Il produttore francese di farmaci Sanofi SA ha accettato di acquistare l’azienda britannica di immunoterapia Kymab per 1,45 miliardi di dollari. E’ solo l’ultimo di una serie di accordi della compagnia parigina, che sta cercando ci colmare il suo ritardo in un’area medica in rapida crescita. Dopo notizia, le azioni Sanofi si stanno muovendo in rialzo dello 0,63%, a 79.29 euro per azione.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

75% of investor lose money

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Sanofy Kymab, i dettagli dell’acquisizione

L’accordo, che vedrà Sanofi pagare in anticipo 1,1 miliardi di dollari, darà alla società francese i pieni diritti al KY1005 di Kymab. Si tratta di una terapia con anticorpi considerata in grado di trattare un’ampia gamma di disturbi infiammatori e malattie immunitarie.

KY1005 ha superato uno studio clinico di fase II in fase intermedia, ad agosto.

Il prezzo dell’accordo potrebbe aumentare di $ 350 milioni in base al raggiungimento di determinati traguardi. La notizia è stata confermata direttamente da Sanofi nella mattinata odierna.

Come premesso, l’accordo rappresenta solo l’ultima di una serie di acquisizioni per Sanofi.

A novembre, la compagnia ha speso 308 milioni di euro (376 milioni di dollari) per la società di biotecnologia olandese Kiadis, specializzata in prodotti di immunoterapia cellulare per il trattamento del cancro.

Ad agosto, la società ha inglobato lo specialista di malattie autoimmuni degli Stati Uniti Principia Biopharma per $ 3,7 miliardi. L’operazione rientrava in un più ampio investimento di $ 2,5 miliardi per acquisire il gruppo di trattamenti di immuno-oncologia Synthorx nel dicembre 2019.

Il ritardo di Sanofi

Sanofi è arrivata in ritardo a capitalizzare il decollo dell’immunoterapia, ovvero la produzione di farmaci che attivano il sistema immunitario dell’organismo per attaccare le cellule tumorali. Il settore sta crescendo enormemente già dall’inizio degli anni 2010.

Per cercare di recuperare il ritardo accumulato, la società si sta concentrando su una pipeline di diversi farmaci che spera gli garantiranno una fetta di questo mercato. L’obiettivo è un giro di affari da 100 miliardi di dollari all’anno.

La pipeline di Kymab include anche KY1044, un trattamento del cancro attualmente in fase di sviluppo clinico I/II.

L’acquisizione, da pagare in contanti, dovrebbe essere completata entro la fine di giugno.

Weil Gotshal & Manges LLP funge da consulente legale di Sanofi, mentre J.P. Morgan svolgerà il ruolo  consulente finanziario di Kymab con Goodwin PLC per la consulenza legale.

I dirigenti Sanofi prevedono che il 2021 sarà un anno “trasformativo” per l’azienda

Con otto farmaci in attesa di approvazione normativa e 26 progetti negli studi di Fase III, Sanofi è all’apice di un anno di trasformazione. Nestlé ha paragonato i programmi di ricerca e sviluppo di Sanofi ad un iceberg: tutti vedono ciò che c’è sopra l’acqua, ma la parte più significativa è sotto.

Sanofi sta investendo in settori come la biologia sintetica e la terapia cellulare e genica e la sua strategia di acquisizioni dovrebbe iniziare a dare i suoi frutti proprio quest’anno. Nell’ambito del trading online, tuttsvia, il titolo della compagnia è sotto del 15% su 12 mesi. La società paga un pasticcio sul vaccino anti covid19 su cui, invece, l’UE contava.

Altri articoli dello stesso autore: