Un’importante novità per gli operatori del trading online: le azioni DoorDash inizieranno ad essere negoziate sulla Borsa di New York oggi, mercoledì 9 Dicembre, con il simbolo DASH. La società ha annunciato ieri sera che la sua tanto attesa offerta pubblica iniziale avrà un prezzo di $ 102 per azione. Si tratta di un valore molto al di sopra della fascia di prezzo precedentemente annunciata tra $ 90 e $ 95 per azione.

L’aumento dei prezzi conferisce al popolare servizio di consegna di cibo una valutazione di circa $ 39 miliardi. Prima di rivolgersi al pubblico, la compagnia ha raccolto privatamente 3,37 miliardi di dollari.

DoorDash offrirà 33 milioni di azioni ordinarie di Classe A.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

75% of investor lose money

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

DoorDash, un business in ampia espansione

La start-up è una delle tante aziende digitali che ha beneficiato e sta beneficiando della pandemia di coronavirus. Già leader nel settore della consegna di cibo prima della diffusione del COVID-19, da marzo a oggi la sua quota di mercato è salita a quasi il 50%. Uber Eats, al secondo posto, ha una quota del 28%.

Tuttavia, la società si aspetta che i suoi ricavi, gli ordini complessivi e la crescita del mercato derivanti dalla pandemia diminuiranno nei periodi futuri, poiché alla fine i clienti torneranno a mangiare fuori.

Date le previsioni future, DoorDash vuole andare oltre la consegna di cibo da asporto, investendo in altre attività. A settembre, la compagnia ha annunciato un accordo con la catena di minimarket 7-11 per la creazione e la consegna del “Convenience Pack“.

L’IPO sarà guidata da Goldman Sachs e J.P. Morgan. Il gruppo degli altri sottoscrittori include Barclays, Deutsche Bank Securities, RBC Capital Markets, UBS Investment Bank Mizuho Securities, JMP Securities, Needham & Company, Oppenheimer & Co. Inc., Piper Sandler e William Blair. L’offerta dovrebbe chiudersi l’11 dicembre 2020, fatte salve le consuete condizioni di chiusura.

Chi è DoorDash

Fondata nel 2013, DoorDash è uno dei principali operatori di consegne guidate dalla tecnologia, con oltre 18 milioni di clienti e 1 milione di operatori. La sua missione è quella di consentire alle aziende di prosperare anche in un’economia sempre più guidata dalla convenienza e dalla tecnologia.

La società, con sede a San Francisco, guadagna addebitando una commissione fino al 30% sugli ordini ai ristoranti partecipanti e una commissione di pochi dollari per ordine ai clienti. Sono circa 390.000 gli attuali commercianti sulla piattaforma.

Il CEO di DoorDash, Tony Xu, ha affermato di aver fondato l’azienda con l’obiettivo di aiutare i piccoli ristoranti e i lavoratori della comunità locale a combattere la crisi, puntando al successo anche in tempi difficili e mutevoli come quelli di oggi.

In una lettera allegata al prospetto IPO, Xu ha detto che:

Mentre le piccole imprese sono vitali per le nostre comunità e hanno creato circa due terzi dei nuovi posti di lavoro netti negli Stati Uniti dal 2000 al 2018, ora rischiano di essere lasciate indietro nell’economia della convenienza in cui i consumatori si sono abituati a ottenere tutto in pochi clic , una tendenza che ha solo accelerato in un mondo COVID, ma che già esisteva.

Nel suo ultimo trimestre conclusosi il 30 settembre 2020, DoorDash ha registrato entrate per $ 879 milioni rispetto ai $ 239 milioni dell’anno precedente. Nei primi nove mesi del 2020, il volume degli ordini di DoorDash è salito a 16,5 miliardi di dollari dai 5,5 miliardi di dollari del 2019.

Altri articoli dello stesso autore: