Quando si legge la storia di Netflix, è difficile non rimanere stupiti della sua cavalcata al successo. Iniziando la sua vita originariamente come servizio di abbonamento a DVD, la società è passata alla piattaforma di streaming. Da allora il titolo non si è mai guardato indietro, godendo del suo vantaggio sul mercato.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: 24option

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

La discesa attuale di Netflix

Gli sviluppi successivi, come la produzione di contenuti originali, hanno reso ancora più avvincente lo stock di Netflix. Il mese scorso, Netflix ha pubblicato il suo rapporto sugli utili del secondo trimestre 2019. Dire che è stata una delusione sarebbe un grave eufemismo, infatti le azioni hanno perso oltre il 20%. La chiave su cui concentrarsi è il conteggio degli abbonati.

Nel mercato statunitense, Netflix ha perso 100.000 abbonati quando gli analisti si aspettavano che ne guadagnasse 300.000. Non sorprende che le azioni Netflix siano scese così velocemente. Inoltre, gli annunci netti globali hanno misurato 2,7 milioni. Questo conteggio è stato sostanzialmente inferiore alle previsioni degli analisti per cinque milioni. Indipendentemente da come si scompone, il titolo Netflix vive delle tendenze degli abbonati.

Nel corso degli ultimi mesi, le società tecnologiche e le società di media tradizionali si sono intromesse nell’arena di Netflix, interrompendo il disgregatore. In particolare, Disney (NYSE: DIS) lancerà il suo servizio di streaming Disney + a partire da novembre e questo potrebbe portare le azioni Walt Disney alle stelle. Questo è un doppio colpo per il titolo di NFLX a causa della perdita di contenuti e dell’aggiunta di un rivale. Inoltre, Disney offrirà un piano in bundle che comprende Disney +, ESPN + e Hulu supportato da pubblicità per $ 13.

Disney costerà come Netflix

Oltre il Magic Kingdom, nomi come Comcast (NASDAQ: CMCSA) e Amazon (NASDAQ: AMZN) stanno accelerando in modo aggressivo i loro flussi in streaming. Inoltre, NFLX sta perdendo il popolare spettacolo Friends to AT&T (NYSE: T) WarnerMedia. Fuori dalle paure della recessione, si può essere propensi a credere che l’attuale ricaduta nello stock di NFLX sia temporanea. E per temporaneo, significa dire che è un’opportunità di acquisto scontata.

Ma nelle ultime settimane, ogni ottimismo nei confronti della guerra commerciale USA-Cina è evaporato. Inoltre, il rendimento dei titoli del Tesoro a 2 anni è tornato al di sopra del rendimento a 10 anni. Questa inversione della curva dei rendimenti potenzialmente segnala una recessione, ma la Federal Reserve non sta agendo in modo decisivo. Ora, la risposta tipica di questa valutazione ribassista è che anche in una fase di recessione, le persone hanno bisogno di divertimento.

Questo è uno dei motivi per cui può essere che AMC Entertainment (NYSE: AMC) rappresenti un valido opponente. Certamente, rispetto ai tradizionali abbonamenti TV, Netflix costa poco.

E le persone rinunceranno a quasi tutto prima di rinunciare a Internet, che è la linfa vitale di una società digitalizzata. Sfortunatamente, la forte competizione di streaming presenta un nuovo nodo a questa logica. In un’economia rialzista, i consumatori probabilmente acquisterebbero due o addirittura tre servizi di streaming. Anche a $ 39, per esempio, questo è molto più economico degli abbonamenti post-introduttivi dei fornitori di TV tradizionali.

Come convincere i clienti a tornare?

Probabilmente non si sbarazzeranno del tutto dello streaming. Tuttavia, non possono raggruppare inutilmente servizi concorrenti. Quindi, diventa una corsa per vedere chi può offrire i migliori contenuti al miglior prezzo. Naturalmente, questo rende nervosi gli stakeholder di Netflix, soprattutto dopo il disastroso rapporto Q2. Apparentemente, gli abbonati si stanno stancando del contenuto originale dell’azienda. Attualmente, i millennial rappresentano il più grande gruppo demografico della forza lavoro statunitense. Ciò probabilmente non cambierà in una recessione. Pertanto, le persone più esperte nello streaming di contenuti sono anche quelle che guadagnano una busta paga.

In definitiva, questo avvantaggia lo stock di Netflix perché il gigante dello streaming ha davvero catturato l’intervallo di attenzione del millennio. Quando le persone guardano vari spettacoli e programmi, lo fanno principalmente tramite Netflix. Inoltre, NFLX offre una vasta gamma di drammi grintosi e avvincenti, cose su cui gli abbonati millenari si scatenano. E non dimentichiamo che la società ha il tocco di Midas in termini di produzione di contenuti pertinenti e premiati. Questa è ancora una proposta rischiosa dati i risultati del secondo trimestre. Ma non è del tutto fuori questione che le azioni Netflix possano cavalcare una recessione. Quindi, se si vuol fare una scommessa misurata, non è sia una cattiva idea.

Altri articoli dello stesso autore: