Per gli investitori che scelgono di comprare Azioni Pfizer, sperando in una giornata di prezzi alle stelle, è piuttosto importante cercare di capire cosa stia realmente accadendo. Secondo i più celebri analisti, ci sono sempre due versioni di una storia. E questo vaccino non fa eccezione.

Nella giornata di ieri, Pfizer ha comunicato che gli studi sul suo vaccino sono terminati. E che l’efficacia della terapia si è alzata al 95%. Lievemente sopra Moderna. Ad occhi esperti, ma soprattutto inesperti, potrebbe sembrare una sorta di asta al rialzo. Naturale, dunque, chiedersi cosa significhino davvero questi numeri.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Pfizer protagonista del mercato della paura

Facendo riferimento ad uno studio effettuato negli Stati Uniti e riportato su MarketReview.com, sarebbe emerso che su 100 decessi ufficiali per COVID, solo 6 sarebbero realmente riferibili al virus. La stessa ricerca ha evidenziato che, negli USA, negli ultimi mesi sono notevolmente diminuite le morti per cancro. Ma non perché muoia effettivamente meno gente: semplicemente, parte di quei decessi sono stati attribuiti al coronavirus.

Lo stesso Fauci ha espresso diverse perplessità sulla precisione dei test effettuati sui decessi.

Inoltre, agli ospedali viene riconosciuto un compenso maggiore per ogni paziente COVID.

Secondo il parere di diversi esperti, non si tratterebbe di essere negazionisti o altro, ma solo di guardare la realtà. E la realtà ci dice che ci sono diversi elementi che hanno spinto la popolazione mondiale a chiedere a gran voce un vaccino.

In questo contesto, è chiaro che gli operatori del trading online siano abbastanza eccitati da quanto proclamato da Pfizer. C’è però ancora una riflessione da fare.

Efficace significa davvero efficace?

Il dottor Peter Doshi del British Medical Journal, professore di farmacologia presso l’Università del Maryland, ha spiegato che i vaccini progettati in tempi record contro il COVID non siano in grado di fare quello che dovrebbero. In sostanza, per valutarne l’efficacia, sono stati abbassati diversi obiettivi fondamentali.

Più precisamente, per lo studio di fase 3, si è rinunciato a cercare risultati come la riduzione della trasmissione, la riduzione dell’ospedalizzazione e la riduzione del tasso di morte.

Di conseguenza, da un punto di vista sociale, ma anche finanziario, il solo fatto di proclamare qualcosa come sicuro, non significa che questo qualcosa lo sia.

Trasportando il discorso sul mercato, occorre precisare che, in genere, le aziende vengono rese immuni dai governi in caso di controversie legali sui vaccini, se quei governi ne hanno finanziato la creazione. E nella maggior parte dei casi, le possibili controversie vengono messe a tacere.

Nel caso del COVID, gli investitori hanno una certezza in più, poiché con l’attenzione maniacale che si è sviluppata su questo virus, nulla passa inosservato.

Ciò significa, però, che le azioni delle case farmaceutiche, ora, sono tra le più rischiose. In particolare perché anche la più piccola notizia può scatenare un rally o un crollo di un determinato titolo, a prescindere da come si muove il settore.

In conclusione, non sono pochi gli analisti convinti che i rischi di possedere azioni Pfizer o di comprare azioni Moderna o di altre case farmaceutiche legate al covid19, siano più alti dei possibili profitti.

Altri articoli dello stesso autore: