C’è fermento da qualche settimana per gli investitori Bitcoin, poiché ci sono tutti i segnali per un imminente rialzo della criptovaluta fino a 10.000 dollari, ai livelli pre pandemia. Tuttavia, nell’ultima seduta, la quotazione si sta scontrando con diverse resistenze. In questo momento, il cambio BTC/USD è in ribasso dell’1,21%, a 8.845,8 dollari. Il massimo di 52 settimane, oltre i 13.000 dollari, è stato toccato all’incirca un anno fa. I mercati sembrano avere fiducia nel settore delle criptovalute e, in particolare sul Bitcoin, anche come possibile via di fuga dalla crisi economica globale causata dalla diffusione del coronavirus nel mondo.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Bitcoin: la situazione attuale e le previsioni degli analisti

Se le previsioni sul BTC a breve termine continuano ad insistere sul possibile superamento della resistenza a 10.000 dollari, le idee per il futuro sono ancora migliori.

Gli Stati Uniti, dopo anni di perplessità, sembrano ora portati ad avere maggiore interesse per le cryptocurrencies e, in particolare, per il Bitcoin. Tanto che, dai piani alti, si starebbe pensando all’adozione di una valuta digitale a corso legale. In questo contesto, sarebbe quasi implicita l’approvazione del Bitcoin.

Le motivazioni sono chiare: con una valuta digitale a corso legale si andrebbe incontro ad una riduzione del costo del denaro, dal momento che non verrebbe stampato. Inoltre, sarebbe più facile evitare le frodi fiscali.

Complice il fatto che che la quantità di monete digitali è limitata, ne deriva che un Bitcoin maggiormente popolare, significherebbe quasi certamente un aumento del suo prezzo.

Ecco perché gli esperti, tra cui gli analisti di JP Morgan, sembrano concordare quasi tutti sul fatto che investire in Bitcoin convenga oggi più che mai.

Gran parte dei professionisti colloca il valore intrinseco del BTC attorno agli 11.500,00 dollari. Un livello che, dunque, dovrebbe essere raggiunto nel giro di poco tempo.

Criptovalute: la settimana di mercato prosegue nell’incertezza

Ribasso odierno anche per Ethereum, attualmente a quota 203,11, in calo dello 0,26%, contro il dollaro americano. Ad onor del vero, a partire dalle 17:45 di ieri sera, orario italiano, fino alle 8:00 di questa mattina, il prezzo ETH ha fatto registrare un’ottima performance, passando da 197 dollari a 203. Si ricorda che il massimo di 52 settimane è fissato al momento a 362,9 dollari.

In calo anche Litecoin. Per il cambio LTC/USD si registra un ribasso dello 0,88% con prezzo attualmente fissato a 42,410 dollari. Il grafico della quotazione mostra un’insistente alternarsi di alti e bassi, segno tangibile dell’incertezza degli investitori che ancora pervade i mercati. Il prezzo Litecoin è attualmente lontanissimo dal massimo di 52 settimane di 145,632 dollari.

In controtendenza la criptovaluta Ripple che, in questo momento, è in leggero aumento dello 0,10%. Tuttavia, la quotazione continua a faticare: il consolidamento attorno ai 20 centesimi è ormai appurato, ma il prezzo non riesce a superare quota 0,21. L’universo Ripple sta soffrendo l’ascesa di Tether che presto potrebbe conquistare il terzo posto tra le valute digitali maggiormente capitalizzate.

Altri articoli dello stesso autore: