Nell’ambito del trading online pre e post elezioni USA del 3 novembre, spiccano le previsioni di Goldman Sachs. Il colosso bancario ha affermato che il risultato delle elezioni statunitensi non dovrebbe interferire sulle prospettive rialziste per il petrolio e il gas naturale. Inoltre, secondo l’istituto, una schiacciante vittoria democratica potrebbe addirittura trasformarsi in un catalizzatore positivo per questi settori.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Petrolio su nel 2021, lo afferma Goldman

Goldman ha ribadito la sua visione rialzista per il 2021 sia per il gas naturale che per il petrolio. La banca afferma che i driver per prezzi più alti conteranno più dei potenziali risultati delle elezioni statunitensi.

La recente rotazione dei prezzi del petrolio, che si sono ripresi sull’indebolimento del dollaro, suggeriscono che una vittoria di Biden potrebbe effettivamente rivelarsi un catalizzatore rialzista per il greggio. La banca ha aggiunto che anche i prezzi del gas naturale potrebbero aumentare.

Attualmente, i sondaggi mostrano che il candidato democratico Joe Biden ha un vantaggio sostanziale sul presidente Donald Trump, sebbene di livello minore in alcuni degli stati che potrebbero decidere le elezioni del 3 novembre.

Gli analisti di Goldman ritengono che investire sul petrolio durante una ipotetica amministrazione Biden potrebbe risultare più vantaggioso per alcuni specifici motivi. Innanzitutto per le nuove regolamentazioni che aumenterebbero il costo della produzione, riducendo le risorse disponibili. In questo modo, si andrebbe a riequilibrare il rapporto tra domanda e offerta.

Inoltre, le priorità climatiche di Biden puntano anche a un più rapido dispiegamento di fonti energetiche rinnovabili. Un tale programma richiederebbe nuove infrastrutture, che insieme a un probabile grande stimolo fiscale iniziale, porterebbero a una maggiore domanda di petrolio nei prossimi anni.

Goldman Sachs sul mercato

Interessante anche dare un’occhiata al Titolo della banca in Borsa. Le Azioni Goldman Sachs hanno chiuso l’ultima seduta di mercato in ribasso dello 0,21%, a quota 207.54 dollari. Il pre market di oggi, attualmente, registra un ulteriore ribasso.

A partire dall’ultima settimana di settembre, la risorsa ha recuperato gran parte dei guadagni persi sul finire dell’estate. Goldman ha una capitalizzazione di mercato di 71.41B, con oltre 344 milioni di azioni in circolazione. Il volume medio super i 3 milioni.

Per quanto riguarda i prezzi, si registrano un minimo e un massimo di 52 settimane rispettivamente pari a 130.97 e 250.46 dollari per azione. Su dodici mesi, il titolo è cresciuto solo dell’1,4%.

Le previsioni dell’istituto bancario riscuotono da sempre molto successo. Al momento, gli analisti di Goldman si stanno concentrando sulle elezioni USA. Secondo questi esperti, la salita al potere dei democratici è una prospettiva piuttosto realistica e anche positiva.

In particolare, con Biden aumenta la probabilità di un pacchetto di stimolo fiscale di almeno $ 2 trilioni. Inoltre, si prevede un aumento della spesa per le infrastrutture, per il clima, per la sanità e per l’istruzione. Al contempo, i democratici, sul lungo termine, andrebbero ad aumentare le tasse sulle società e sui percettori di reddito superiore.

Altri articoli dello stesso autore: