Il produttore di macchine per la lavorazione del vetro e la banca torinese hanno stretto un accordo da 5 milioni di euro per investimenti green. I traders che hanno scelto di investire in Azioni Intesa Sanpaolo, tuttavia, hanno dovuto fare i conti con una quotazione incerta.

L’operazione tra Intesa e Bottero rientra nel Piano d’Impresa 2018-2021 da 5 miliardi della Banca per lo sviluppo in Italia dell’economia circolare. L’istituto torinese ha supportato già oltre 90 progetti, investendo più di 900 milioni di euro.

L’accordo con la società di Cuneo prevede la realizzazione di una linea produttiva, nell’ambito della lavorazione del vetro, volta a consentire un risparmio energetico medio giornaliero di 2284 kWh. Il progetto permetterà anche una riduzione giornaliera di CO2 di circa 1,5 tonnellate.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Azioni Intesa Sanpaolo: i finanziamenti UE alle banche dell’eurogruppo

Nella giornata di ieri, la Banca Centrale Europea (BCE) ha distribuito 1.308 miliardi di euro ad oltre 700 banche dell’eurozona nell’ambito dell’operazione di rifinanziamento denominata Tltro-3.

Più nel dettaglio, si tratta di un maxi-prestito con tassi agevolati che possono anche raggiungere la percentuale di -1%.

Il Tltro-3 fa parte di un meccanismo più ampio chiamato carry trade. Il processo prevede che le banche possano ottenere dalla Banca Centrale Europea dei prestiti a tassi negativi per investirli in beni a rendimento più alto. Ad esempio, comprando Btp.

Intesa Sanpaolo, fino ad ora, ha ottenuto 70,9 miliardi, dietro a Unicredit a cui sono stati assegnati, in totale, 94,3 miliardi di euro.

Intesa-Ubi: attesa per il verdetto finale

Tra i traders che scelgono di comprare e investire in Azioni nel comparto bancario, c’è grande attesa per il responso dell’Antitrust in merito all’Ops di Intesa su Ubi.

L’authority si esprimerà entro fine luglio, dopo aver valutato il parere non vincolante dell’Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni).

Nella giornata di Giovedì 18 giugno si è svolta l’audizione finale dell’Antitrust. Sono intervenute tutte le parti coinvolte con l’obiettivo di esaminare, in particolare, le nuove soluzioni a favore della concorrenza proposte dalla Banca guidata da Carlo Messina.

Oltre ai rappresentanti di Intesa, erano presenti anche i legali di Ubi, Bper, Unicredit, Cattolica e Fondazione Banca del Monte di Lombardia.

La soluzione proposta dall’istituto torinese prevede la cessione a Bper di 523 sportelli Ubi. A contrastare l’Ops di Bper, la cordata formata da Ubi e Unicredit (supportata da Cattolica e Fbml, azionisti della banca bergamasca). Il gruppo d’opposizione continua a sostenere che la fusione tra Intesa e Ubi sia dannosa per la concorrenza.

Con l’audizione si è chiusa la fase istruttoria: ora si attende il verdetto finale dell’Antitrust.

 

Nel frattempo, il Titolo Intesa Sanpaolo ha chiuso la settimana di mercato in ribasso dello 0,06%, a quota 1,6848. La variazione su 1 anno rimane in negativo del 10,89%.

Altri articoli dello stesso autore: