Per i traders che hanno scelto o sceglieranno di investire in Azioni Azimut Holding, le previsioni sono piuttosto incerte. Analizzando la quotazione graficamente, è possibile rilevare un recupero piuttosto debole delle perdite di Marzo, con un trend in salita abbastanza lento. Il Titolo ha chiuso l’ultima seduta di mercato in calo dello 0,32%, a quota 15,455 euro. La quotazione è ancora molto lontana dal massimo di 52 settimane di oltre 24 euro. Tuttavia, la variazione su 1 anno e in negativo di solo il 2,68%. Nel complesso, quindi, la situazione societaria non è affatto drammatica. D’altro canto, il settore finanziario ha subito una crisi meno violenta rispetto ad altri settori. Al contempo, le nuove tendenze del momento portano gli analisti a prevedere un rallentamento della crescita del gruppo.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Azimut Digitech Fund: il nuovo fondo per le imprese a rischio

Azimut espande la sua gamma di investimenti alternativi e lancia il fondo di capitale di rischio “Azimut Digitech Fund” in collaborazione con GELLIFY Group.

La società, che attualmente rappresenta la principale realtà indipendente di gestione patrimoniale in Italia, rafforza la sua presenza nel settore del capitale di rischio, ampliando la sua offerta dedicata agli investimenti alternativi e lancia il Fondo Azimut Digitech, che investirà in start-up di software business-to-business (B2B).

Il fondo è stato lanciato in collaborazione con GELLIFY Group, una piattaforma di innovazione che collega start-up B2B ad alta tecnologia con aziende tradizionali per innovare i loro processi, prodotti e modelli di business. L’obiettivo è quello di esplorare l’evoluzione del settore del capitale di rischio B2B, in rapida crescita, focalizzato su soluzioni tecnologiche aziendali.

Azimut Digitech Fund è un fondo alternativo limitato che investe in una classe di attività relativamente nuova, le startup di software B2B, supportando così l’ecosistema commerciale italiano e la sua crescita tecnologica. Il fondo è riservato a investitori professionali e HNWI (soggetti con un patrimonio netto elevato) e ha una durata di 7 anni e un obiettivo di raccolta fondi di un massimo di 50 milioni di euro.

Il fondo è costituito e gestito da Azimut Libera Impresa SGR. Per quanto riguarda le fasi di scouting, monitoraggio e negoziazione degli investimenti, si avvarrà della consulenza esclusiva dei fondatori del gruppo GELLIFY, Fabio Nalucci, Michele Giordani e Gianluigi Martina.

L’Azimut Digitech Fund investirà principalmente in startup italiane e PMI innovative che forniscono Software-as-a-Service (SaaS), che spesso hanno modelli di business basati su ricavi ricorrenti. Opererà in diversi settori tecnologici che rappresentano l’attuale frontiera dell’innovazione tecnologica e le principali tendenze di investimento future.

Investire su Azimut Holding conviene?

Nei mesi scorsi, molti analisti hanno consigliato il Titolo Azimut per due motivi. Il primo, riguarda lo stanziamento di 60 milioni di euro per l’acquisto di azioni sul mercato da parte della Timore fiduciaria, a cui fanno capo gli aderenti al patto di sindacato Azimut. Il secondo motivo si riferisce al dividendo pagato a Maggio che ha garantito oltre il 6% di rendimento agli azionisti.

Tuttavia, entrambi gli eventi sono stati superati e, per quanto le previsioni per la crescita societaria rimangano positive, gli esperti non sembrano più includere il Titolo Azimut tra le migliori occasioni delle prossime settimane.

Altri articoli dello stesso autore: