A sorpresa, i trader che avevano scelto di comprare Azioni Sony, in vista del lancio della PlayStation 5, hanno dovuto constatare che l’evento non ha avuto particolare rilevanza per il mercato. O meglio, gli esperti sono convinti che la multinazionale giapponese abbia le mani in così tanti settori che la nuova console appare quasi irrilevante, di per sé, per aumentare il valore societario.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Sony, tra aspettative e concorrenza

Con le festività natalizie alle porte e il coronavirus che continua a costringere le persone a trascorrere più tempo in casa, è stato naturale, per gli investitori, chiedersi se il lancio della PS5 potesse essere un catalizzatore per il titolo Sony. Oppure, se al contrario occorresse moderare le aspettative.

Sono trascorsi sette anni dall’uscita della PlayStation 4. Con un intervallo di tempo così ampio tra le 2 console, è scontato contare su un notevole innalzamento di prestazioni per l’ultimo modello. In particolare, la nuova PlayStation ha una grafica nettamente migliorata grazie a un chip GPU molto più potente.

Inoltre, al momento del lancio, il più grande rivale della PS5 non è altro che il vecchio modello PS4.

La PS4 ha venduto 7,6 milioni di unità nel primo anno fiscale del lancio. L’azienda ha dichiarato di voler superare questa cifra. Non solo, la società si aspetta che la console superi le massicce vendite accumulate della PS4 di 100 milioni di unità. Sarà una sfida, ma Sony pensa di poterla vincere.

Sony ha dichiarato di aver pre-venduto tante console PS5 nelle prime 12 ore dal lancio negli Stati Uniti, quante PS4 nelle prime 12 settimane. Ottime notizie, ma occorre anche dire che la concorrenza con l’XBOX di Microsoft si è surriscaldata.

Chi vincerà?

Sia Microsoft (NASDAQ: MSFT) che Sony sono state in grado di sviluppare divisioni di gioco redditizie, occupando grosse parti dell’enorme mercato dei videogiochi. Si stima che il mercato globale delle console per videogiochi nel 2020 sia stato di $ 159 miliardi e si prevede che supererà i $ 200 miliardi entro il 2023.

Microsoft e Sony stanno combattendo per la supremazia da un po ‘di tempo, con Sony che spesso è stata in vantaggio.

Quest’anno, però, Microsoft ha tirato fuori l’artiglieria. La società ha recentemente annunciato l’acquisizione da 7,5 miliardi di dollari dello studio di gioco ZeniMax, che le darà un maggiore accesso a contenuti di gioco esclusivi. Microsoft ha anche annunciato un servizio di abbonamento per videogiochi chiamato Game Pass, che fornirà agli abbonati l’accesso a una libreria di 100 giochi disponibili su richiesta.

PlayStation ha comunque già un proprio abbonamento per la piattaforma PlayStation Now che offre oltre 100 giochi su richiesta.

Nell’ambito del trading online, tuttavia, la compagnia statunitense è di gran lunga superiore.

Perché PS5 non muoverà l’ago delle azioni

Il lancio di una nuova console di gioco avrà sicuramente un impatto positivo per Sony. Tuttavia, sarà un impatto che non farà la differenza, principalmente perché Sony è un’azienda estremamente grande e diversificata. L’azienda opera con successo anche nel settore della musica, dell’elettronica di consumo e persino nell’ambito delle assicurazioni sulla vita, oltre che nel gaming.

Stando ai dati sugli utili, il segmento dei videogiochi rappresenta meno di un quarto delle vendite complessive dell’azienda. E genera meno del 30% dell’utile operativo complessivo. Allo stesso modo, il segmento dei videogiochi di Microsoft non può neanche lontanamente competere con le attività nel software e nel cloud dell’azienda americana.

In conclusione, gli analisti sottolineano che Sony non è un’azienda di videogiochi. Gli investitori dovrebbero dunque essere consapevoli che l’attività della società va ben oltre l’area PlayStation. E che il lancio della nuova console, da solo, probabilmente non è una ragione sufficiente per acquistare il titolo.

Altri articoli dello stesso autore: