I trader che hanno scelto di investire in Azioni recentemente, hanno dovuto fronteggiare un inizio di settembre piuttosto caotico. Il difficile inizio del mercato azionario di questo mese non è ancora del tutto chiaro. Due le motivazioni più accreditate. Da una parte, l’incertezza creata dalle imminenti elezioni presidenziali. Dall’altra, lo stallo del Congresso USA sulle nuove misure di stimolo a sostegno dell’economia. Da aggiungere, la storica debolezza delle azioni a settembre, in generale e globalmente, insieme a una buona dose di prese di profitto.

Secondo gli analisti, però, questo calo di mercato non rappresenta totalmente una cattiva notizia. Per gli investitori con prospettive a lungo termine, notevoli cali di mercato possono creare enormi opportunità di acquisto. In questo contesto, gli esperti hanno individuato le tre migliori azioni da comprare a settembre, che sono: Apple, Berkshire Hathaway e Tesla.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Apple, la quotazione preferita dai trader

Giovedì scorso, Apple ha perso ben 180 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato. La più grande perdita di un giorno per una società quotata negli Stati Uniti.

A quanto pare, gli azionisti sono diventati diffidenti nei confronti della valutazione storicamente alta del gigante tecnologico. Non a caso, anche dopo aver perso quasi l’8% del suo valore, giovedì, le azioni Apple erano ancora scambiate a quasi 32 volte gli utili previsionali.

Nonostante questo, gli esperti ribadiscono che il pacchetto offerto da Apple si è trasformato in prodotti di consumo di base nell’ultimo decennio. Ciò significa, principalmente, che è improbabile che la domanda diminuisca, anche nell’attuale clima economico. In effetti, Wall Street prevede che Apple aumenterà le vendite di un sano 12,6% nel 2021.

Di conseguenza, secondo gli esperti, la valutazione premium di Apple è probabilmente ben meritata. L’azienda ha una solida base di clienti estremamente fedeli e ha dimostrato di essere una delle entità più innovative nell’intero spazio tecnologico. Pertanto, il crollo di inizio mese dovrebbe rivelarsi un regalo per gli investitori più pazienti.

Tesla, non chiamatela bolla!

L’aumento vertiginoso del Titolo Tesla, durante questo 2020, ha alimentato in parecchi investitori l’idea che tale rialzo non sia altro che una bolla finanziaria. D’altro canto, le azioni Tesla vengo scambiate, attualmente, a 131 volte gli utili previsionali.

Tuttavia, gli esperti sottolineano che Tesla è una società che sfida le convenzioni, e dovrebbe essere trattata come tale dagli investitori. E’, dunque, una cattiva idea valutare Tesla solo per le sue prospettive a breve termine. L’azienda ha già rivoluzionato l’industria automobilistica e, nel prossimo decennio, si espanderà quasi sicuramente in molti altri settori.

Il 22 settembre, la compagnia dovrebbe tenere il suo evento Battery Day. La società comunicherà le ultime notizie sullo stato della sua batteria da un milione di miglia. Questa singola innovazione ha il potenziale per cambiare radicalmente il prezzo dei veicoli elettrici e, forse, aprire la strada a una rivoluzione anche per la realizzazione di aerei elettrici.

In breve, durante questo mese, le azioni di Tesla potrebbero ricevere una bella spinta.

Berkshire, un rifugio sicuro

Infine, la holding di investimenti di Warren Buffett. Berkshire Hathaway non è progettata per produrre rendimenti da battere durante un mercato rialzista. Piuttosto, l’Oracolo di Omaha ha scelto azioni di livello mondiale come Coca-Cola e Johnson & Johnson, che tendono a non perdere denaro in tempi difficili.

La verità è che la recessione economica del COVID-19 potrebbe evolvere in una depressione totale. Se così fosse, Berkshire dovrebbe rivelarsi un rifugio sicuro per gli investitori.

Altri articoli dello stesso autore: