Le persone interessate ad investire in Bitcoin sono aumentate significativamente durante l’anno della pandemia. Questa tendenza, che ha toccato il suo picco negli Stati Uniti, ha portato gli americani a guadagnare ben 4 miliardi di dollari durante l’anno, 3 volte di più che in qualsiasi altro paese. Più in generale, gli utenti di tutto il mondo hanno scelto di investire in criptovalute con più fiducia rispetto a qualche anno fa.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 50$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: LiquidityX

Deposito: 250$

Licenza: HCMC

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Bitcoin, il rapporto di Chainalysis sgli scambi

Innanzitutto, vale la pena sottolineare come il trading online nell’ambito delle criptovalute sia salito nelle preferenze degli investitori al dettaglio, quanto delle aziende e delle grandi istituzioni.

Nomi di brand come Square, Tesla e MicroStrategy hanno aggiunto bitcoin al loro bilancio, traendone profitto.

Secondo un recente rapporto della società Chainalysis, nel 2020 gli investitori statunitensi hanno realizzato 4,1 miliardi di dollari di guadagni in bitcoin. Un dato che supera di oltre 3 volte la cifra di 1,1 miliardi guadagnati in Cina, che è il secondo paese in cui sono stati realizzati più profitti nel trading BTC.

In effetti, storicamente, la Cina detiene uno dei più alti volumi di transazioni di criptovaluta. Tuttavia, nel 2020, gli Stati Uniti hanno operato il sorpasso, in particolare per quanto riguarda gli investimenti istituzionali.

Scorrendo la classifica stilata da Chainalysis, al terzo posto si piazza il Giappone, con una stima di $ 929 milioni di guadagni realizzati in bitcoin. Seguono Gran Bretagna, con $ 829 milioni, la Russia con 632 milioni e la Germania con 607.

Sono diverse le motivazioni che hanno portato società e persone più vicine alle criptovalute e che ne hanno determinato l’aumento dei prezzi.

In primis, le voci sempre più insistenti di una possibile regolamentazione del settore, assieme ad un uso sempre più diffuso delle monete digitali. Il sistema crypto, oggi, è più conosciuto. La gente ne capisce meglio il funzionamento e i vantaggi.

C’è poi il fattore pandemia che ha avuto, senza dubbio, la sua rilevanza. I trader al dettaglio hanno avuto più tempo, nonché più necessità, da dedicare al trading online. L’obiettivo è stato quello di cercare un modo rapido per guadagnare online, in particolare durante i lockdown mondiali. Dopodiché, una volta innescata la tendenza, un altro folto gruppo di investitori si è unito al treno del rialzo.

Anche per le aziende, investire in BTC ha rappresentato un metodo di guadagno alternativo nel bel mezzo di una situazione economica senza precedenti.

Quotazione Bitcoin oggi 10 Giugno: la seduta apre in rialzo

Buon rialzo, al momento, per la coppia BTC/USD nella seduta odierna di mercato. L’oro digitale, alle 8:37 ora italiana di oggi, 10 giugno, viene scambiato a 36,880.0 dollari, in aumento del 7.73%. Ai livelli attuali, la crescita su 12 mesi è del 281,13%.

Seduta positiva anche per le altre principali criptovalute. Il trading su Ethereum registra un apprezzamento dello 0,45%, con il token a quota 2,540 dollari. La coppia DOGE/USD viene invece scambiata a 0.335490, in rialzo del 2.25%.

Altri articoli dello stesso autore:

Il nostro voto
Sommario
Bitcoin, gli americani nel 2020 hanno ricavato dalla crypto 4 miliardi di dollari
Nome Articolo
Bitcoin, gli americani nel 2020 hanno ricavato dalla crypto 4 miliardi di dollari
Descrizione
Nel 2020, gli statunitensi che hanno scelto di investire in Bitcoin hanno guadagnato 4 miliardi di dollari: i dati di Chainalysis.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore