentre il mercato americano va in vacanza per un lungo weekend per celebrare il giorno dell’indipendenza, Bitcoin rimane praticamente da solo, in contrattazione, fino a domenica sera.

Gli operatori possono continuare a monitorare il numero di casi COVID come spunto per comprendere la prossima fase del mercato azionario.

Tutto si riduce ai segnali tecnici, in assenza dei principali driver fondamentali. Josh Rager, un analista del mercato delle criptovalute, ha detto in mattinata che Bitcoin trarrà comunque beneficio da questa pausa, indipendentemente dal suo orientamento ribassista/rialzista/laterale.

Se si verificherà una rottura del trend attuale, è molto probabile che il prezzo andrà oltre i 10k per un bel po’, dopo questo lungo periodo sotto tale valore chiave.

Nel frattempo, nelle ultime quattro ore di mercato, il Bitcoin è stata la peggiore tra le Top Crypto.

Un’ultima importante considerazione arriva direttamente dal profilo Twitter del famoso analista Peter Schiff:

Da quando ha toccato il suo massimo nel giugno dello scorso anno, il prezzo di #Bitcoin è diminuito del 33%. Nello stesso periodo il prezzo dell’oro è aumentato del 27%. Quindi, il cambio Bitcoin/Oro è diminuito del 53%. La tendenza a lungo termine è chiaramente cambiata in favore dell’oro.

Altri articoli dello stesso autore: