Deutsche Bank non è tenuta a pagare agli ex investitori della sua controllata Postbank un compenso più alto rispetto a quello incluso nella sua offerta pubblica di acquisto del 2010. Lo ha stabilito questa mattina un tribunale tedesco. Dopo la notizia, le Azioni Deutsche Bank hanno iniziato a salire. Il titolo, in questo momento, è in rialzo dell’1,89%, con il prezzo a quota 9.088. Su dodici mesi, la quotazione ha guadagnato il 28,15%.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

75% of investor lose money

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Deutsche Bank chiude la vicenda Postbank: i dettagli

Nel dettaglio, la decisione finale è stata presa dal tribunale regionale superiore di Colonia, che ha respinto le accuse degli ex azionisti di Postbank. Tali azionisti avevano accettato l’offerta di Deutsche Bank del valore di 25 euro ($ 30,50) per azione, per poi chiedere un aumento significativo, sostenendo che l’isitituto avesse acquistato azioni in precedenza a un prezzo più alto.

In particolare, il fulcro dell’accusa sosteneva che Deutsche Bank avesse effettivamente preso il controllo di Postbank nel 2008, quando aveva acquistato una quota di poco inferiore al 30% a un prezzo molto più alto di 25 euro per azione. Tuttavia, il tribunale ha stabilito che questo scenario non corrisponde a verità.

Deutsche Bank, la banca degli investimenti su cui investire

Chi desidera investire in azioni nel comparto bancario, deve sapere che Deutsche Bank (DB) è la banca con le migliori prestazioni, quest’anno. Per l’istituto tedesco, il 2020 ha registrato una straordinaria performance di svolta. Soprattutto se si pensa che recentemente l’azienda è stata etichettata come la “banca malata d’Europa“.

Secondo gli analisti, la posta in gioco, sia al rialzo che al ribasso, è ancora molto alta.

La narrativa della ristrutturazione di DB sembra finalmente andare avanti, a giudicare dall’aumento del 50% del valore delle azioni quest’anno.

La ristrutturazione strategica di DB è sotto la lente di ingrandimento dei trader. Il piano prevede l’uscita da attività non redditizie/non core, la riduzione dei costi profondi, il miglioramento delle efficienze operative e l’aumento dei ricavi a un CAGR a una cifra bassa.

La maggior parte di queste misure sono in larga misura controllabili dalla direzione di DB. La sfida consiste piuttosto nel sostenere la crescita dei ricavi a una cifra bassa, in un contesto di tassi negativi sfavorevole.

Il 2020 è stato l’anno migliore in un decennio per il trading online su banche di investimento, a causa della volatilità indotta dalla pandemia. In base a ciò, si potrebbe pensare che, con la normalizzazione dei ricavi di trading, sia improbabile che la performance del 2020 si ripeta nel 2021 e oltre.

Ci sono stati diversi tentativi falliti di ristrutturare la banca d’investimento DB sotto la guida dei tre amministratori delegati precedenti. La riduzione dei parametri di una banca di investimento globale è notoriamente difficile da eseguire, soprattutto per gli estranei con una conoscenza pratica limitata della cultura dell’investment banking.

È molto importante notare che non si è mai trattato della solvibilità o della liquidità della banca. Bensì della redditività.

In conclusione, dal punto di vista degli investimenti, gli analisti consigliano di monitorare qualsiasi affermazione eccessivamente ottimistica sulla futura performance dei ricavi delle banche di investimento. Nessuno sa davvero come sarà il quadro delle entrate nel 2021 e oltre e quali prodotti/aree avranno prestazioni inferiori e/o superiori. Non è un tipo di attività bancaria per competenza che si possa prevedere in modo affidabile sulla base di proiezioni macroeconomiche. Proprio per questo, il titolo porta con sé importanti opportunità sia nel breve che nel lungo termine.

Altri articoli dello stesso autore: