L’Halving Bitcoin, ovvero il dimezzamento della ricompensa per i miners della crypto, è finalmente avvenuto. Si è trattato di un evento molto atteso tra i traders e che ha generato un sentiment contrastante. Poche ore prima dell’Halving, il prezzo BTC ha fatto registrare un tonfo verticale, passando in poche ore da quota 9.772 a 8.460. Dopo l’Halving, il prezzo della criptovaluta ha iniziato lentamente a risalire, fino all’ottima performance della seduta odierna. Mentre scriviamo, l’asset BTC/USD è in rialzo di oltre il 7% a 9.524,01.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Prezzo Bitcoin Dopo Halving: quali strategie adottare adesso?

Con l’Halving, la ricompensa per i miners è passata da 12,5 e 6,25 BTC a blocco. Si tratta del terzo Halving della storia della criptovaluta. Nei due casi precedenti, nel 2012 e nel 2016, il prezzo aveva sempre fatto registrare, dopo l’evento, un significativo rialzo.

L’evento si verifica sempre senza che venga segnalata alcuna data e ogni volta che il numero di Bitcoin in circolazione si avvicina alla soglia massima di 210.000.

Quest’anno, l’Halving si è verificato lunedì 11 Maggio 2020, alle ore 21:23 italiane, non appena è stato estratto il blocco numero 630.000.

Bisogna considerare che, al raggiungimento dei prossimi 210.000 blocchi (e quindi quando si arriverà a quota 840.000), la ricompensa verrà dimezzata ancora, passando dagli attuali 6,25 BTC a 3,125 BTC.

Di conseguenza, da ora in avanti, verrà dimezzato anche il numero di blocchi in circolazione. Si, è passati, infatti, dai 1.800 al giorno prima dell’Halving, ai 900 del giorno successivo.

Come premesso, nelle due precedenti occasioni, il prezzo BTC fece registrare un’impennata ben definita, ma solo dopo qualche settimana dal dimezzamento.

Oggi, dopo soli 3 giorni dall’Halving, osservando il movimento dell’asset, potremmo forse dire che il rialzo sia già iniziato. Gli esperti rimangono cauti e consigliano di muoversi sul breve termine.

Il mercato di BTC rimane neutro

Nel complesso, gli analisti sembrano tutti d’accordo nell’affermare che l’Halving non abbia danneggiato il network BTC. Effetivamente, il valore della crescita della rete è aumentato di 6 punti, passando da 88 a 94.

L’apparente debolezza delle scorse ore, dunque, è stata causata piuttosto dal sentiment degli investitori, che è sceso di circa 23 punti rispetto alla settimana precedente.

In linea generale, tra alti e bassi, gli esperti affermano che il mercato di Bitcoin, in questo momento, non è né rialzista né ribassista. Nei giorni scorsi, il prezzo è diminuito, ma i valori on-chain sono rimasti forti.

Oggi assistiamo invece ad un breakout rialzista. In conclusione, quindi, investire in Bitcoin oggi rimane comunque una buona opportunità di mercato, soprattutto sul breve termine, aspettando di capire cosa accadrà nelle prossime settimane.

Alcuni esperti dell’alta finanza sostengono che la risposta inefficace degli USA alla crisi economica generata dalla pandemia mondiale del coronavirus, spingerà molti nuovi investitori verso il Bitcoin. Entro la fine dell’anno, certamente, assisteremo a situazioni eccezionali.

Altri articoli dello stesso autore: