Per i trader interessati a investire in azioni a lungo termine, un criterio di valutazione per le aziende è senz’altro la sostenibilità. In questo contesto spiccano le novità che riguardano HSBC. Il gruppo bancario con sede a Londra mira alle zero emissioni nette di carbonio entro il 2050, per tutta la sua clientela. La holding fornirà tra i $ 750 miliardi e $ 1 trilione di finanziamenti per aiutare i clienti a compiere la transizione. La notizia è stata confermata direttamente dall’amministratore delegato Noel Quinn a Reuters.com.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

HSBC e la nuova politica aziendale green

HSBC, la più grande banca europea, ha scelto di allineare le sue attività all’accordo di Parigi sul clima.

In una video intervista su Reuters, Noel Quinn ha dichiarato che:

Il COVID è stato un campanello d’allarme per tutti noi, me compreso. Abbiamo visto quanto sia fragile l’economia globale alle prese con un evento importante, in questo caso un evento che riguarda la salute. Ma ci portiamo a casa la realtà di quello che un grande evento climatico potrebbe causare.

L’obiettivo di HSBC di raggiungere zero emissioni attraverso la sua vasta base di clienti focalizzata sull’Asia, è uno degli impegni più significativi fatti da parte di un prestatore globale, fino ad oggi.

Tuttavia, la banca verrà attentamente monitorata su quanto velocemente e pienamente perseguirà i suoi nuovi target, che sono principalmente indicati come “obiettivi” piuttosto che “obblighi”.

Occorrerà inoltre esaminare se alla holding verrà concesso un margine di manovra per continuare a finanziare alcuni clienti legati al settore dei combustibili fossili, soprattutto nei mercati in via di sviluppo.

Negli ultimi anni, HSBC è stata sottoposta a crescenti pressioni da attivisti, azionisti e politici che hanno accusato la società di contribuire al cambiamento climatico finanziando combustibili fossili e altri progetti dannosi per l’ambiente.

Da un punto di vista finanziario, le Azioni HSBC sono in calo del 48,05% su dodici mesi. La holding ha una capitalizzazione di mercato attuale di 63.9B, con oltre 20,3 miliardi di azioni in circolazione.

HSBC pressata per stare al passo

Diversi esperti hanno affermato che HSBC è rimasta indietro nel rispondere alla sfida climatica. L’azienda ha rischiato di perdere contro rivali come BNP Paribas, già molto avanti nella definizione di obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio.

Questa settimana, il peso massimo di Wall Street, JPMorgan, è diventata l’ultima banca ad espandere gli investimenti in energia pulita e a lavorare per le emissioni nette a zero entro il 2050, in linea con il patto sul clima di Parigi.

Con molti clienti asiatici direttamente collegati o dipendenti dal settore del carbone, HSBC si trova in una posizione relativamente più difficile.

Al momento, la banca non ha fornito dettagli sul piano per inasprire la sua politica sui prestiti all’industria del carbone – ancora un motore chiave di molte economie asiatiche. Al contempo, però, la società ha affermato che applicherà “una lente climatica” sulle decisioni di finanziamento.

HSBC punterà inoltre a investire 100 milioni di dollari in tecnologie green e donerà altri 100 milioni di dollari a iniziative di innovazione climatica e fonti di energia rinnovabile, oltre al suo precedente impegno di finanziamento per una nuova impresa di capitale naturale.

Altri articoli dello stesso autore: