Il Bitcoin è sceso sotto i $ 30.000 per la prima volta dal 22 giugno, trascinando al ribasso anche tutte le altre monete digitali. Secondo i dati di CoinMarketCap, nell’intero mercato delle criptovalute sono stati bruciati circa 89 miliardi di dollari. Nel momento in cui scriviamo, la coppia BTC/USD è in ribasso del 4,85% a quota 29,693.0. Durante i primi scambi del mattino, Ethereum è sceso di oltre il 6% e Ripple è sceso di quasi il 9%.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Il crollo del Bitcoin e la svendita nei mercati azionari

Il BTC è crollato dopo una grande svendita nei mercati azionari globali. Nella giornata di ieri, il Dow Jones Industrial Average ha registrato il suo giorno peggiore da ottobre dello scorso anno.

Gli asset di rischio sono diminuiti su tutta la linea a causa delle crescenti preoccupazioni sulla qualità e sulla forza della ripresa economica. Gli asset di rischio più ampi sono diventati più deboli, compresi gli alti rendimenti.

A pesare sull’oro digitale, tuttavia, rimane il giro di vite in Cina sul trading e sul mining di criptovalute. In questo momento, i fondamentali sul Bitcoin sono quasi interamente in rosso. Ai divieti in Cina si aggiungono il peggioramento delle condizioni macroeconomiche a causa di un’ondata di varianti covid e la possibilità di una imminente regolamentazione del settore da parte delle autorità statunitensi.

Non a caso, il mese scorso, l’Exchange Binance, uno dei più grandi scambi di criptovalute al mondo, è stato bandito dall’Inghilterra. Con un avviso del 15 Luglio, anche CONSOB ha comunicato la revoca per la società per i suoi servizi in Italia. Anche le autorità di regolamentazione del Giappone, del Canada e della Thailandia hanno seguito questa direzione.

Le previsioni

La caduta del Bitcoin sotto i 30k segna un evento importante sotto diversi punti di vista. In primis, il livello di 30,000 dollari rappresenta una soglia psicologica chiave. Anche dal punto di vista grafico, i modelli che si sono venuti a creare dopo il crollo parlano di un trend al ribasso sia per il breve che per il medio termine.

Secondo gli analisti, è probabile che, adesso, il BTC si possa muovere fino a 24k e poi, eventualmente, fino a 22k.

In linea generale, gli esperti si aspettano che l’oro digitale si muoverà in un intervallo compreso tra 20,000 e 40,000 dollari per un lungo periodo, prima di compiere un nuovo balzo al rialzo verso il massimo storico di oltre 64k.

Ormai, il dato di fatto è che lo slancio del mercato delle criptovalute del primo trimestre si è bloccato e per il btc minaccia un’ulteriore inversione potenzialmente al di sotto del livello di $ 25.000.

Dopo il calo delle ultime ore, la crescita del Bitcoin su 12 mesi scende a 232,13 dollari, mentre quella di Ethereum scende al 647,76%. In particolare, in questo momento, la coppia ETH/USD viene scambiata poco al di sotto di 1,750 dollari. Ad aprile, la seconda più grande criptovaluta al mondo aveva toccato un massimo record di 4,352.11.

Altri articoli dello stesso autore:

Sommario
Bitcoin sotto i 30k, bruciati 89 miliardi nel mercato crypto
Nome Articolo
Bitcoin sotto i 30k, bruciati 89 miliardi nel mercato crypto
Descrizione
Il Bitcoin crolla sotto i 30k e si trascina le altre criptovalute, con il mercato che brucia quasi 90 miliardi: dati e previsioni.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore
  •  
  •  
  •  
  •