Per chi ha scelto di investire in Bitcoin o desidera farlo nell’immediato, quella di oggi è una vivace giornata di scambi in mezzo all’incertezza delle elezioni statunitensi. L’oro digitale, nelle ultime ore, ha visto aumentare notevolmente i suoi guadagni, che lo hanno portato al di sopra della fondamentale resistenza di $ 14.000.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Bitcoin, il rally è iniziato

Bitcoin (BTC) ha raggiunto $ 14.500 per la prima volta dall’inizio di gennaio 2018, oggi 5 novembre, grazie al mantenimento del supporto cruciale a $ 14.000.

I dati di Cointelegraph Markets e TradingView hanno mostrato che i guadagni di Bitcoin continuano nel commercio di giovedì, dopo il rialzo da inizio settimana, in mezzo alle tensioni di mercato dovute principalmente al risultato delle elezioni statunitensi.

In questo momento, il cambio BTC/USD oscilla intorno al prezzo di $ 14,500, in condizioni volatili.

I guadagni giornalieri per la coppia si sono attestati al 6,5%. Le turbolenze elettorali hanno prodotto solidi guadagni sia per Bitcoin che per l’oro tradizionale, in quanto beni rifugio.

Ora, secondo gli analisti, per sigillare il percorso verso l’alto, Bitcoin dovrebbe mantenersi sopra un nuovo livello di resistenza critico, ovvero 14400 dollari.

Dopodiché, in base a ciò che prevedono gli esperti, l’asset potrà correre fino a 17k, nel medio termine.

Come riportato da Cointelegraph, gli analisti concordano ampiamente sul fatto che Bitcoin sarebbe in linea per guadagni significativi se il valore di $ 14.000 passasse da essere resistenza a supporto.

Lo stesso livello era stato toccato all’inizio del 2018, subito dopo che il cambio BTC/USD aveva raggiunto il massimo storico di $ 20.000. Lo stesso prezzo ha rappresentato il livello di resistenza che ha frenato il rally di Bitcoin del 2019.

Criptovalute, il mining ora attira i principali produttori mondiali di energie rinnovabili

Nel frattempo, En+ Group, il primo produttore mondiale di alluminio a basse emissioni di carbonio e il più grande generatore di energia idroelettrica del settore privato, è entrato nella sua prima joint venture per il mining di criptovalute. La nuova impresa, chiamata Bit+, si concentrerà sulla creazione di strutture che supportano il mining di criptovalute con un’impronta di carbonio ridotta. Il partner di En+ Group in Bit+ è la società russa BitRiver, che fornisce servizi di hosting e soluzioni chiavi in mano per operazioni di crypto mining istituzionali su larga scala.

BitRiver, attualmente, gestisce il più grande data center che offre servizi di colocation per l’estrazione di Bitcoin (BTC) nella Federazione Russa.

Il primo risultato dell’iniziativa Bit+ è l’installazione di una nuova struttura vicino al data center esistente di BitRiver a Bratsk, nella regione di Irkutsk. En+ Group ha impegnato 10 MW di elettricità nella struttura, che è composta da unità di cripto mining modulari ed è già operativa. Le società hanno in programma di scalare la capacità della struttura a circa 40 MW.

Nella sua fase iniziale, la struttura è composta da 14 unità modulari, ognuna delle quali è un container di spedizione convertito grande quanto un data center di crypto mining su vasta scala. Ogni unità può ospitare fino a 400 minatori S19 Pro di Bitmain.

Altri articoli dello stesso autore: