Ora c’è un servizio di abbonamento per tutto, che si tratti di tamponi ( Callaly ), di trucco ( Birchbox ) o persino di compresse di lavaggio (Smol). E mentre siamo abituati ai servizi di abbonamento digitale per la nostra musica (Spotify) o film e TV (Netflix), il passo successivo sembra essere i servizi di abbonamento per le app . Questa è la strategia su cui Apple e Google stanno lavorando su con Arcade per i giochi sull’App Store di iOS e il nuovo Play Pass di Google per l’ App Store di Android .

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: 24option

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Corsi di trading gratis
  • Indicatori e segnali gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

Piattaforma: Plus500

Deposito: 100$

Licenza: Cysec

  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

*Terms and conditions apply

La nuova strategia di Google

Secondo Android Police, Play Pass offrirà agli utenti una gamma di app e giochi premium a un costo mensile, di circa $ 4,99 al mese negli Stati Uniti (al momento). A differenza di Apple Arcade, che sembra focalizzarsi solo ed esclusivamente sui giochi, il servizio Google includerà diversi tipi di contenuti, dalle app di salute e benessere ai puzzle, e rimuoverà tutti quei fastidiosi annunci pubblicitari e gli acquisti in-app. Le schermate mostrano giochi come Stardew Valley e Marvel Pinball come potenziali app disponibili sul servizio.

La grande sfida che dovrà affrontare riguarda l’essere in grado di offrire esclusive a cui non sarebbe possibile accedere da nessun’altra parte. Questo è qualcosa che Apple farà con Arcade, lavorando con sviluppatori tra cui LEGO, Sega e Cartoon Network, per portare nuovi ed entusiasmanti giochi sulla piattaforma. C’è sempre il timore che un altro servizio di abbonamento porti a quel problema onnicomprensivo: l’affaticamento dell’abbonamento.

Abbonamento a pagamento per Google?

Il termine, che ha raggiunto il picco nelle ricerche di Google a marzo – nello stesso periodo in cui Apple ha annunciato i suoi nuovi servizi di abbonamento Apple TV e Arcade – è quando le persone si rendono conto di quanto stanno spendendo in servizi mensili. Se dovesse riuscire a entrare in questo mondo, le azioni Google schizzerebbero alle stelle, dando una grande opportunità agli speculatori che amano giocare in borsa.

Un sondaggio su Digital Media Trends di Deloitte pubblicato all’inizio di quest’anno ha rilevato che quasi la metà (47 per cento) dei consumatori statunitensi afferma di essere frustrata dal crescente numero di abbonamenti e servizi richiesti per poter godere degli spettacoli o dei film che desiderano. Lanciando un abbonamento o due in app, per non parlare della piattaforma di streaming di giochi di Google che verrà lanciata nel Regno Unito a novembre, che implicherà un sacco di spese digitali. Google sta testando il servizio solo al momento, quindi le cose potrebbero cambiare al giorno del lancio, ma sarà interessante vedere come verrà riprodotto un abbonamento all’app sul telefono.

Altri articoli dello stesso autore: