La domanda principale che si pongono oggi milioni di operatori del trading online è: riuscirà Tesla a raggiungere gli obiettivi di consegne prefissati per il 2020?

Quando la società riferirà i risultati finanziari per il terzo trimestre dopo la seduta di oggi, si saprà di più su cosa dovrà fare, Tesla, i prossimi tre mesi. C’è grandissima attesa di capire se l’amministratore delegato Elon Musk sarà in grado di raggiungere l’ambizioso obiettivo di fine anno riguardo le consegne di auto elettriche.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Tesla, ecco le aspettative

La casa automobilistica americana è rimasta fedele alla sua previsione di consegnare mezzo milione di veicoli nel 2020, nonostante una pandemia globale in corso e la conseguente crisi economica che ha affondato la maggior parte dei suoi rivali.

Ciò significa che Tesla dovrà consegnare più di 181.600 veicoli negli ultimi tre mesi dell’anno, un aumento del 30% rispetto alle consegne record del terzo trimestre di 139.300 veicoli.

Mentre diversi analisti ritengono che l’obiettivo sia raggiungibile, altri vedono un peggioramento per la situazione macroeconomica.

Haris Anwar, analista senior di Investing.com, ha affermato:

Sono cauto riguardo alla domanda, dato l’ambiente recessivo e il ritmo accelerato delle infezioni da coronavirus. Ciò rende difficile per l’azienda raggiungere l’obiettivo di 500.000 vendite di auto per l’anno.

Secondo i dati di RefinitivTesla dovrebbe riferire un utile netto di 593 milioni di dollari nel terzo trimestre, su un fatturato di 8,4 miliardi di dollari.

Diversi analisti, tra cui Frank Schwope di Nord/LB, ritengono che i numeri positivi siano dovuti ai crediti normativi – pagamenti che Tesla riceve da altre case automobilistiche per compensare le loro emissioni.

Zachary Kirkhorn, Chief Financial Officer di Tesla, ha dichiarato a luglio che la società si aspettava che le entrate del credito, nel 2020 raddoppiassero rispetto ai livelli del 2019. Ma ha affermato anche che il flusso di cassa, alla fine, diminuirà.

Le Azioni Tesla, nel pre market di oggi, sono attualmente in rialzo dello 0,18%, dopo la chiusura di ieri a -2,06%.

E la Cina?

Con la ripresa economica negli Stati Uniti ancora debole, e l’Europa alle prese con la seconda ondata di coronavirus, gli analisti di Tesla avevano riposto le loro speranze di crescita sulla Cina, che si sta lasciando alle spalle gli effetti della pandemia.

I dati dell’associazione dell’industria automobilistica cinese CPCA hanno mostrato che le vendite di berline Tesla Model 3 sono rimaste pressoché invariate da luglio a settembre. Complessivamente, Tesla ha venduto un totale di circa 34.100 Model 3 dallo stabilimento di Shanghai nel terzo trimestre.

I dati di immatricolazione del terzo trimestre che arrivano dalla California, il più grande mercato statunitense di Tesla, hanno mostrato che le immatricolazioni di veicoli Tesla sono diminuite del 13% rispetto allo scorso anno.

Gli analisti di Goldman Sachs hanno dichiarato in una nota che sperano che Tesla fornisca agli investitori maggiori dettagli, nel rapporto di oggi, sul mercato cinese. E, in particolare, su quali paesi abbiano compensato la domanda debole nella seconda economia del mondo.

Tesla prevede di aumentare le vendite nei prossimi anni, espandendo la produzione nel suo stabilimento di Shanghai, a 250.000 veicoli all’anno, incluso il suo crossover Model Y.

Musk sta inoltre costruendo nuove fabbriche di veicoli e batterie vicino Berlino, in Germania, e ad Austin, in Texas.

Altri articoli dello stesso autore: