Ottimo il momento dell’Ente Nazionale per l’energia elettrica in Borsa. Le Azioni Enel risultano in rialzo da oltre 10 sedute, nonostante gli alti e bassi di Piazza Affari. Il Titolo ha chiuso, ieri, in salita dell’1,06%, a quota 6.901. Come evidenziano i grafici di analisi tecnica, dal 15 maggio in poi, la quotazione si è mossa in rialzo costante. Nonostante il brusco calo di Marzo delle Borse, il prezzo Enel è aumentato, in un anno, del 24,19%. La quotazione sembra ora poter puntare il massimo di 52 settimane di 8,609 euro.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Azioni Enel: anticipata la decarbonizzazione di Brindisi

Il rialzo del Titolo Enel in Borsa è stato anche dovuto all’annuncio, da parte della società, dell’avvio al piano di phase out dal carbone. L’azienda si appresta a chiudere il gruppo 2 della centrale a carbone di Brindisi. L’avvio alla chiusura inizierà a Gennaio 2021, con la contestuale riconversione dell’impianto in un’unità a gas e fotovoltaico. La chiusura del gruppo dovrebbe essere ultimata entro il 2025.

In anticipo anche la decarbonizzazione di alcuni impianti in Cile. Per la prima unità da 125 MW si inizierà a fine 2020, anziché nel 2023 come era previsto. Per la seconda unità da 350 MW, si prevede l’inizio della chiusura per il 2022, anziché nel 2040 come precedentemente stabilito.

Antonio Cammisecra, Responsabile di Global Power Generation di Enel, spiega che:

Saremo la prima azienda elettrica in Cile a uscire totalmente dal settore del carbone, continuando nel contempo a sviluppare in sicurezza capacità rinnovabile, con benefici concreti da un punto di vista ambientale, economico e sociale.

Secondo gli analisti, l’uscita dal carbone renderà Enel uno dei migliori player nel mercato delle energie rinnovabili. Si prevede un aumento annuale dell’11% per il prossimo decennio.

Per chi sceglie di fare trading su Azioni Enel, ci sono ottime possibilità in acquisto. Secondo diverse banche d’affari, il prezzo target è ora fissato a 8 euro. Dopo aver sottoperformato nei mesi scorsi, il Titolo sembra ora pronto a risalire la china, spinto anche dalla produzione in Italia e Spagna.

Starace: le imprese sostenibili hanno sconfitto il Covid

L’ad di Enel, Francesco Starace, si dice altamente soddisfatto di come l’azienda abbia reagito alla crisi scatenata dalla diffusione del coronavirus nel mondo.

I vertici della società hanno annunciato un nuovo piano industriale, decennale, incentrato sulla sostenibilità. Previste anche nuove acquisizioni, in particolare nel settore dei pagamenti.

Con questa strategia, Enel vuole sfruttare anche i fondi europei del nuovo Recovery Fund, vincolati al green e alla digitalizzazione.

Starace ha affermato che le aziende più attive nel sostenibile, sono quelle che hanno reagito meglio all’impatto del coronavirus sui mercati.

Nel frattempo, torna in auge il matrimonio tra Tim e Open Fiber, che appare sempre più una tappa obbligata per le due aziende, soprattutto in ottica di ripresa dalla crisi economica. Al momento, tra gli azionisti di Open Fiber, Enel sembrerebbe opporre ancora una certa resistenza all’operazione.  

Altri articoli dello stesso autore: