L’amministratore delegato di Tesla Inc (TSLA.O), Elon Musk, ha finalmente mantenuto la sua promessa di mettere in vendita la “Tesla Tequila”. Due anni dopo il famoso tweet, la bottiglia da $ 250 è andata rapidamente esaurita dal negozio virtuale. Nell’ambito del trading online, la casa automobilistica statunitense continua a rappresentare una delle aziende più cercate, analizzate e chiacchierate, anche per le iniziative (a volte eccentriche) del suo CEO.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

La Tequila di Tesla è in vendita

Il liquore a base di agave, pubblicizzato come “Teslaquila” due anni fa, è attualmente esaurito sul sito web dell’azienda. Le immagini hanno rivelato un’elegante bottiglia progettata con la forma di un fulmine, molto diversa da quella che Musk immaginava quando pubblicizzò la bevanda, con un simpatico tweet.

Musk ha twittato l’idea della Teslaquila il giorno del pesce d’aprile del 2018. E molti dei suoi seguaci, infatti, hanno pensato si trattasse di uno scherzo. Tuttavia, uno scherzo non era, ma gli sforzi di Musk per registrare la bevanda nell’ottobre di quell’anno furono disapprovati dai produttori di tequila messicani.

Il Consiglio di regolamentazione della tequila del Messico aveva allora sostenuto che il nome Teslaquila evocava troppo palesemente la parola Tequila, un termine protetto dalle norme del copyright.

Secondo il sito web, Tesla Tequila sarà disponibile solo in stati selezionati degli USA, tra cui New York, California e Washington.

Le Azioni Tesla sono ancora sopravvalutate?

Dal punto di vista finanziario, niente ispira un acceso dibattito tra investitori come le Azioni Tesla.

Tra le domande più diffuse ce n’è una in particolare: il Titolo Tesla è sopravvalutato? Sembra un quesito semplice, ma dietro c’è di più.

Gli analisti suggeriscono che guardando solo i numeri grezzi di Tesla, è difficile non giungere alla conclusione che l’azienda sia sopravvalutata.

Le metriche di valutazione di Tesla sono comprese tra 8 e 23,6 volte quelle del suo concorrente più vicino. Tutto questo nonostante molte altre case automobilistiche vendano decisamente più veicoli della compagnia americana. Persino BMW, la più piccola nel segmento per capitalizzazione di mercato, ha consegnato 675.680 auto nel terzo trimestre del 2020, quasi cinque volte più delle 139.300 di Tesla.

Di conseguenza, il titolo Tesla sembra oscenamente sopravvalutato.

Eppure, secondo gran parte degli esperti, non è così.

I tori di Tesla non contestano che, rispetto ad altre case automobilistiche, la valutazione dell’azienda di Musk sia folle. Tuttavia, sostengono che sia altrettanto folle paragonare Tesla ad altre case automobilistiche.

Innanzitutto, le vendite della casa di San Carlos stanno crescendo a passi da gigante. Man mano che tali vendite saliranno alle stelle, le metriche di valutazione scenderanno. Non è insolito per un’azienda in rapida crescita avere una valutazione molto più alta rispetto a un attore affermato in un determinato settore.

Un altro argomento comune dei tori di Tesla è che la società non rappresenta solo una casa automobilistica. Tesla in realtà è una società tecnologica, quindi dovrebbe essere valutata rispetto ad altre società tecnologiche.

Non a caso, se si confronta il rapporto prezzo/vendite di Tesla con altri titoli importanti nel settore tecnologico, la sua valutazione sembra molto più ragionevole.

Il verdetto: tempo al tempo

Certamente, Tesla ha un vantaggio su molti dei suoi concorrenti nel segmento dei veicoli elettrici. L’azienda produce auto elettriche da molto tempo e quindi ha più esperienza con la tecnologia pertinente, le sfide di progettazione, le catene di approvvigionamento, ma anche più vantaggio in termini di tecnologia e brevetti.

Tuttavia, la concorrenza in questo ambito sta per diventare agguerrita. Nuove start-up di veicoli elettrici e case automobilistiche affermate introdurranno sul mercato un’ondata di veicoli elettrici a batteria tra il 2021 e il 2023. Altre start-up si concentreranno su aspetti specifici della tecnologia dei veicoli , come le trasmissioni elettriche di Hyliion e la tecnologia lidar di Velodyne per la guida autonoma.

Tesla, tuttavia, ha una wild card sotto forma di attività non automobilistiche, scandole fotovoltaiche Solar Roof e tecnologia di accumulo di energia Powerwall e Megacell. Nessuno dei due segmenti sta attualmente dando un contributo significativo ai profitti di Tesla, ma ognuno di essi potrebbe essere una fonte significativa di profitti a lungo termine.

In definitiva, la sopravvalutazione di Tesla dipende dal tipo di crescita che gli investitori si aspettano.

Secondo gli analisti, in questo settore ci sono troppe variabili per fare delle previsioni certe. Tuttavia, si può comunque affermare che il potenziale di crescita di Tesla probabilmente farà guadagnare all’azienda una valutazione più alta rispetto a una società automobilistica legacy.

Altri articoli dello stesso autore: