Notizia di rilievo per i trader che hanno scelto di fare trading su Azioni Intel. Il produttore di chip ha appena dichiarato di aver licenziato il suo Chief Engineering Officer, Murthy Renduchintala. La mossa sarebbe parte di una più ampia strategia di riorganizzazione dell’unità tecnologica chiave. Nello specifico, l’azienda ha intenzione di suddividere l’unità in 5 squadre, con i nuovi leader che riferiranno direttamente all’amministratore delegato Bob Swan.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Intel e la riorganizzazione interna

Il nuovo capo dello sviluppo dei processi tecnologici con chip a 7 nanometri e 5 nanometri sarà Ann Kelleher, un veterano che lavora in Intel da 24 anni. La scorsa settimana, la società aveva dichiarato che la tecnologia di produzione di chip da 7 nanometri più piccola e più veloce era in ritardo di sei mesi. A causa di questi ritardi, Intel ha dovuto fare affidamento maggiormente su chipmaker esterni, per mantenere competitivi i suoi prodotti.

Renduchintala, che era presidente del gruppo prima della sua riorganizzazione, e largamente considerato come il n. 2 di Swan, è entrato a far parte di Intel nel 2015. È stato vicepresidente esecutivo di Qualcomm Inc (QCOM.O), ed è stato membro del consiglio di Accenture ( ACN.N).

L’ingegnere faceva parte del numeroso gruppo di persone chiave reclutate da Intel all’esterno. Fu assunto come parte di una strategia per perseguire mercati più ampi rispetto alle unità centrali di elaborazione, o CPU, per cui la società divenne nota nell’era dei PC.

Renduchintala si era assunto la responsabilità di invertire la rotta nell’ambito del processo tecnologico di Intel, che ha lottato con anni di ritardo per l’attuale lavorazione a 10 nanometri. L’amministratore delegato Swan, a Novembre, aveva promesso agli investitori che Intel avrebbe iniziato a raggiungere i concorrenti con il suo chip a 7 nanometri, all’inizio del 2021. Tuttavia, l’azienda ha ridimensionato i propri target la scorsa settimana, a causa di forti ritardi nel procedimento. Renduchintala lascerà il suo posto i ingegnere capo il 3 agosto.

Quotazione Intel oggi 28 Luglio

Il Titolo Intel ha chiuso l’ultima seduta di mercato a Wall Street in ribasso del 2,02%, a quota 49.57 dollari per azione. Nel pre market di oggi si prevede un ulteriore calo dello 0,18%.

Dal 23 Luglio la quotazione sta facendo registrare un’ampia discesa verticale, iniziata dal valore di circa 60 dollari per azioni. I ritardi nella produzione e le perdite di Marzo solo in parte recuperate stanno mettendo il Titolo sotto pressione.

Inoltre, la Borsa americana soffre dell’emergenza coronavirus ancora fuori controllo, con il Governo USA chiamato a gestire le divergenze interne sull’approvazione del pacchetto di aiuti per sostenere l’economia a stelle e strisce.

Su base annuale, il Titolo è in perdita del 3,92%, con il massimo di 52 settimane attualmente fissato a 69.29 dollari per azione. La quotazione si sta pericolosamente avvicinando al minimo di 43.63 dollari, con i trader che rimangono diffidenti e incerti rispetto all’immediato futuro.

Altri articoli dello stesso autore: