Bitcoin e criptovalute sono state in gran parte ignorati dai regolatori del mondo negli ultimi dieci anni. Ci sono solo alcuni piccoli tentativi di proteggere gli investitori da oscillazioni selvagge dei prezzi dei bitcoin e scambi di criptovalute. Il prezzo del bitcoin, è salito fino a circa il 200% quest’anno , si è in qualche modo ripreso dopo un terribile 2018.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

BROKER VANTAGGI DEPOSITO MINIMO APERTURA CONTO
Corsi Gratis
Indicatori Gratis
Segnali in piattaforma e via sms
Demo Gratis
250 EURO
Demo Gratis
2000+ Asset Disponibili
Spread agevolati
Piattaforma professionale
100 EURO

Perchè il Bitcoin è risalito?

La risalita è dovuta in parte a causa dell’interesse per bitcoin e criptovalute da alcune delle più grandi società del mondo, tra cui il gigante dei social media Facebook che ha svelato il suo progetto di criptovaluta Libra, pianificato lo scorso mese ed è programmato per il rilascio nel 2020. Ora, la società di contabilità forense BTVK ha avvertito che il caos causato da bitcoin e le altre criptovalute potrebbe finire, con i regolatori globali che si chiudono sugli scambi di bitcoin e criptovaluta a seguito dei riflettori portati dal progetto Libra di Facebook .

Alex Hodgson, consulente senior di BTVK,ha annunciato al quotidiano Telegraph in seguito al rilascio del suo rapporto su bitcoin e criptovalute, che le leggi sono in fase di sviluppo, e che Facebook ha problemi ben pubblicizzati in passato, e in risposta a ciò [i regolatori] stanno andando oltre. Se i mercati delle criptovalute erano come il selvaggio west nei loro primi anni, quel periodo potrebbe volgere al termine mentre i legislatori cercano di rafforzare il modo in cui i mercati sono controllati.

Nel frattempo, sarebbe sbagliato supporre che gli investigatori siano impotenti nel mondo delle valute virtuali. Hanno a disposizione molti strumenti, vecchi e nuovi, il che significa che i mercati delle criptovalute non dovrebbero essere visti come un nascondiglio sicuro. Facebook si sta ancora riprendendo da uno scandalo di condivisione dei dati che ha visto molti dei suoi dirigenti più alti trascinati davanti ai governi di tutto il mondo per rispondere a domande sull’uso dei dati di Facebook e il suo lavoro con terze parti, come Cambridge Analytica.

All’inizio di questo mese, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha avuto una grossa influenza sull’industria bitcoin e criptovaluta quando ha twittato la sua opposizione a bitcoin, criptovalute e Libra di Facebook, suggerendo che sono tutti beni crittografici non regolamentati che possono facilitare comportamenti illegali, incluso il commercio di droga e altre attività illegali.

Queste oscillazioni veloci danno molte possibilità di investire sul Bitcoin a breve termine nelle migliori piattaforme di trading online.

I governi cercano di gestire le criptovalute

A seguito dei suoi commenti, altri alti funzionari statunitensi hanno fatto eco ai suoi commenti , mentre i senatori statunitensi hanno definito i piani della criptovaluta di Facebook inaccettabili. Altrove, l’ex amministratore delegato del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde, che è destinato a sostituire Mario Draghi come presidente della Banca centrale europea (BCE), all’inizio di quest’anno ha avvertito che bitcoin e le criptovalute stanno scuotendo il sistema, qualcosa che potrebbe segnalare un cambiamento nell’approccio della BCE al bitcoin e alla criptovaluta.

Nel Regno Unito bitcoin e criptovalute sono state poste sotto la supervisione dell’autorità di regolamentazione bancaria del paese a gennaio con la previsione di emettere una norma finale entro i prossimi due mesi. Nel frattempo, un pannello governativo in India ha raccomandato di vietare tutte le criptovalute non statali, a causa di gravi preoccupazioni del proliferare di criptovalute emesse quasi invariabilmente all’estero e numerose persone in India che investono in queste criptovalute. Il rapporto supporta tuttavia la possibilità di una valuta digitale emessa dallo stato in India.

Altri articoli dello stesso autore:

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.