Prima di cominciare a spiegare il perchè Hyperverse, ex HyperFund, ha creato così tanto scalpore negli ultimi mesi in Italia e nel mondo, possiamo confermare con certezza che si tratta di una truffa di tipo schema Ponzi e ha portato le persone a perdere grandi capitali. Se siete interessati a guadagnare con il Bitcoin, dovete farlo solo con una piattaforma regolamentata. La migliore nel mercato per i nuovi nel settore è sicuramente LiquidityX, che permette a tutti di scaricare una demo gratuita dopo la registrazione per capire come investire senza rischi. Per ricevere la demo gratuita di LiquidityX clicca qui e iscriviti.

Dopo mesi e mesi di opinioni controverse, dibattiti accesissimi tra i seguaci di HyperVerse e i detrattori, inizia a farsi più delineata la verità sulla questione. Nel dettaglio, si è verificato un recente sviluppo molto importante, in data 26 Maggio, ovvero la chiusura del canale Telegram HyperVerse. Per la verità, molti se lo aspettavano; ciò che ha sorpreso è stata una quasi ammissione della truffa da parte di alcune persone che erano ai vertici del sistema. Infatti, poco dopo la chiusura del canale, il dibattito si è spostato su un forum dedicato ad HyperVerse, chiamato HyperCommunity. Su questo forum è stato pubblicato un messaggio, in inglese, dalla cui traduzione, secondo persone informate sui fatti, si evince l’ammissione di alcune operazioni controverse, come il blocco dei prelievi e la latitanza del famoso fondatore dell’azienda, ovvero Ryan Xu. Non è chiaro chi sia coinvolto nella pubblicazione del messaggio, ma sembra trattarsi di alcuni dei più conosciuti leader del sistema HyperVerse.

Subito dopo questa dichiarazione, anche il forum HyperCommunity è stato chiuso, gettando nel panico tutti i malcapitati con soldi ancora investiti nella società e impossibilitati a riprenderli. Ma non è finita qui, perché in questo caos, il colpo di grazia alla comunità HyperFund è stato dato alle vittime del raggiro dallo storico promoter Kalpesh Patel.

In un altro gruppo Telegram, Patel si è dichiarato anch’egli vittima del sistema piramidale (pur avendoci guadagnato, tuttavia, milioni di dollari!). In sostanza, il promoter ha ufficializzato la sua uscita da HyperVerse, lasciando in balia di se stessi tutti i reclutati che avevano sborsato centinaia di migliaia di dollari seguendo lo schema dettato dallo stesso Patel. D’altro canto, l’investitore britannico era ben noto per la sua partecipazione ad altri schemi piramidali, come ad esempio l’Operazione Tarlac (una frode da ben 15 milioni di dollari realizzata nel Regno Unito). La presenza stessa di Kalpesh Patel avrebbe dovuto mettere in allerta tutti coloro che si sono imbattuti nel sistema HyperVerse, dal momento che il promoter ha preso parte a ben più di una truffa, ottenendo una condanna a 12 mesi di carcere e ingenti multe.

Serve altro per confermare che HyperVerse è una truffa?

Dopo il Servizio de Le Iene del 6 aprile 2022 dal titolo “The Crypto Dream & Jimmy The Watch” dove TradingCenter.it è anche stato citato tra le fonti come si può vedere al minuto 7:39 (e di questo ringraziamo la redazione de Le Iene), abbiamo deciso di fare un ulteriore approfondimento sull’argomento HyperVerse (precedentemente noto come HyperFund). Ovviamente, il fatto che Le Iene abbiano incentrato gran parte del servizio sul famigerato Jimmy The Watch è stato solo un incipit per parlare di HyperVerse. Il fatto che HyperVerse venga accostato a questo personaggio ci fa capire ancor di più quanto questo schema ponzi ormai conclamato sia davvero una pura truffa. I truffatori sono sempre alla ricerca di nuove truffe…

Attenzione precisiamo subito una cosa molto importante: noi di TradingCenter.it siamo convinti che molti reclutatori di Hyperverse stiano promuovendo questo “sistema miracoloso” (che moltiplica i propri depositi e offre quindi una rendita passiva fissa ed incredibilmente alta la maggior parte delle volte sugli investimenti in criptovalute) in assoluta buona fede ed inconsapevoli del fatto che prestissimo questo vaso di Pandora verrà scoperchiato anche in Italia (come è già successo in altri paesi) dagli organi di controllo finanziario.

Le persone che pensano di investire per ottenere rendite passive sulle criptovalute e Bitcoin, è importante che lo facciano con delle piattaforme regolamentate, perchè le aziende che non sono sottoposte a controlli, spesso tendono a ingannare i propri clienti. La piattaforma regolamentata migliore per investire su Bitcoin è attualmente Liquidityx, che offre in seguito alla registrazione gratuita un conto demo per formare i principianti. Per registrarti a Liquidityx clicca qui.

Prima di andare avanti con la lettura dell’aggiornamento su HyperVerse, diamo insieme un’occhiata al video de Le Iene dove tutto il sistema ponziano viene spiegato in modo approfondito.

Apri un Conto Gratis con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 200€

Licenza: HCMC

  • Demo Gratis
  • Trading Central gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

74% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: XTB

Deposito: Nessun Minimo Richiesto

Licenza: CySEC/KNF/FCA

  • Demo Gratis
  • 0% Commissioni su Azioni

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

79% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capex.com

Deposito: 100€

Licenza: CySEC

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

69% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Capital.com

Deposito: 20€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Spread Competitivi

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

83% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50€

Licenza: CySEC

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

78% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

Servizio su HyperVerse de Le Iene: il video

Clicca qui per aprire in una nuova finestra il servizio de Le Iene. Lascia questa pagina del nostro sito aperta e dopo aver visto il video continua a leggere il nostro articolo: tutto ti sarà molto più chiaro su HyperVerse.

le iene hyperverse jimmy the watch video servizio

Hyperverse, nuova truffa: investimenti quadruplicati, ma prelievi bloccati

Il nome di Hyperverse impazza da mesi in forum e blog dedicati al trading online, con centinaia e centinaia di utenti vittime delle false promesse del (fantomatico) broker. Sono piovuti dubbi da ogni parte sull’attività di quest’azienda. Ed ora, per riparare al danno, la società ha lanciato una sorta di nuovo bonus che, agli occhi dei più esperti, non sembra altro che una nuova falsa promessa per attrarre più vittime: quadruplicare gli investimenti.

Tra l’altro, coloro che seguono le vicende di Hyperverse/Hyperfund già da un po’ sanno bene che, al lancio del bot, la compagnia aveva stabilito per tutti i nuovi utenti di quel periodo un incasso iniziale triplo del primo investimento, in tot giorni. Questa sorta di promozione era stata dichiarata temporanea. Poi qualcuno ha iniziato a vederci chiaro ed ora la società fa l’ultimo disperato tentativo di racimolare qualche soldo per dare una parvenza di legalità. Ma intanto, i prelievi risultano quasi sempre bloccati fin dalla fine del 2021.

Hyperverse quadruplica i fondi, ma solo per i reclutatori

Sembra ormai appurato che Hyperverse sia uno Schema Ponzi, ovvero una di quelle classiche truffe denominate “schema piramidale”. Non a caso, la nuova offerta di quadruplicare gli investimenti è rivolta praticamente solo ai reclutatori che, tra l’altro, sono gli unici che sembrano poter prelevare i fondi sul proprio conto presso il broker. La società, costretta a chiudere e riaprire il sito più volte, ha lanciato l’ennesimo nuovo dominio per gli ultimi arrivati. Tale dominio, attualmente, risulta essere https://h5.thehyperverse.net, lontanissimo parente del primo hyperverse.com. Anche in questo caso, non c’è traccia di alcuna informazione sull’azienda e le lingue disponibili sono solo l’Inglese, il Cinese, lo Spagnolo e il Portoghese. Al nuovo dominio, per la verità, non c’è traccia nemmeno della nuova offerta 4×1 che, però, l’azienda sta pubblicizzando in maniera molto forte altrove, ovvero con annunci a pagamento su siti di terze parti o sui social, come ad esempio su Twitter.

Hyperverse 2.0: come funziona

Il primo progetto di Hyperverse era stato denominato Hyperverse 1.0 e consisteva nel promettere ai clienti un ritorno triplicato del proprio investimento, dopo tot giorni. Questo fantomatico sistema di trading era in centrato su un bot per investire in criptovalute in maniera automatica.

Vi abbiamo fornito tutte le prove per definire questo sistema come uno schema piramidale.

Nel dettaglio, lo ricordiamo, la vendita piramidale consiste nel pagamento di una quota di entrata iniziale, in questo caso l’investimento. Dopodiché, portando nuovi iscritti, l’utente diventa reclutatore e con le nuove quote, di fatto, si vanno a pagare i famosi “fondi triplicati”. Un sistema che, per tutte le ragioni che abbiamo visto, è destinato a crollare. E infatti, Hyperverse è stato ben presto dichiarato per quello che è, ovvero un sistema illecito. Le persone iscritte hanno iniziato a ritirare e ritirarsi, innescando prima il blocco dei prelievi e poi la nuova promessa di investimenti addirittura quadruplicati, anziché triplicati. E questo non è nient’altro che Hyperverse 2.0.

I prelievi bloccati

Ad un certo punto, Hyperverse si è rivelato da sé per la truffa che era e che è, imponendo il blocco dei prelievi agli investitori passivi, sia per l’impossibilità di pagarli, sia per spingerli a diventare reclutatori. Naturalmente, il blocco è stato spacciato come problema tecnico, con vari avvisi di risoluzione sempre posticipata. Altra modalità per non destare sospetti consiste nell’inventare ritardi sulla verifica dei documenti degli iscritti.

E infine, tutti gli iscritti non convinti dalle precedenti azioni, si sono trovati difronte anche alla promessa (sempre falsa) di un ritorno annuale. Questa particolare offerta, rinominata Annualized Yeld, prevede che la società attribuisca periodicamente una percentuale di ritorno in più sui fondi degli utenti, a condizione che questi non prelevino. Ognuna di queste azioni da parte di Hyperverse è un tassello in più che dovrebbe far capire a tutti coloro che credono di potersi arricchire con questo sistema che ciò non è possibile.

La società dietro Hyperverse è già ufficialmente indagata per frode finanziaria in diversi paesi del mondo, tra cui Gran Bretagna, Germania e Australia. Al vaglio degli inquirenti proprio l’evidente schema piramidale spacciato per sistema di trading, ma anche le licenze operative che, effettivamente, la società sembra NON aver mai ottenuto (e probabilmente nemmeno richiesto).

DeFi Hyperverse: solo un abbaglio di legalità

Ma è vero che esiste Hyperverse DeFi e che questa piattaforma consenta di investire in criptovalute in maniera sicura? La risposta è NO: anche in questo caso si tratta di una truffa Hyperverse. Questo tipo di piattaforma, sponsorizzato su uno dei tanti siti della società, in realtà non esiste. Si è trattato semplicemente dell’ennesimo tentativo, da parte dell’azienda, di utilizzare un termine o un sistema (ri)conosciuto come sicuro nell’ambito del trading online, per attrarre anche gli utenti più scettici. Purtroppo, la realtà dei fatti è che ci sono ancora tanti disperati iscritti alla piattaforma che faranno di tutto per far credere in giro di guadagnare realmente con Hyperverse. Ma ci sono prove incontrovertibili che dimostrano la truffa HyperVerse e vi consigliamo di stare assolutamente lontani da questo sistema.

Hyperverse, gli utenti che hanno perso tutto dove sono?

Ad oggi, girovagando in rete tra i forum di trading, ma anche in piattaforme come YouTube, ogni volta che un contenuto parla della truffa HyperFund/HyperVerse c’è una folla di persone pronte a testimoniare di guadagnare davvero con questo sistema. Addirittura, tanti parlano di piattaforma rivoluzionaria, che solo pochi geni della finanza possono capire. Continuiamo a sostenere che anche queste rilevazioni fanno parte di un qualsiasi Schema Ponzi. Chi ormai c’è dentro deve continuare a mandare avanti la baracca. Ciò significa reclutare, reclutare e reclutare più vittime possibili, in modo tale che gli iscritti più datati possano almeno riprendersi i fondi versati. Che qualcuno ci abbia guadagnato non possiamo negarlo con certezza, ma si tratta senza alcun dubbio di pochissime persone, probabilmente ai vertici della piramide poiché iscritti dall’inizio.

I conti degli utenti sulla piattaforma, gonfi di guadagni, non corrispondono necessariamente a guadagni reali poiché prima quei soldi occorrerebbe trasferirli nel conto bancario. Altrimenti sono inutilizzabili e non possono essere definiti guadagni. Tra i dati di fatto attuali rientrano le indagini delle autorità finanziarie in più di un paese ed è possibile trovarne riscontro nelle carte dei rispettivi tribunali. Stesso discorso per le frodi ufficialmente attribuite a Ryan Xu. Già solo per questo, possiamo dire e ribadire che HyperVerse NON è affidabile.

HyperVerse/Hyperfund: ripercorriamo tutte le tappe

Sei approdato su questa guida con un obiettivo: scoprire che cos’è HyperFund, oggi nota come HyperVerse. Ti aiuteremo a schiarirti le idee. Abbiamo messo insieme diverse informazioni cercando di fare luce su questo argomento sempre più dibattuto nell’ambito del trading online, dove il nome di HyperFund sta diventando sempre più diffuso anche se, in funzione della truffa ben architettata, il nome è stato già cambiato in HyperVerse e tutti i domini ufficiali contenenti il brand HyperFund sono già spariti in seguito a tutte le segnalazioni degli organi regolatori internazionali così da prender ancora tempo ed illudere altre migliaia di persone. Tutti ne parlano, ma come funziona realmente questo metodo di guadagno non è ancora chiaro.

Tantissimi utenti si chiedono se HyperFund/HyperVerse è una truffa, uno schema Ponzi o se si tratta di un programma affidabile. Ce lo siamo chiesti anche noi di TradingCenter.it e siamo andati a cercare informazioni veritiere in merito all’azienda dietro questo progetto. Oltre ad approfondire questi punti, parleremo di LiquidityX, che attualmente rappresenta uno dei migliori broker per investire in borsa senza rischio di essere truffati e che puoi trovare all’indirizzo. Si tratta di una piattaforma regolamentata e sicura, che offre la possibilità di investire senza commissioni sul mercato e di copiare i migliori investitori, attraverso il trading automatico. Puoi iscriverti gratuitamente a LiquidityX CLICCANDO QUI

HyperVerse app: cos’è e come funziona

Le opinioni su HyperVerse, ormai, si trovano ad ogni angolo del web. Ma non sempre ci si può fidare delle informazioni della rete, soprattutto se provengono da fonti anonime. Ad ogni modo, stando a ciò che si può reperire sul web, l’app HyperVerse è stata fondata da un certo Ryan Xu, un presunto nome prestigioso nel mondo delle criptovalute. Xu risulta essere affiancato da altri due personaggi controversi del mondo imprenditoriale e finanziario: Sam Lee e Allan Guo.

Il primo fallimento del trio è Bitcoin Group. La società, tra le altre cose, fallisce diverse volte la quotazione in Borsa e cambia nome (e attività) in Blockchain Global. Le recensioni su HyperFund Global, infatti, ad un certo punto iniziano a parlare della prima vera e propria truffa di Xu. In questo periodo, l’azienda si occupa di scambi di trading online attraverso una piattaforma che, di punto in bianco, collassa. I conti dei clienti vengono congelati e si stima che circa 200 investitori abbiano perso fino a 10 milioni di dollari. Seguono altri tentativi di truffa da parte di Xu e soci, attraverso diverse società, fino al lancio della criptovaluta HyperCash, con il progetto HyperFund. Dopodiché, nel 2020, l’exchange Binance decide di eliminare la cripto di Xu dalla lista dei suoi asset, a causa della scarsa trasparenza sull’attività di HyperFund.

Ma cosa fa questa piattaforma per attrarre i clienti?

Nel dettaglio, HyperVerse (ex Hyperfund) promette premi giornalieri sicuri ai propri clienti, che possono arrivare (secondo chi promuove il marchio) al doppio dell’investimento. Ma come vengono pagati questi premi? O meglio, con quali soldi? E’ qui che entra in gioco il cosiddetto schema Ponzi.

HyperVerse è affidabile? Come opera la piattaforma

Partiamo dal fatto che Hyperverse è segnalata dalla FCA, l’organo di controllo del Regno Unito, quindi questo già ti dovrebbe far capire che investire soldi con questa società porterà solamente a perdere tutto il tuo capitale. Qui la segnalazione della FCA nei confronti di Hyperverse

Non ti basta? Allora continua a leggere…

Attraverso quello che viene chiamato schema Ponzi, gli investitori di una determinata società guadagnano interessi altissimi sui fondi versati dai clienti. Nello specifico, però, i premi sono finanziati dagli investitori stessi, tramite una sorta di schema piramidale e non da un reale guadagno sul mercato. Tradotto in termini semplicissimi. Il cliente 1 e il cliente 2 sono i primi a versare fondi e ad incamerare denaro. Dopodiché entrano nel giro il cliente 3 e il cliente 4 i cui fondi non vanno sul mercato, ma sui conti dei clienti 1 e 2. I fondi del cliente 5 e del cliente 6 servono per ripagare i clienti 3 e 4 e così via.

Prima o poi, tutti gli schemi Ponzi crollano poiché, alla fine, le società coinvolte dovranno agli investitori più di quanto incassato dai nuovi clienti. Arriverà sempre un dato momento in cui un gruppo di investitori deciderà di ritirare il proprio capitale e il sistema, naturalmente, non avrà abbastanza soldi per pagare la richiesta. Si tratta di un modus operandi del tutto illegale che sembra essere collegato proprio a come si guadagna su Hyperverse.

LEGGI ANCHE: Recupero soldi trading, è possibile? 2 modi per evitare truffe

Nuova truffa HyperVerse: nomi diversi, stesse problematiche

Il nome di Ryan Xu, attualmente, è legato a circa 150 società. Nessuna di queste società possiede una licenza operativa per il trading online. Al contrario, LiquidityX è regolamentato da diverse autorità di vigilanza internazionali. CLICCA QUI per entrare sul sito di LiquidityX e vedere tutte le licenze del broker. Ti ricordiamo, inoltre, che la Registrazione alla piattaforma è assolutamente gratuita. Tornando a Xu, la maggior parte delle sue società non ha mai effettuato alcuna attività nel settore dei servizi finanziari. Praticamente si tratta di aziende fantasma.

Stando alle ultime notizie, la nuova frode HyperFund si chiama HyperMining. Si tratta  dell’ennesimo progetto legato alle criptovalute e lanciato dal CEO dell’azienda che non è altro che un prestanome di Ryan Xu. La base della nuova attività è a Dubai e non risulta alcuna autorizzazione per l’Italia. Quindi è assolutamente sconsigliato aderire al progetto. Su TradingCenter.it puoi trovare una lista delle migliori piattaforme di trading regolamentate.

Scendendo nei dettagli del nuovo imbroglio, dopo il download di HyperFund, all’investitore viene promessa una percentuale di guadagno sui fondi versati, per più di 500 giorni consecutivi. Come si intuisce dal nome, HyperMining dovrebbe occuparsi di estrazione di criptovalute. Tuttavia, dal momento che la Cina ha vietato questa attività e che in altri luoghi del mondo le società di Xu sono state bandite, non è chiaro dove siano situati i server per il Mining dell’azienda.

HyperVerse/HyperFund, mille volti, mille rischi

Per entrare a far parte della Community HyperVerse, il cliente deve acquisire più HyperVerse membership, ovvero deve sottoscrivere più abbonamenti. Secondo le opinioni su HyperVerse in rete, anche questo dimostra lo schema piramidale con cui la società genererebbe le proprie entrate.Tra i vari nomi con cui è conosciuta la piattaforma HyperVerse citiamo anche HyperCommunity, HyperTech GroupHyperCapital e ovviamente l’ultimo nome è Hyperfund.

Tra i servizi offerti si sente parlare spesso di HyperPay, HyperKay e HyperMate, tutti strumenti legati all’uso della piattaforma. L’app HyperVerse è disponibile per iOS, ma anche per Android. Dunque, gli utenti possono scaricare HyperVerse app per iPhone, ma anche per tutti gli altri più comuni smartphone in circolazione. Attualmente, in rete, ci sono una marea di opinioni HyperVerse contrastanti. Qui parliamo di truffa HyperVerse, ma non possiamo negare che tante persone affermino di guadagnare con questo sistema. Tuttavia, per lo più, si tratta di utenti anonimi.

HyperVerse, le domande senza risposta

I numeri sui guadagni Hyperverse valgono più di un’opinione non corredata da fatti reali. Il discorso è semplice. Le società che ruotano attorno all’ecosistema Hyperverse coinvolgerebbero circa 2 milioni di investitori nel mondo. Il deposito minimo richiesto per avviare il giro di premi sulla piattaforma è di 50 dollari. Secondo le promesse dell’azienda, ciò si traduce in 100 milioni di dollari che Hyperverse, ogni giorno, distribuirebbe ai suoi clienti. In un trimestre, ben 9 miliardi. Tanto per fare un paragone illustre, la piattaforma Coinbase ha guadagnato circa 2 miliardi di dollari (lordi) nel primo trimestre 2021. E si tratta, oltretutto, di un’azienda che si è quotata in Borsa, dopo aver passato tutti i controlli del caso e che, dunque, ha accesso ad una vasta platea di finanziatori.

Come può, quindi, una realtà ben più piccola e decisamente meno conosciuta come HyperVerse, guadagnare molto più di CoinBase? Perché, guarda caso, le opinioni positive su HyperVerse da utenti reali provengono praticamente sempre da affiliati alla piattaforma? Sembrerebbe che questi vogliano convincere altri ad entrare, probabilmente proprio per portare avanti lo schema piramidale. Inoltre, sui vari siti HyperVerse la trasparenza non sembra essere di casa. Le informazioni legali di base che tutti i migliori broker di trading devono elencare in Home Page, qui non sono presenti. E infine, il fatto che Ryan Xu sia legato a truffe sparse nel tempo e nel mondo sembra essere un dato riscontrabile, in primis nei documenti dell’Antitrust australiana.

Investire in Bitcoin con LiquidityX

In base a tutte queste informazioni, molto probabilmente HyperVerse è una truffa a tutti gli effetti. Tuttavia, ciò non dovrebbe confondere i neofiti che desiderano iniziare a guadagnare con il trading. Infatti, il trading online NON è una truffa, ma è importante, anzi assolutamente fondamentale, svolgere l’attività di trading solo ed esclusivamente attraverso broker regolamentati. In questo contesto, riteniamo che la migliore piattaforma di trading per un trader principiante sia LiquidityX. La peculiarità di questo broker sta nell’approccio agli investimenti che propone.

LiquidityX, infatti, nasce e cresce come un social network per gli investitori, trasformandosi in pochi anni in una piattaforma di trading di successo. Grazie alle sue radici social, la società ha dato vita al copy trading, cioè alla possibilità di copiare gli investitori con le performance migliori, attraverso una piattaforma dedicata. La community di LiquidityX è davvero molto ampia e un neofita può scegliere tra migliaia di professionisti che hanno scelto di rendere pubbliche le proprie operazioni di trading.

Un altro elemento molto apprezzato dai trader del broker è il fatto che questa piattaforma permette di operare senza commissioni sul mercato azionario. Un ulteriore incentivo per tutti i trader principianti che partono con un budget più basso. L’iscrizione al broker non ha alcun tipo di costi. Ciò significa che puoi provare la piattaforma demo di LiquidityX prima di depositare del denaro reale. Toccare con mano l’efficienza dei servizi LiquidityX è il miglior modo per capire se la piattaforma può soddisfare le tue esigenze. LiquidityX è, probabilmente, il miglior broker attualmente sul mercato. Ed effettivamente, il copy trading è un modo efficace per investire in Borsa anche senza esperienza. Tuttavia, vogliamo ricordarti che fare trading online non è facile e necessità di studio e serietà. I guadagni facili, ovvero quelli promessi da realtà come HyperVerse ad esempio, non esistono.

Il modo migliore per testare una piattaforma è, quindi, registrarsi, fare dei test attraverso un conto demo e, solo in seguito depositare del denaro per investire realmente. Iscriviti ora a LiquidityX CLICCANDO QUI 

Conclusioni

In conclusione, pur mantenendo una certa neutralità, in quanto sembrano mancare risposte certe da fonti autorevoli italiane, non ci sentiamo di consigliare HyperVerse a chi desidera iniziare ad investire online. Rimaniamo convinti che l’esperienza e il buon nome valgano ben più di fantomatiche promesse. Per questo motivo, continuiamo a sostenere realtà come LiquidityX, piattaforma sulla quale, da anni, i migliori trader del mondo costruiscono la propria carriera nel trading online.

Altri articoli dello stesso autore:

Il nostro voto
Sommario
HyperVerse/HyperFund recensioni: schema Ponzi o reale opportunità di guadagno?
Nome Articolo
HyperVerse/HyperFund recensioni: schema Ponzi o reale opportunità di guadagno?
Descrizione
Sale l'interesse per HyperVerse/HyperFund (oggi nota come HyperVerse). HyperFund è una truffa o si guadagna davvero? Le opinioni e la nostre scoperta.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore

Il 69-83% dei conti di investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Considera se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu accetti la cookie policy.