Gli operatori del trading online si erano dimostrati preoccupati per gli utili di Zoom, potenzialmente deludenti a causa dell’allentamento delle restrizioni contenitive per la pandemia. Tuttavia, la scorsa settimana, la società di comunicazioni video ha dimostrato che non ha smesso di crescere. Le Azioni Zoom hanno chiuso la seduta di venerdì in rialzo di oltre il 5%, dopo i risultati sui guadagni. Gli analisti hanno individuato tre punti chiave del rapporto fornito dalla società.

Apri un Conto con i Migliori Broker Regolamentati

Piattaforma: Etoro

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Demo Gratis
  • Copy e Social Trading

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

67% of investor lose money

Piattaforma: OBRInvest

Deposito: 250$

Licenza: Cysec

  • Indicatori e Segnali Operativi
  • Demo gratis

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Piattaforma: FXPN

Deposito: 200$

Licenza: Cysec

  • Copy Trading
  • Segnali di Investimento

⭐⭐⭐⭐⭐

RECENSIONE

Your capital is at risk

Zoom e la crescita dei clienti

La piattaforma Zoom è diventata rapidamente una delle più utilizzare durante la pandemia. Il distanziamento sociale ha attirato milioni di nuovi utenti verso la società. La crescita è rimasta forte anche nel 2021, con vendite in aumento del 191% a $ 956 milioni. La maggior parte degli investitori si aspettava un fatturato di circa 900 milioni di dollari.

Il fattore chiave che guida questo picco sembra essere rappresentato dalle imprese, in particolare le grandi aziende tecnologiche. Il pool di account di piccole imprese su Zoom è aumentato dell’87% nel primo trimestre 2021. Ma l’impatto dei grandi clienti è stato ancora più impressionante. Complessivamente, Zoom conta circa 2.000 clienti con contratti superiori a $ 100.000 all’anno, con un aumento del 160% per il trimestre.

Sale il margine operativo

Zoom ha speso più denaro, tra sviluppo tecnologico, marketing e stipendi. Nonostante questo, le casse dell’azienda continuano a brillare. L’utile operativo è salito a 229 milioni di dollari dai 29 milioni di dollari di un anno fa. Questo risultato si traduce in una redditività del 24%, rispetto al 9% dello stesso periodo del 2020.

Gli investitori possono ragionevolmente aspettarsi che la cifra del margine continui a crescere nel tempo, assieme alle vendite dell’azienda. Attualmente, il management sta dando la priorità agli investimenti nei segmenti di business che aiuteranno il brand a consolidare la posizione raggiunta.

I target per l’anno

Stando a quanto comunicato dalla società, il secondo trimestre dovrebbe mostrare quasi 1 miliardo di dollari di vendite trimestrali. Di conseguenza, la nuova prospettiva dell’anno fiscale prevede 4 miliardi di dollari di entrate, ovvero un altro passo in avanti rispetto ai 3,8 miliardi di dollari previsti dall’azienda all’inizio di marzo.

Rispetto a due mesi fa le prospettive sono migliorate sotto tutti i punti di vista. Zoom ora ha buone possibilità di superare la soglia dei 4 miliardi di dollari, rispetto ai 2,7 miliardi di dollari dell’anno scorso e ai 623 milioni di dollari dell’anno che ha preceduto la pandemia. Il titolo Zoom è aumentato principalmente in risposta a questa prospettiva di crescita notevolmente migliorata.

Tuttavia, non c’è dubbio che la società continui a mostrare solidi risultati operativi e finanziari. Inoltre, gli analisti sottolineano la presenza in espansione del brand nelle grandi imprese. Ciò offre alla società la flessibilità per aumentare il suo portafoglio di servizi nel tempo. Piuttosto che crollare, come immaginato dai detrattori non troppo tempo fa, la società sembra pronta per continuare a crescere, anche se le abitudini delle persone si allontaneranno dal lavoro, dallo studio e dall’interazione da remoto.

Altri articoli dello stesso autore:

Sommario
Zoom, guadagni straordinari: titolo ancora più allettante
Nome Articolo
Zoom, guadagni straordinari: titolo ancora più allettante
Descrizione
Impennata delle Azioni Zoom dopo un altro trimestre di guadagni straordinari: la società crescerà anche nel post pandemia. L'analisi.
Autore
Sito Editore
TradingCenter.it
Logo Editore
  •  
  •  
  •  
  •