Il China’s Center for Information and Industry Development (CCID) ha pubblicato ieri il suo 18 ° Global Public Chain Technology Evaluation Index. Questo indice ha classificato 37 cryptocurrencies globali ben note, utilizzando specifiche metriche di valutazione. Secondo la tabella pubblicata dai media locali, Bitcoin (BTC) si è classificato al 12 ° posto con 106,2 punti. I criteri utilizzati per valutare le criptovalute includono tecnologia di base, applicabilità, caratteristiche, prestazioni, sicurezza, creatività e decentralizzazione. In testa alla classifica c’è EOS, con 156,1 punti, seguito da TRON con 138,43 punti e Ethereum (ETH) con 136,4 punti.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Bitcoin a quota 9,3k mentre Ethereum avanza

La seduta di ieri dei mercati è stata “letargica”, anche per il Bitcoin. Sul breve termine, dunque, nessuna ghiotta opportunità in vista. A lunga scadenza, focus sul movimento DeFi della rete Ethereum, che continua a guidare le prestazioni di Ether nel 2020.

Graficamente parlando, la quotazione di ieri del BTC, a 9.365 dollari, risulta inferiore alle medie mobili a 10 e 50 giorni. Per gli analisti, si tratta di un segnale ribassista.

Tuttavia, non tutti gli esperti sono di questo parere. Per alcuni operatori professionisti il Bitcoin sarà ufficialmente in ribasso solo quando scenderà sotto gli 8.500 dollari. Per altri, la quotazione è ancora in fase di accumulazione, dopo l’Halving di Maggio. Quel che è certo è che chi sceglie di investire sul Bitcoin ama il movimento. Ma in questo momento, il mercato sembra statico.

Ethereum batte Bitcoin nel 2020?

Da Gennaio e fino ad ora, Ethereum è aumentato del 77%, mentre il Bitcoin si è apprezzato del 30%.

Gli analisti indicano che la crescita delle applicazioni di finanza decentralizzata (DeFi) in fase di costruzione sulla rete Ethereum, sta facendo salire il prezzo del token, attualmente la seconda crypto al mondo dopo l’oro digitale.

Ad ogni modo, gli esperti non escludono che la storia del 2020 possa cambiare. Al momento, Ethereum è cresciuto più del Bitcoin, ma le cose potrebbero cambiare nella seconda metà dell’anno.

C’è poi un nutrito gruppo di venture capitalist e macro investitori che credono che il prezzo del bitcoin scenderà presto, a causa del forte rialzo dell’oro.

Oltre quattro trilioni di dollari in contanti, in questo momento, potrebbero benissimo confluire nei mercati dei metalli preziosi e delle criptovalute. Inoltre, alcuni investitori hanno notato che il bitcoin sta seguendo la stessa tendenza dell’argento di 12 anni fa (lunga fase di stasi e poi crescita).

Tutti hanno visto l’aumento delle criptovalute durante la crisi dei mercati causata dal coronavirus. Se il dollaro crollerà, avrà senso che le persone inizieranno a esplorare forme alternative e più elevate di accumulo di denaro e riserve di valore. Tuttavia, l’oro sembrerebbe avere maggiori preferenze da parte degli investitori.

Se ciò dovesse verificarsi, il prezzo del Bitcoin avrebbe scarse possibilità di impennarsi come previsto. Le cose cambierebbero nel corso degli anni. Infatti, gli esperti sembrano comunque avere il parere unanime che la crypto, entro il 2025, possa compiere il balzo che tutti sperano.

Altri articoli dello stesso autore: