I legislatori europei dovrebbero promuovere l’infrastruttura di ricarica delle auto elettriche con la stessa intensità con cui cercano di ridurre le emissioni di anidride carbonica. Questo quanto affermato da Michael Brecht, capo del comitato aziendale della casa automobilistica tedesca Daimler a Reuters.com. Il settore auto ha subito più di altri la crisi generata dal coronavirus e non attrae più chi desidera investire in azioni. La svolta potrebbe essere rappresentata proprio dalle auto elettriche, sempre più richieste. Ma secondo l’azienda tedesca i governi devono fare di più.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Il futuro del settore automobilistico secondo Daimler

Le case automobilistiche hanno segnalato che le proposte della Commissione europea per ridurre le emissioni delle nuove auto del 50% entro il 2030, al di sotto dei livelli del 2021, minacciano i posti di lavoro nella produzione, che dipendono fortemente dall’assemblaggio di automobili con motore a combustione.

La domanda complessiva di auto potrebbe soffrire se la gestione dei veicoli elettrici non venisse resa più attraente con una maggiore disponibilità di reti di ricarica. Questa è l’opinione di Brecht. Intervistato da Reuters, il capo del lavoro di Daimler ha spiegato che:

L’establishment politico non dovrebbe decidere su un accordo green per inasprire incondizionatamente i limiti di emissione di anidride carbonica. Ci deve essere un piano generale per potenziare l’infrastruttura di ricarica. Ci sono tante piccole iniziative, ma non c’è nessun progetto che le riunisca tutte.

All’inizio di questa settimana, il Parlamento europeo ha votato a favore di un obiettivo legalmente vincolante per la riduzione delle emissioni di gas serra del 60%, entro il 2030.

Secondo Brecht, si tratta di una buona strategia, ma aumentare la mobilità elettrica è problematico. In particolare, sarà difficile mantenere lo stesso numero di dipendenti.

Brecht ha anche detto che Daimler ha rivisto la sua strategia per liberare risorse, per riorganizzare le sue fabbriche e riqualificare i lavoratori, per costruire auto a basse emissioni.

Daimler in Borsa

La crisi del settore automobilistico si riflette sui mercati finanziari, anche se la casa automobilistica tedesca ha saputo reggere il colpo del crollo borsistico di marzo e del calo delle vendite a causa del lockdown.

Le Azioni Daimler, infatti, su dodici mesi hanno guadagnato il 5,97%, perdendo solo un punto da gennaio 2020. Attualmente, il valore del titolo è di 48.26 euro per azione.

Daimler ha una capitalizzazione di mercato di 51.63B, con più di un miliardo di azioni in circolazione.

Nel frattempo, Deutsche Bank mantiene il rating di acquisto per Daimler, segno che la risorsa rimane appetibile per gli investitori. L’obiettivo è stato fissato a 60 euro per azione.

Gli analisti della banca tedesca si aspettano che Daimler pubblichi un utile per azione (EPS) di -1,87 dollari per il quarto trimestre del 2020.

L’attuale consenso tra 21 analisti TipRanks è per un rating Hold delle azioni di Daimler, con un obiettivo di prezzo medio di $ 57,33.

Nel suo ultimo rapporto sugli utili, pubblicato il 30/06/2020, la società ha registrato un fatturato trimestrale di $ 30,18 miliardi e un utile netto di – $ 1,75 miliardi.

 

Altri articoli dello stesso autore: