Apple Inc lancerà il suo primo negozio online in India il 23 settembre. La notizia è stata confermata direttamente da Cupertino, che cercherà di sfruttare le festività natalizie indiane del periodo, che ogni anno generano un numero record di acquisti da parte dei consumatori.

L’azienda, attualmente, vende i suoi prodotti in India tramite fornitori di terze parti e società di e-commerce come Amazon.com Inc e Flipkart (di proprietà di Walmart Inc).

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: ForexTB

Deposito: 250€

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: eToro

Deposito: 200€

Licenza: Cysec

  • Social/Copy Trading
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Iq Option

Deposito: 10€

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Apple in India: una scommessa a lungo termine

L’India, con oltre 1 miliardo di abbonati wireless, di cui circa un terzo si affida a telefoni di base, offre enormi prospettive di crescita per i produttori di smartphone, oltre a manodopera a basso costo per produrre i dispositivi.

Apple già assembla alcuni dei suoi smartphone, compreso l’iPhone 11, negli stabilimenti di Foxconn e Wistron, in due stati dell’India meridionale.

Attraverso la sua nuova piattaforma di vendita al dettaglio online, Cupertino intende offrire assistenza ai clienti in inglese e hindi, consentendo agli utenti di incidere i loro iPad, Apple Pencil e Airpods in inglese e anche in alcune lingue indiane, tra cui bengalese e gujarati.

L’iniziativa arriva subito dopo il lancio, all’inizio di questa settimana, di un servizio di fitness virtuale e un pacchetto di tutti i suoi abbonamenti denominato Apple One. Il colosso americano sta investendo molto sui servizi, che sono la spina dorsale della strategia di crescita della compagnia.

Come incide l’intervento della Fed su Apple e i Big Tech

La Fed ha affermato che la ripresa è forte, ma le prospettive rimangono incerte. L’istituto ha confermato gli attuali tassi di interesse per i prossimi tre anni. La curva dei rendimenti si è irrigidita e le azioni hanno oscillato in negativo.

Secondo il parere di diversi analisti, è decisamente preoccupante come il mercato non si sia ripreso grazie alla generosità della banca centrale. Alcuni esperti sono convinti che si tratti di una conferma che gli investitori risultano maggiormente preoccupati per il ritardo con cui il governo sta provvedendo a nuovi aiuti economici per le aziende.

Inoltre, la banca centrale degli Stati Uniti manterrà l’acceleratore premuto sugli acquisti di obbligazioni societarie. Il che conferma che l’economia è bloccata, una condizione che non si risolverà facilmente.

In questo tragico contesto, spiccano alcuni fari luminosi, nonostante le recenti difficoltà. Tra questi, una menzione speciale va senz’altro ad Apple.

Secondo gli analisti, non importa che Cupertino non abbia inventato, innovato e lanciato nulla di nuovo da quando Steve Jobs è morto. Il fatto è che Apple continua a vendere a schiere di fan dipendenti che sono felici di acquistare l’ultimo iPad, telefono, orologio o qualsiasi altra cosa anche solo migliorata.

Ne deriva che il Titolo Apple è uno dei beni finanziari da mantenere assolutamente nel proprio portafoglio, poiché le prospettive di crescita rimangono assolutamente alte.

Apple segue un brillante modello di business basato su hype, moda e obsolescenza. IOS, Mac e Apple fanno esattamente le stesse cose che fanno altri produttori di software e hardware, ma in modo diverso e con più brio. L’ecosistema di prodotti creata è seducente e incredibilmente avvincente. E ora, con la spinta sui servizi, chissà dove potrà arrivare l’azienda.

Altri articoli dello stesso autore: