I trader che hanno scelto di comprare azioni Apple hanno visto il titolo chiudere, venerdì, in ribasso dell’1,59% a 126.66 dollari. Nell’after hours una lieve ripresa poco oltre i 127 dollari. Tra i motivi della pressione, anche la questione dei lavoratori indiani.

Cupertino ha messo ha messo sotto vigilanza il fornitore Wistron Corp. Il produttore di iPhone ha deciso che non assegnerà nuove commesse al produttore taiwanese, fin quando quest’ultimo non affronterà il modo in cui i lavoratori vengono trattati nel suo stabilimento dell’India meridionale.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

75% of investor lose money

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

I dettagli della vicenda

Il gigante californiano ha confermato, dopo una prima indagine, che la scia di violenze nello stabilimento di Wistron, nello stato indiano del Karnataka, rappresenta un’importante violazione del suo “Codice di condotta dei fornitori”.

I fatti risalgono al 12 Dicembre, ma sono emersi solo successivamente. I lavoratori a contratto, dipendenti dello stabilimento indiano, arrabbiati per i salari non pagati, hanno distrutto locali, attrezzi e anche diversi iPhone, causando a Wistron una perdita di svariati milioni di dollari. Il fornitore taiwanese è stato costretto a chiudere l’impianto.

Apple, dopo i fatti, ha rilevato che Wistron non è riuscita a implementare processi di gestione dell’orario di lavoro adeguati, che hanno portato a ritardi nei pagamenti per alcuni lavoratori ad ottobre e novembre.

L’azienda di Taiwan, questa mattina, ha ammesso che alcuni lavoratori dello stabilimento di Narasapura, nel Karnataka, non erano stati pagati adeguatamente o in tempo. E che stava provvedendo a sollevare dal suo incarico un alto dirigente che sovrintendeva alle sue attività in India.

Cupertino continuerà a monitorare i progressi di Wistron sulle azioni correttive, pur ammettendo anche i propri errori nella gestione della propria attività nello stabilimento. Tra le iniziative correttive, la creazione di una hotline 24 ore su 24 per i dipendenti, per presentare reclami anonimi.

La riduzione della produzione

Un’importante aspetto che ha allertato gli operatori del trading online, riguarda la riduzione della produttività della fabbrica, proprio dopo che Apple, nei giorni scorsi, aveva annunciato un forte aumento della produzione sia per fine anno che per il 2021.

Infatti, i provvedimenti presi ritarderanno la produzione di iPhone da parte di Wistron, danneggiando la spinta di Apple alla produzione in India. Cupertino, qui, si era impegnato a investire circa 13 miliardi di rupie ($ 177 milioni) nei prossimi cinque anni.

Wistron, per soddisfare la domanda di Apple, prevedeva di assumere fino a 20.000 lavoratori in un anno. Tuttavia, il fornitore taiwanese non è stato in grado di far fronte al rapido aumento della forza lavoro e ha violato diverse leggi.

Il numero di lavoratori è salito a 10.500 dai 5.000 consentiti in un breve lasso di tempo. Il dipartimento risorse umane non è stato adeguatamente costituito con personale con una buona conoscenza delle leggi sul lavoro. Inoltre, tra le violazioni, è stato registrato il pagamento insufficiente dei salari ai lavoratori a contratto e al personale delle pulizie e il fatto che il personale femminile facesse gli straordinari senza autorizzazione legale.

Apple ha avviato l’assemblaggio del suo primo modello di iPhone in India tramite Wistron nel 2017. Ha ora intensificato le operazioni con Foxconn nel sud dell’India e un altro importante fornitore, Pegatron, è pronto per iniziare.

Altri articoli dello stesso autore: