Tutto sta andando secondo i piani per chi ha scelto di comprare azioni Moderna. La società biotecnologica ha annunciato risultati di efficacia sorprendentemente positivi per il suo candidato vaccino COVID-19 mRNA-1273. E ha presentato domanda di autorizzazione all’uso di emergenza negli Stati Uniti e in Europa. Il Titolo Moderna è comprensibilmente salito alle stelle.

In questo contesto, gli investitori iniziano a chiedersi se quello attuale sia il momento adatto per vendere e trarre il massimo profitto. Uno dei più importanti investitori di Moderna, Merck (NYSE: MRK), ha appena venduto le sue azioni Moderna generando un enorme guadagno. Dovrebbero farlo tutti?

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

75% of investor lose money

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Perché Merck ha venduto

Il grande produttore di farmaci Merck ha investito $ 50 milioni in Moderna nel 2015 e ha aumentato la sua quota nel 2018 a $ 125 milioni.

Nella dichiarazione che ha accompagnato la vendita delle azioni Moderna, Merck ha osservato di aver ottenuto un guadagno sostanziale sull’investimento. In particolare, la società farmaceutica ha fatto riferimento al grande balzo del prezzo delle azioni di Moderna nel 2020. Il team di gestione di Merck, dunque, ha pensato di aver ottenuto un rendimento sufficiente e che fosse il momento giusto per incassare.

Al contempo, però, Merck non ha tagliato del tutto le corde con Moderna. La società ha effettuato investimenti in fondi di rischio che possiedono partecipazioni in Moderna, esponendosi indirettamente al titolo.

I due produttori di farmaci continuano anche a lavorare insieme per sviluppare vaccini antitumorali personalizzati e stanno attualmente valutando la terapia mRNA-4157 in uno studio clinico di fase 2. Inoltre, Merck e Moderna stanno collaborando sull’mRNA-5671, un candidato vaccino contro il cancro allo stadio iniziale che mira a contrastare diverse forme della malattia causata dalle mutazioni del gene KRAS.

Due filosofie in competizione

Potrebbe essere allettante per i trader che hanno scelto di investire in azioni in questo settore, seguire l’esempio di Merck senza esitazione. Ma è importante prima confrontare due filosofie concorrenti.

C’è una scuola di pensiero che incoraggia a togliere i profitti dal tavolo, che è esattamente ciò che ha fatto Merck. L’idea è di bloccare i guadagni nel caso in cui possano evaporare. Il fulcro di questa strategia è vendere gran parte delle azioni accumulate, ma non tutte. In questo modo è possibile ottenere un grande profitto, ma anche continuare a partecipare ad un ulteriore potenziale rialzo.

Un altro approccio è quello di acquistare e mantenere a lungo termine. Gli investitori che sottoscrivono questa strategia credono che nel futuro migliore del titolo. E sono meno preoccupati per i guadagni imminenti.

Sceglier quale possa essere la migliore strategia dipende, ovviamente, dalle prospettive di crescita di Moderna.

Vendere azioni Moderna

Secondo la maggior parte degli esperti finanziari, gran parte del potenziale dell’mRNA-1273 è già incorporato nel prezzo attuale delle azioni di Moderna. Ciò potrebbe indurre alcuni investitori a pensare che vendere le azioni della società biotech ora, come ha fatto Merck, abbia senso.

Tuttavia, alcuni analisti considerano questa scelta folle. Infatti, la società riceverà presto, probabilmente, diversi miliardi di dollari grazie agli accordi di fornitura per il vaccino. Il CEO Stephane Bancel ha già affermato che la compagnia investirà gran parte di questo denaro nell’espansione radicale della sua pipeline. Dunque, ci si aspetta che l’azienda possa portare fino a 50 programmi di RNA messaggero (mRNA) nei test clinici.

Il successo dell’approccio dell’mRNA nella prevenzione dell’infezione da coronavirus che causa il COVID-19 dovrebbe essere di buon auspicio per gli altri candidati. La capitalizzazione di mercato dell’azienda, per quanto alta, potrebbe ancora non riflettere pienamente il potenziale della piattaforma mRNA di Moderna.

Vendere il titolo troppo presto potrebbe rappresentare un grave errore. Il dato di fatto è che, dal 15 novembre, dopo che Merck ha ceduto le sue azioni di Moderna, il titolo è aumentato di oltre il 60%.

Altri articoli dello stesso autore: