Per i traders intenzionati a investire nel Forex, c’è grande attenzione attorno alla coppia Euro Dollaro, in rialzo da due mesi consecutivi per la prima volta da inizio 2018. Il cross valutario EUR/USD, infatti, si appresta a chiuder in positivo anche Giugno, dopo essere balzato dell’1,3% a Maggio. Al momento, la coppia viene scambiata a 1,1242, con un aumento dell’1,27% su base mensile. Se l’uptick venisse mantenuto fino alla chiusura GMT di oggi, il guadagno mensile verrà confermato.Si tratta, come detto, della scia positiva più lunga da 2 anni, quando la moneta unica fece registrare un apprezzamento per tre mesi consecutivi, da Novembre 2017 a Gennaio 2018.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Il Cambio Euro Dollaro rischia nuovi cali secondo UOB

Secondo gli analisti Forex del gruppo UOB, nonostante i guadagni su base mensile, l’EUR/USD sta subendo una pressione al ribasso che potrebbe portare la quotazione a 1,1170 nelle prossime settimane.

Più specificatamente, il cambio euro dollaro è stato caratterizzato da oscillazioni instabili che hanno portato ad una visione mista. Al momento, l’EUR potrebbe continuare a essere negoziato in modo discontinuo, probabilmente all’interno di un ampio intervallo 1,1200 / 1,1280.

Affinché gli investitori possano aspettarsi un calo più sostenuto, occorre che la quotazione si porti al di sotto di 1.1170. Per ora, non si tratta di una prospettiva altamente probabile. Ma potrebbe diventarlo se la valuta europea non rimarrà sopra il livello 1,1300 entro 1 o 2 giorni. Per le prossime 2/3 settimane non dovrebbero verificarsi cambiamenti rilevanti. Sul lungo termine, al contrario, gli analisti si aspettano nuovi cali.

L’Europa combatte il coronavirus e sorprende il dollaro

La coppia EUR/USD sta avanzando, mentre gli investitori affrontano i crescenti casi di coronavirus negli Stati Uniti. Esistono diversi elementi da considerare, come i dati sull’inflazione o le negoziazioni sul Fondo UE, che influenzano la coppia, ma il coronavirus è di gran lunga il fattore più significativo.

Il coronavirus, infatti, infuria in America. Basti pensare che il tasso di contagi positivi del Texas è salito al di sopra del 14%. L’Arizona e la Georgia hanno riportato un numero record di casi e la Florida non è molto lontana dal fare lo stesso. La California, lo stato più grande e più ricco degli USA, si appresta a chiudere di nuovo. In generale, i casi negli Stati Uniti supereranno presto i 2,5 milioni.

Al contrario, le riacutizzazioni registrate in vari luoghi del vecchio continente sono sotto controllo. I contagi rimangono in calo nei quattro grandi paesi europei, tra cui l’Italia, mentre sono chiaramente in aumento in America.

I dati preliminari sull’inflazione della Germania, a giugno, portano aspettative per un rimbalzo, dopo i notevoli cali previsti. L’indice spagnolo dei prezzi al consumo ha sorpreso con un calo annuale dello 0,3% rispetto al -0,9% previsto. Isabel Schnabel della BCE ha affermato che l’inflazione potrebbe scendere al di sotto dello 0%, innescando potenzialmente un maggiore sostegno monetario.

Tra UE e USA rimangono aperte diverse questioni commerciali e, probabilmente, il Vecchio Continente escluderà l’America dai Paesi che possono entrare nel proprio territorio, fino a nuovo ordine.

Nella lotta tra le due potenze, l’Unione Europea, al momento, sembra avere la meglio.

Altri articoli dello stesso autore: